Monti della Pieria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Monti della Pieria
Sarakatsana, Pierian Mountains.jpg
Stato Grecia Grecia
Periferia Macedonia Centrale
Unità periferica Emazia
Pieria
Kozani
Altezza 2.193 m s.l.m.
Catena isolata
Coordinate 40°13′38.37″N 22°09′15.23″E / 40.227326°N 22.154231°E40.227326; 22.154231Coordinate: 40°13′38.37″N 22°09′15.23″E / 40.227326°N 22.154231°E40.227326; 22.154231
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Grecia
Monti della Pieria

Il Monti della Pieria o Monti Pieri (greco: Πιέρια Όρη) sono una catena montuosa della Macedonia Centrale nel nord della Grecia. È una montagna alta 1.201 m. della Macedonia Centrale nel nord-est della Grecia. Sono poste al confine fra le prefetture di Emazia, Pieria e Kozani. La cima più alta della catena è il monte Flampouro a 2.193 m.

Geograficamente i monti della Piera costituiscono un prolungamento verso nord del Monte Olimpo.

Sul versante occidentale, a circa 1650 m. di altitudine si trova il rifugio di Sarakatsana.[1] Sul versante orientale, a circa 780 m di altitudione, si trova il villaggio di Elatochori, dove ne 2001 è stato aperto un centro sciistico molto frequentato. Sul versante nord ovest, dove i monti terminano nella pianura dell'Emazia, si trova il villaggio di Vergina ove fu rinvenuta la tomba di Filippo II.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il nome deriva dai Sarakatsani, i pastori nomadi che veniva qui a primavera a pascolare le greggi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Grecia Portale Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Grecia