Monte Dolent

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mont Dolent
MontDolent0001.jpg
Il Monte Dolent
Stati Svizzera Svizzera
Italia Italia
Regione Vallese Vallese
Valle d'Aosta Valle d'Aosta
Altezza 3.820 m s.l.m.
Catena Alpi
Coordinate 45°55′18.98″N 7°02′47.01″E / 45.92194°N 7.046392°E45.92194; 7.046392Coordinate: 45°55′18.98″N 7°02′47.01″E / 45.92194°N 7.046392°E45.92194; 7.046392
Data prima ascensione 9 luglio 1864
Autore/i prima ascensione A. Reilly, E. Whymper con M. Croz, H. Charlet e M. Payot
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Svizzera
Mont Dolent
Mappa di localizzazione: Alpi
Dati SOIUSA
Grande Parte Alpi Occidentali
Grande Settore Alpi Nord-occidentali
Sezione Alpi Graie
Sottosezione Alpi del Monte Bianco
Supergruppo Massiccio Dolent-Argentière-Trient
Gruppo Catena Dolent-Tour Noir-Argentière
Sottogruppo Gruppo del Mont Dolent
Codice I/B-7.V-C.6.a

Il Monte Dolent (3.820 m s.l.m.) è una montagna che si trova nella parte settentrionale delle Alpi del Monte Bianco nel massiccio Dolent-Argentière-Trient, tra i comuni di Courmayeur (Italia) e di Orsières (Svizzera).

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Versante svizzero del monte.

Oltre che una nota cima piramidale, il monte viene anche considerato come triplice frontiera. In realtà, il punto dove si congiungono le tre linee di frontiera delle nazioni sulle quali si estendono le Alpi del Monte Bianco (Italia, Svizzera e Francia) si trova a 3.749 m di quota, a nord-ovest della cima principale.

Nei tre versanti del monte prendono forma rispettivamente tre ghiacciai: nel versante italiano il Ghiacciaio di Pré de Bar, nel versante francese il Ghiacciaio d'Argentiere e in quello svizzero il Ghiacciaio del Dolent.

Prima ascensione[modifica | modifica sorgente]

La prima ascensione fu compiuta il 9 luglio 1864 da Edward Whymper, Anthony-Adams Reilly, Michel Croz, Henri Charlet e Michel Payot.[1]

La prima scalata invernale fu invece fatta il 12 marzo 1911 da una cordata composta da G. Couchepin, O. Dehms, J. Sautier e R. Schanze con M. Crettez.

Salita alla vetta[modifica | modifica sorgente]

La via normale di salita alla vetta si svolge sul versante italiano partendo dal Rifugio Elena e passando dal Bivacco Fiorio. Dal bivacco si risale il Ghiacciaio di Pré de Bar fino ad uscire sulla cresta finale che conduce in vetta.

Rifugi[modifica | modifica sorgente]

I rifugi costruiti intorno al monte e che ne facilitano l'ascesa alla vetta sono:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Chabod, Grivel, Saglio e Buscaini, op. cit., p. 306

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]