Monte Ida

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Il Monte Ida al centro dell'isola di Creta

Nella mitologia Greca vi sono due monti sacri denominati monte Ida. Entrambi sono associati alla madre degli dei, Rea, che si colloca alle origini dei miti più antichi di quella civiltà. Il primo monte Ida si trova nell'isola di Creta, mentre il secondo Ida (l'"Ida frigio") si trovava in Asia Minore, nella Troade ed era sacro ad un altro aspetto della Dea Madre, noto col nome di Cibele.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

L'antro ideo, legato al mito di Zeus allattato dalla capra Amaltea

Il nome Ida è connesso con quello di un'antica dea Ida o Da il cui nome è conservato nella divinità di Demetra: la forma con cui noi conosciamo questo nome era quella dello ionico-attico, il dialetto di Atene, Dē-mētēr, mentre negli altri dialetti greci il nome era Dā-mātēr, "la Madre Da"; in miceneo è ancora attestato I-DA-MA-TE, cioè Idā-mātēr). Tracce del culto di questa divinità (I)da vi sarebbero anche nell'uso della sillaba da in antiche formule rituali.[1]

Il nome odierno in turco per il monte Ida di Turchia, Kaz Dağı (pronuncia /kɑz dɑːɯ/) presenta una simiglianza solo casuale col nome della dea Da: infatti dağ è la parola per "montagna", presente anche in quasi tutte le denominazioni di montagne turche.

Vi è ragione di credere che il monte micrasiatico sia stato ribattezzato Ida ad opera dei Teucri, una popolazione dell'Età del bronzo, che si sarebbero ispirati al monte cretese, mentre in precedenza esso avrebbe avuto un altro nome, forse Gargar. Se ciò fosse vero, l'etimologia sarebbe la stessa del monte di Creta. È comunque assodato che anche l'Ida frigio era considerato fin dall'antichità sede di importanti culti di una dea locale.

Dall'Eneide[modifica | modifica wikitesto]

Dal libro IX dell'Eneide:

"Nisus erat portae custos, acerrimus armis,
Hyrtacides, comitem Aeneae quem miserat Ida
uenatrix iaculo celerem leuibusque sagittis,
et iuxta comes Euryalus, quo pulchrior alter non fuit Aeneadum Troiana neque induit arma, 180
ora puer prima signans intonsa iuuenta."
(da The Latin Library)

Monte Ida di Creta[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Monte Ida (Creta).

Il Monte Ida, oggi denominato Psiloritis, è la vetta principale dell'isola di Creta, ed era considerato sacro alla divinità primigenia di Rea, madre di Zeus, che venne allevato sulle pendici dell'Ida dalla capra Amaltea.

Monte Ida di Turchia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Monte Ida (Turchia).

Il Monte Ida, oggi denominato Kaz Dağı è un monte nei pressi dell'antica Troia, nell'attuale provincia di Balıkesir, nel nordovest della Turchia. È qui che Paride visse da giovanetto tra i pastori, ed è da qui che Zeus avrebbe rapito Ganimede per farne il suo amante. La cima più alta è il Gargaro, menzionato anche nell'Iliade (Γάργαρον).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "A female deity whose succor and assistance were evoked in archaic formulas by use of this syllable", Karl Kerenyi, Eleusis: Archetypal Image of Mother and Daughter p. 28.
mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca