Montagne russe in legno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Texas Giant, un grande Wooden Coaster a Six Flags Over Texas, Arlington, TX
Colossos, uno dei più grandi Wooden Coaster a Heide Park, Germany.
Thunderbird nel parco divertimenti PowerPark

Le montagne russe in legno, in inglese wooden roller coaster o più semplicemente wooden coaster, sono generalmente definite come montagne russe con i binari di lamine metalliche che corrono su una struttura di legno. In alcuni casi la struttura può essere un'impalcatura metallica o essere fatta a capriate, ma in ogni caso l'attrazione rimane sempre classificata come Wooden Coaster. A causa dei limiti tecnici del legno, le montagne russe in legno generalmente non hanno inversioni (tratti in cui i passeggeri si trovano a testa in giù), discese troppo ripide o overbanked turns (curve con inclinazioni molto elevate). Ci sono comunque alcune eccezioni; Son of Beast a Kings Island raggiunge l'altezza di 66 m e originariamente comprendeva un giro della morte alto 36 m (rimosso verso la fine del 2006), ad ogni modo il giro della morte era sostenuto da una struttura di acciaio. Altri casi particolari sono Hades al Mount Olympus Water and Theme Park a Wisconsin, con un tunnel percorso nei due sensi e una curva inclinata di 90°, The Voyage a Holiday World (un esempio di montagne russe che utilizzano una struttura di acciaio come supporto) con tre diverse curve inclinate di 90°, e T Express a Everland nella Corea del Sud con una discesa ripida 77°.

Declino e rinascita[modifica | modifica wikitesto]

Le montagne russe in legno sembrano effettivamente essere soggette a un lento declino della popolarità e ciò può essere dovuto a diverse ragioni. Innanzitutto esse richiedono un gran numero di energie e di fondi ogni anno per essere tenute in condizioni ottimali, tramite interventi regolari quali il controllo e la manutenzione dell'intera struttura e delle rotaie, la lubrificazione e la ri-posa di queste ultime. Le montagne russe in acciaio (Steel Roller Coaster), invece, hanno costi iniziali più alti, ma si rivelano poi più economiche dal punto di vista della manutenzione.

Le montagne russe in legno sono inoltre meno attrattive dal punto di vista commerciale, in un mondo che è attualmente controllato dai mezzi di comunicazione di massa tramite la pubblicità. Infatti queste ultime, riguardo alle montagne russe, attirano il pubblico se si concentrano sul fatto che una data attrazione è "la più grande", "la più alta" o "la più veloce"; e molto raramente una montagna russa in legno è dotata di queste caratteristiche, dal momento che la maggior parte delle strutture che detengono un record sono in acciaio. I parchi divertimenti sono sempre alla ricerca di attrazioni che possono essere presentate dal punto di vista commerciale come incredibilmente alte o estreme, tendenza che taglia fuori dalle loro possibili scelte le montagne russe in legno.

Comunque, l'apertura di diverse nuove montagne russe in legno sta invertendo l'andamento negativo. Nel 2006 tre grandi strutture in legno sono state aperte negli Stati Uniti: The Kentucky Rumbler al Beech Bend Park, Wodan all'Europa Park, The Voyage al Holyday World ed El Toro al Six Flags Great Adventure. Un'altra montagna russa in legno, Renegade a Valleyfair, è stata aperta nel 2007. Rimane da stabilire se queste nuove attrazioni segnino davvero l'inizio di una rinascita delle montagne russe in legno; in ogni caso indicano che l'interesse dei parchi divertimento per tali strutture non è certo scomparso. Questo può essere dovuto al fatto che attrazioni come El Toro al parco Six Flags Great Adventure, grazie ai tratti prefabbricati, danno le medesime sensazioni di una montagna russa in acciaio.

Tracciati prefabbricati[modifica | modifica wikitesto]

Uno dei più significativi recenti sviluppi circa la progettazione delle montagne russe in legno è l'uso di Intamin di tracciati prefabbricati. Questa tecnica essenzialmente applica i principi delle montagne russe in acciaio nella produzione del legno.

Il percorso di una tradizionale montagna russa in legno viene costruito sul posto. Esso è inchiodato strato dopo strato alla struttura portante, poi è levigato alla giusta forma, infine le lamine di acciaio che fungono da rotaie vengono montate sulla cima. Al contrario, un percorso prefabbricato viene costruito in fabbrica. Questo è fatto di tanti piccoli strati di legno che sono incollati insieme e in seguito tagliati da un laser fino all'esatta forma desiderata. Il tracciato viene costruito diviso in sezioni da circa 7,5 m che hanno delle speciali giunture alle estremità, che le rendono in grado di incastrarsi insieme come pezzi di Lego. Questo processo permette di ottenere una precisione che sarebbe impossibile raggiungere a mano. Inoltre, i treni per una montagna russa prefabbricata in legno hanno ruote con gomme di poliuretano. Al contrario i treni di una montagna russa in legno tradizionale hanno ruote di semplice metallo.

Tramite questo processo si ottiene una giostra che si avvicina moltissimo alla perfezione delle strutture di una buona montagna russa in acciaio e che supera di gran lunga una qualsiasi struttura in legno tradizionale. Comunque, alcuni appassionati trovano questa perfezione penalizzante per l'esperienza, perché non provoca le stesse sensazioni delle montagne russe in legno tradizionali. Malgrado ciò, tutte le tre strutture in legno prefabbricate sono continuamente citate tra le migliori montagne russe in legno del mondo.

Le montagne russe in legno prefabbricate hanno inoltre i vantaggi di una costruzione più veloce e una minore manutenzione rispetto ad una struttura tradizionale. Il tracciato è semplicemente fissato con bulloni alla struttura, operazione che richiede un impiego di tempo insignificante rispetto alla sua effettiva costruzione, e rimane liscio per un periodo di tempo molto più lungo di un tracciato tradizionale, che diventa ruvido abbastanza velocemente e deve essere in alcuni casi rimpiazzato.

Legno e metallo a confronto[modifica | modifica wikitesto]

Le montagne russe in legno sono completamente diverse dalle montagne russe in acciaio, sia per quanto riguarda le sensazioni che prova il passeggero sia per quanto riguarda ciò che è la giostra effettivamente. Mentre dal punto di vista tecnico sono meno dotati delle strutture in acciaio sotto il profilo di inversioni ed elementi, le strutture in legno risultano essere attrazioni più rozze e "selvagge", essendoci un approccio psicologico diverso. Una struttura di sostegno così imponente rispetto ai semplici pali di una montagna russa in acciaio e all'apparenza così fragile, il frastuono generato dal treno che passa sulle rotaie, il percorso che scuote il passeggero e si rituffa nella struttura di sostegno del percorso stesso sono gli elementi principali che concorrono a dare al passeggero una sensazione di totale mancanza di controllo e di sicurezza, come se stesse tutto per crollare da un momento all'altro. Anche la forma del treno contribuisce a ciò, essendo all'apparenza fragile e non sicuro.[1] Ovviamente, tutte queste sono solo impressioni mentali che tradiscono la sicurezza di cui sono dotate queste strutture, anche se un elemento di apparente instabilità c'è; infatti la struttura effettivamente ondeggia sotto l'azione della forza del treno per l'elasticità del legno. Questa però è necessario per il corretto funzionamento di tutta la giostra, se tutta la struttura dell'attrazione fosse troppo rigida, si romperebbe dietro la sollecitazione del treno che sta passando. Invece gli ondeggiamenti evitano ciò, assecondando i movimenti del treno e assorbendo la forza.

Come le montagne russe in acciaio, gli impianti in legno utilizzano il medesimo sistema a tre ruote, ideato da John Miller. Ogni gruppo di ruote è formato da una ruota da corsa (sopra la rotaia), una ruota laterale di frizione (per ridurre il movimento da un lato all'altro chiamato "hunting") e una ruota sotto alla rotaia che tenga il treno attaccato ad essa, evitando che questo voli fuori dal tracciato). Alcune strutture in legno, ad esempio Leap-The-Dips, non sono dotati di ruote sotto alla rotaia, e sono conosciuti come ottovolanti a frizione laterale (side friction roller coaters). Anche gli Scenic Railway Roller Coasters non sono dotati di ruote sotto i binari, ma si affidano a un sistema di freni che controlla la velocità. Qualche montagna russa in legno utilizza ruote "bordate", simili a quelle di un vagone ferroviario, eliminando la necessità di ruote laterali.

Il dibattito su quale tipo di coaster, di legno o metallo, continua, e difficilmente avrà mai fine. Infatti ogni categoria si distingue dalle altre in un gran numero di caratteristiche, oltre a produrre attrazioni sostanzialmente differenti e uniche.

Esempi di montagne russe in legno[modifica | modifica wikitesto]

Vuoristorata, costruito nel 1951, domina il parco divertimenti Linnanmäki a Helsinki, Finlandia.
  • Balder al parco divertimenti Liseberg, Göteborg, Svezia. Sono le seconde montagne russe in legno prefabbricate ad essere state costruite
  • The Beast a Kings Island, Ohio, USA. The Beast detiene il record della montagna russa in legno più lunga del mondo
  • Bjergrutschebanen a Giardini di Tivoli, Copenaghen, Danimarca. Costruito nel 1914 ancora in funzione con un impiegato che ne controlla la velocità tramite un freno.
  • Coaster a Playland a Vancouver, British Columbia, Canada. Quest'attrazione venne costruita nel 1958 e raggiunge la velocità di 75 km/h. Compare nel film Riding the Bullet.
  • Colossos a Heide Park, Soltau, Germania. Colossos, costruito nel 2001, è uno dei più grandi impianti in legno del mondo.
  • The Cyclone a Coney Island, New York, USA. Uno dei più famosi roller coaster americani, costruito nel 1927.
  • El Toro' a Six Flags Great Adventure, Jackson, New Jersey, USA - Aperto nel 2006 con una discesa più ripida di qualsiasi altra montagna russa in legno (76°).
  • GhostRider at Knott's Berry Farm, Buena Park, CA, USA. Le montagne russe in legno più lunghe della costa occidentale degli Stati Uniti.
  • Grand National a Pleasure Beach Blackpool, Regno Unito - Una delle tre montagne russe a nastro di Möbius (Möbius strip roller coaster) ancora operanti.
  • Hullámvasút[2] a Vidámpark, Budapest, Ungheria. Struttura costruita nel 1922 su progetto di Ervin Dragon, è alta 17 m e lunga 980 m. È uno dei pochi ottovolanti a frizione laterale del mondo, ed è un ACE Coaster Classic[3], aperti dal 1926, ancora operante.
  • Leap-The-Dips a Lakemont Park, Altoona, PA, USA. Il più vecchio roller coaster del mondo ancora in funzione (costruito nel 1922)
  • Thunderbolt a Kennywood Park, Pittsburgh, PA, definito "Il Re dei Coasters" dal New York Times.
  • 'The Scenic Railway, aperto il 7/3/1920. Le montagne russe più vecchio del Regno Unito e le terze al mondo si trovano a Dreamland Margate, Kent. Furono chiuse nel 2005 e il 25% del percorso venne distrutto in un incendio il 7 aprile 2008, comunque si sta pianificando su come ripararla.
  • Boulder Dash considerata la miglior montagna russa in legno del mondo dalla National Amusement Park Historical Association, si trova a Lake Compounce, Bristol, CT.
  • Shivering Timbers Situato a Michigan's Adventure vicino Muskegon, Michigan, è la quarto montagna russa più lunga del mondo.
  • The Voyage a Holiday World & Splashin' Safari, Santa Claus, Indiana, USA. Include 3 overbanked turns di 90°.
  • Zippin Pippin a Libertyland, Memphis, T, USA, si dice fosse la montagna russa preferita di Elvis Presley.
  • Sierra Tonante a Mirabilandia Ravenna, Italia. L'ottovolante era alto 35 metri con un percorso di lunghezza superiore al chilometro. A tutt'oggi, in Europa, resta il secondo ottovolante in legno più veloce costruito. Fu costruita nel 1992 e funzionò fino al 2007 ma poi a causa degli alti costi di manutenzione e continui controlli per garantire la sicurezza visto il fatto che si rendeva necessario sostituire l'intero percorso ma anche buona parte dei tralicci che lo sostenevano e inoltre gli scossoni avvertiti dagli ospiti del trenino durante le ultime stagioni, si avvicinavano ormai al limite sopportabile e al limite della sicurezza stessa fu smantellato all'inizio del 2008. Al suo posto è subentrato l'iSpeed.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I rollercoaster, di Massimiliano Freddi - Parksmania.it: news e informazioni su parchi divertimento, parchi acquatici, parchi gioco, centri benessere, wellness e resort temati...
  2. ^ Hullámvasút
  3. ^ ACE Coaster Classic Awards

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]