Monias benschi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Monia di Bensch
Subdesert Mesite.jpg
Monias benschi
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Mesitornithiformes
Famiglia Mesitornithidae
Genere Monias
Oustalet e G. Grandidier, 1903
Specie M. benschi
Nomenclatura binomiale
Monias benschi
Oustalet e G. Grandidier, 1903

La Monia di Bensch (Monias benschi Oustalet e G. Grandidier, 1903) è un uccello terricolo della famiglia dei Mesitornithidae, endemico del Madagascar. È l'unica specie del genere Monias.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

È un uccello terricolo di medie dimensioni, spesso descritto come simile ad un rallo. Questa specie ha un lungo becco ricurvo all'ingiù che la distingue dagli altri membri della famiglia. Entrambi i sessi hanno il dorso grigiastro e dei sottili sopraccigli bianchi. Le regioni inferiori sono bianche; il maschio presenta delle macchie nere a forma di mezzaluna ai lati del collo e sulla parte superiore del petto. La femmina ha delle macchie rossastre che si confondono con lo sfondo, anch'esso rossastro, ed una macchia marroncina sulla guancia.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Si nutre sul suolo di piccoli vertebrati, semi e frutta, che può anche rintracciare scavando sotto la superficie.

I nidi di questi uccelli sono costituiti da piattaforme di rami ben in vista, edificate nella boscaglia a 2 metri dal suolo. Vi vengono deposte una o due uova. L'incubazione e l'allevamento dei piccoli vengono effettuate da entrambi i sessi. Possono essere sia poliandrici che poliginici.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Areale di

██ Monias benschi

██ Mesitornis unicolor

██ Mesitornis variegatus

Il suo areale è ristretto ad una piccola regione di pianura del Madagascar sud-occidentale.[1]

Popola le radure della foresta spinosa, dal livello del mare fino a una altitudine di 130 metri.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La popolazione di questa specie, nonostante sia estremamente ristretta da un punto di vista geografico, non è ridottissima. È molto vulnerabile, però, a causa del degrado dell'habitat, dei predatori, della caccia, della mancanza di una protezione ufficiale e dell'areale molto ristretto.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Don Roberson, Mesite Page.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]