Monumento al Marinaio d'Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Veduta del monumento

Il monumento al Marinaio d'Italia è un monumento a forma di timone alto 53 m che spicca sul porto di Brindisi; la struttura è in cemento armato interamente rivestita di carparo (pietra calcarenitica compatta di colore dorato).

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Presenta alla base una cripta a forma di scafo e sull'altare la statua della Vergine "Stella del Mare". Sulle pareti sono riportati i nomi dei circa 6.000 marinai caduti nella grande guerra e i 33.900 marinai caduti della seconda guerra mondiale. Sul piazzale superiore del monumento sono situate due ancore e due cannoni appartenenti alle navi austro-ungariche "Tegetthoff" e "Viribus Unitis", simboli delle vittorie ottenute dalla Regia Marina nel 1918.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il monumento è stato realizzato per commemorare i circa 6.000 marinai caduti in occasione della prima guerra mondiale (1915-1918) e la scelta di Brindisi (preferita alla Spezia e Trieste) fu dovuto al ruolo centrale che ebbe la città salentina durante la Grande Guerra.

Per la realizzazione fu indetto un concorso nazionale per architetti e scultori e vi parteciparono ben 92 bozzetti. Il vincitore fu proprio quello di un grande timone con cappella-sacrario presentato dall'architetto Luigi Brunati e dallo scultore Amerigo Bartoli.

I lavori per la realizzazione durarono un anno, dal 28 ottobre 1932 all'ottobre del 1933. L'inaugurazione avvenne il 4 novembre, alla presenza del re Vittorio Emanuele III, oltre che di Achille Starace.

Il monumento, gestito oggi dalla Marina Militare, è visitabile accedendovi dal piazzale retrostante il porto, nel quartiere Casale: dall'interno possibile ascendere al punto più alto sia tramite una scala elicoidale sia attraverso un ascensore.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Esiste un monumento molto simile, eretto nel 1927 come memoriale per i marinai germanici caduti nella prima guerra mondiale a Laboe, nello Schleswig-Holstein (Germania).

Monumento al Marinaio di Laboe (Germania), 1927.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]