Monte Sinai biblico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il monte Sinai,[1] "solitamente" identificato col monte Oreb,[2] è il luogo in cui, secondo il Libro dell'Esodo, Mosè fu chiamato da Dio attraverso il roveto ardente (Es 3,1 seguenti) e molti anni dopo ricevette le tavole della legge del decalogo (Es 19,10 seguenti).

Probabili identificazioni[modifica | modifica sorgente]

Mentre le fonti Jahvista (J) e Sacerdotale (P) usano il nome Sinai, quelle Elohista (E) e Deuteronomista (D) usano il nome Oreb.[3]

Anche per il monte Sinai-Oreb, come per molte delle località descritte nell'Esodo, si è persa la memoria toponomastica delle località descritte. Sono state proposte diverse identificazioni:

Esegesi ebraica[modifica | modifica sorgente]

Secondo l'esegesi ebraica sino ad oggi il luogo risulta sconosciuto.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Si vedano le ricorrenze di monte Sinai in http://www.laparola.net.
  2. ^ Si vedano le ricorrenze di Oreb in http://www.laparola.net.
  3. ^ Cf. Bibbia TOB, nota a Es 3,1.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Har Karkom, il sito del prof. Anati sulle ricerche archeologiche che hanno localizzato il Monte Sinai dell'antichità;
  • (EN) Har Karkom - The true Mount Sinai, il percorso di avvicinamento all'altopiano di Har Karkom, posto tra il Paran Desert (a ovest) e il confine con l'Egitto (a est).