Monumenti di Cagliari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Cagliari.

Anfiteatro romano
Cagliari Roman Amphitheatre 2003.jpg
L'Anfiteatro romano di Cagliari risale al II secolo e poteva contenere 10.000 spettatori .

Nell'anfiteatro si svolgevano lotte fra gladiatori, fra gladiatori e animali feroci , spettacoli teatrali e venivano inoltre eseguite le pene capitali

Cagliari possiede vari monumenti di interesse che testimoniano la sua storia plurimillenaria; dalle rovine della Caralis punica e romana passando per gli antichi edifici della Cagliari giudicale, pisana, aragonese e spagnola del medioevo e del rinascimento fino ad arrivare ai palazzi liberty sorti fra '800 e '900 e alle architetture del ventennio.

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Chiese di Cagliari.
La Cattedrale di Santa Maria
La cupola della Basilica di Bonaria

Monumenti e siti vari[modifica | modifica wikitesto]

Il Bastione di Saint Remy.

Musei e gallerie[modifica | modifica wikitesto]

Galleria comunale d'arte, particolare.

Palazzi e ville[modifica | modifica wikitesto]

Sulla destra il Palazzo civico e il Palazzo Vivanet
Palazzo Accardo
Palazzata di via Roma, Palazzo Balletto, Palazzo Valdès
Palazzo delle Scienze
Facciata principale della legione dei carabinieri.
  • Palazzo Accardo: il palazzo in stile liberty è situato fra il largo Carlo Felice e Via Crispi. Venne progettato dall' ingegnere Dionigi Scano fra il 1899 e il 1901.
  • Palazzo Amat: il palazzo della nobile famiglia di origine catalana degli Amat si trova in Via La Marmora.
  • Palazzo Asquer: realizzato nel 1852 su progetto di Gaetano Cima (già autore della Villa Asquer) prende il nome dalla famiglia nobile degli Asquer di origine ligure. È ubicato nel quartiere Castello in Via La Marmora.
  • Palazzo Arcivescovile: si trova nel quartiere Castello ed era probabilmente già sede episcopale nel periodo pisano e forse giudicale.
  • Palazzo Atzeni-Tedesco: edificio antico ridecorato in un elegante stile liberty. Si trova in Via Canelles.
  • Palazzo Aymerich: appartenente alla nobile famiglia di origine catalana degli Aymerich venne gravemente danneggiato e ridotto a rudere dai bombardamenti anglo-americani della seconda guerra mondiale.
  • Palazzo sede della Banca CIS
  • Palazzo Balletto: progettato da Riccardo Simonetti e realizzato fra e il 1918 e il 1921, il suo stile risulta essere un connubio fra elementi del liberty e dell'eclettismo.
  • Palazzo Barrago-Prunas: si trova nel quartiere Castello a fianco del Palazzo Asquer e si affaccia su Piazza Carlo Alberto.
  • Palazzo Boyl: palazzo della famiglia nobiliare di origine spagnola dei Boyl.
  • Palazzo Brondo-Zapata: fu probabilmente commissionato da Francesco Zapata y Alagon, alcalde del Castello di Cagliari. Il palazzo, situato in Via dei Genovesi, è in stile tardo-rinascimentale e presenta molte similitudini con l'altro palazzo che gli Zapata possedevano a Barumini.
  • Palazzo de Candia: si affaccia in Via dei Genovesi.
  • Palazzo Canepa: si affaccia su Piazza Costituzione, esattamente di fronte al Bastione di Saint Remy
  • Ex Palazzo di Città
  • Palazzo Chapelle: il palazzo sorge fra Via Roma e la Piazza del Carmine.
  • Palazzo Civico
  • Palazzo del Consiglio Regionale
  • Palazzo Cugia: situato in Via dei Genovesi risale probabilmente al XVI secolo.
  • Palazzo Enel: progettato nel 1957 dall'architetto milanese Gigi Ghò in sostituzione del vecchio edificio della Società Elettrica Sarda distrutto dai bombardamenti nel 1943.
  • Palazzo di Giustizia: progettato dall'ingegnere Domenico Dettori e dagli architetti Gino Benigni e Augusto Valente e i tecnici del Genio Civile fu inaugurato nel 1938.
  • Palazzo della Legione dei Carabinieri
  • Palazzina Lixi: palazzina dell'Ottocento che si trova a Cagliari, all'angolo tra via Settembrini e via Paoli.
  • Palazzo Merello: il Palazzo Merello sorge in Viale Trento ed è intitolato a Luigi Merello imprenditore di origine ligure trasferitosi a Cagliari.
  • Palazzo delle Poste e Telegrafi: antistante alla piazza del Carmine venne edificato tra il 1926-1932.
  • Palazzo Reale
  • Palazzo della Rinascente: sorge fra la Via Roma e il Largo Carlo Felice. Il palazzo fu progettato dall'ingegnere Federico Rampazzini e venne eretto tra il 1925 e il 1930
  • Palazzo Sanjust: venne edificato nell'Ottocento su progetto dell'ing. Edmondo Sanjust, di famiglia nobiliare di origini catalane. Oggi è sede del Grande Oriente d'Italia di Cagliari. Si trova nei pressi di Piazza Indipendenza.
  • Palazzo Scala di ferro
  • Palazzina Scano: progettata da Flavio Scano la sua costruzione venne ultimata nel 1933. L'edificio unisce lo stile moderno a quello dell'Art déco.
  • Palazzo delle Scienze: il palazzo delle Scienze venne edificato negli anni '30 del XX sec su progetto dell'architetto cagliaritano Angelo Binaghi. La sua inaugurazione risale al 1934 benché i lavori vennero conclusi solamente nel 1939.
  • Palazzo Siotto: risalente al 1850 venne ricostruito nel 1927 dall'ingegnere Giacomo Crespi. Ospita la Fondazione Istituto Storico Giuseppe Siotto, istituita nel 1990.
  • Palazzo dell'Università
  • Palazzo Tirso
  • Palazzo Valdès: progettato dall'ingegnere Nicolò Mura fu costruito fra il 1901 e il 1915 nell'area già occupata dall' "Osteria Valdès".
  • Palazzata di Via Roma: situata in Via Roma, la via principale della città ed è costituita da una serie di palazzi edificati a partire da fine '800. I primi due palazzi furono costruiti dall'imprenditore Galeazzo Magnini.
  • Palazzo Vinceremo: ospita la sede dell'Aeronautica militare. Venne eretto nel 1940 e deve il suo nome alla scritta "Vinceremo" (motto fascista) che campeggiava sulla facciata.
  • Palazzo Vivanet: venne edificato fra il 1893 e il 1895 su commissione dei fratelli di origini savoiarde Filippo e Antonio Vivanet che affidarono il progetto all'architetto Cesare Picchi. Il palazzo è situato nel quartiere storico di Stampace, a breve distanza dal palazzo Civico.
  • Villa Congiu-Pattarozzi: progettata da Dionigi Scano e costruita nel 1898.
  • Villa Cossu-Murru
  • Villa Devoto
  • Villa Pollini
  • Villa Vivaldi-Pasqua: la villa si trova nel quartiere Villanova e venne fatta costruire alla fine del Settecento per volere di Pietro Vivaldi Zatrillas, marchese di Trivigno Pasqua, appartenente alla nobile famiglia di origine genovese dei Vivaldi-Pasqua.
  • Villa Carboni  : l'edificio è del XVII secolo e si trova nel quartiere di San Michele.

Piazze[modifica | modifica wikitesto]

Visuale di Piazza del Carmine, a sinistra il Palazzo delle Poste e Telegrafi
Mappa di Cagliari della metà del '500, dalla Cosmographia universalis di Sebastian Münster. Si notano i quartieri storici di Castello, Marina, Stampace e Villanova

Quartieri storici[modifica | modifica wikitesto]

Torri[modifica | modifica wikitesto]

Torre dell'Elefante.

Vie principali[modifica | modifica wikitesto]

Via Roma
  • Corso Vittorio Emanuele II
  • Largo Carlo Felice
  • Viale Buon Cammino
  • Via Dante
  • Via Garibaldi
  • Via Manno
  • Viale Merello
  • Viale Regina Margherita
  • Via Roma
  • Via Scano

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Franco Masala, Storia dell'Arte in Sardegna - Architettura dall'unità d'Italia alla fine del'900 , 2001.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Cagliari Portale Cagliari: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cagliari