Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Monia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Monia è un nome proprio di persona italiano femminile[1].

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

  • Femminili: Monya, Monja

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Nome dall'etimologia dubbia; secondo alcune fonti, rappresenta l'adattamento italiano di un nome spagnolo, Monja, basato sul termine greco μονος (monos, "uno", "solo"), ed è talvolta accostato a Monica (anch'esso basato, secondo alcune ipotesi, su tale elemento)[1]; altri lo considerano invece una variante del nome Mona[2]. In alcuni casi, inoltre, può avere origini russe, sia come ipocoristico di Матрона (Matrona), sia come variante di Маня (Manja)[2], un ipocoristico di Мария (Marija)[3].

Il nome si è diffuso in Italia a partire dal 1968, grazie al successo di una canzone intitolata Monia cantata dal gruppo musicale The Communicatives[1] e alla ripubblicazione in lingua francese di una canzone del cantante svedese Peter Holm dal titolo Monia (Monja nell'originale svedese, distribuito in Italia col titolo Monya.[senza fonte]

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

Essendo un nome adespota, ossia privo di santa patrona, l'onomastico si può eventualmente festeggiare il 1º novembre, in occasione di Ognissanti.

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il nome Monia e il nome Naomi hanno le stesse lettere, ma messe in ordine diverso.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Galgani, pp. 378, 379.
  2. ^ a b (EN) Monja, Nordic Names. URL consultato il 25 febbraio 2015.
  3. ^ (EN) Manja, Nordic Names. URL consultato il 25 febbraio 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi