Montauban

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Montauban
comune
Montauban – Stemma
Montauban – Veduta
Localizzazione
Stato Francia Francia
Regione Blason Languedoc.svg Midi-Pirenei
Dipartimento Blason département fr Tarn-et-Garonne.svg Tarn e Garonna
Arrondissement Montauban
Cantone Cantoni di Montauban
Territorio
Coordinate 44°01′N 1°21′E / 44.016667°N 1.35°E44.016667; 1.35 (Montauban)Coordinate: 44°01′N 1°21′E / 44.016667°N 1.35°E44.016667; 1.35 (Montauban)
Altitudine 72-207 m s.l.m.
Superficie 135,16 km²
Abitanti 57 969[1] (2009)
Densità 428,89 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 82000
Fuso orario UTC+1
Codice INSEE 82121
Nome abitanti Montalbanais
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Montauban
Sito istituzionale

Montauban (Montalban in occitano) è un comune francese di 57.969 abitanti capoluogo del dipartimento Tarn e Garonna nella regione del Midi-Pirenei. Montauban è classificata come città d'arte e storica. Il materiale di costruzione più usato è il mattone rosso.

La città rappresenta una specificità dell'architettura della regione in cui è situata. Fondata nel 1144 dal conte di Tolosa, come è accaduto per molte cittadine del Sud-Ovest della Francia, essa risponde a determinate caratteristiche: le sue strade formano un reticolato preciso e s'intersecano in angoli retti per riunirsi in una piazza centrale rettangolare. Il centro storico è molto omogeneo e nessun edificio moderno rompe l'armonia delle facciate di mattoni rossi, in genere costruite tra il XVII e il XVIII secolo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Montauban fu fondata nel 1144 da Alfonso Giordano, conte di Tolosa; è probabile che il nome derivi dall'espressione "monte bianco", collegato all'Occitano Montalban. La cittadina crebbe rapidamente, tanto che all'inizio del secolo XIV papa Giovanni XXII, già vescovo della non lontana Cahors, la elevò a sede vescovile.

Negli anni '30 del secolo XVI la popolazione si convertì in massa al protestantesimo, diventando ugonotta; la città fu quindi coinvolta nelle guerre di religione francesi. In seguito al trattato di Saint-German, i protestanti francesi ebbero diritto a conservare quattro piazzeforti, una delle quali fu Montauban, cosa che portò nei decenni successivi all'ampliamento delle fortificazioni cittadine. Nel 1598 fu fondata un'università protestante, l' Accademie di Montauban e Puylaurens.

La città fu coinvolta in nuovi eventi bellici legati ai conflitti di religione negli anni '20 del secolo XVII e resistette con successo all'assedio, durato tre mesi, posto alla città dalle truppe realiste francesi al comando del duca di Luynes, Carlo d'Albert e dello stesso re Luigi XIII, ma nel 1629, in seguito alla capitolazione di La Rochelle, furono intraprese trattative con il cardinale Richelieu, che portarono alla resa della città ed alla distruzione delle mura.

Nel 1685 l'università protestante fu chiusa; una facoltà di teologia protestante fu riaperta nel 1808, ma venne trasferita definitivamente a Montpellier durante la prima guerra mondiale.

Nel 1851 Ingres, nativo di Montauban, donò alla città una parte delle proprie collezioni; alla morte del pittore (avvenuta nel 1867) la collezione si ampliò enormemente con innumerevoli schizzi e bozzetti dell'artista. Il Museo Ingres di Montauban fu poi ristrutturato negli anni cinquanta del secolo XX.

Durante la Guerra civile spagnola un grande numero di rifugiati repubblicani in fuga dal franchismo transitarono per la città. Durante la seconda guerra Mondiale trovò rifugio a Montauban pure l'opera leonardiana Monna Lisa, riportata al Louvre nel dopoguerra.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Musei[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti

Personalità nate a Montauban[modifica | modifica sorgente]

Monumenti[modifica | modifica sorgente]

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Francia