Mongrando

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mongrando
comune
Mongrando – Stemma Mongrando – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Biella-Stemma.png Biella
Amministrazione
Sindaco Antonio Filoni (lista civica Mongrando in Comune) dal 25/05/2014
Territorio
Coordinate 45°31′00″N 8°00′00″E / 45.516667°N 8°E45.516667; 8 (Mongrando)Coordinate: 45°31′00″N 8°00′00″E / 45.516667°N 8°E45.516667; 8 (Mongrando)
Altitudine 355 m s.l.m.
Superficie 16,70 km²
Abitanti 4 009[1] (31-12-2010)
Densità 240,06 ab./km²
Frazioni Aral Grande, Borgo-San Lorenzo, Ceresane, Ceresane-Curanuova, Curanuova, Granero, Graziano-Ruta, La Tana, Le Vignazze, Maghetto, Minazia, San Michele, Toso
Comuni confinanti Borriana, Camburzano, Donato, Graglia, Netro, Occhieppo Inferiore, Ponderano, Sala Biellese, Zubiena
Altre informazioni
Cod. postale 13888
Prefisso 015
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 096035
Cod. catastale F369
Targa BI
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona E, 2 748 GG[2]
Nome abitanti mongrandesi
Patrono Madonna del Carmine
Giorno festivo 16 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Mongrando
Sito istituzionale

Mongrando (Mongrand in piemontese) è un comune di 4.018 abitanti della provincia di Biella.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Il territorio comunale di Mongrando si sviluppa sulle ultime pendici delle colline che, dalle falde del Mombarone e della Serra, scendono verso la pianura biellese.

Il Castelliere di Mongrando

È attraversato dal torrente Elvo e dai suoi affluenti Viona e Ingagna; quest'ultimo è sbarrato da una diga che dà origine all'omonimo lago, il quale sconfina verso ovest nel territorio dei comuni limitrofi di Graglia e Netro.[3]
Una piccola parte del comune è inclusa nel territorio del Parco Regionale della Bessa, che tutela in quest'area un'antica struttura fortificata nota come il Castelliere di Mongrando.[4]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica sorgente]

Il comune apparteneva alla Comunità montana Bassa Valle Elvo, soppressa nel 2009 e confluita, insieme alla Comunità montana Alta Valle Elvo, nella Comunità montana Valle dell'Elvo.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[5]

Storia[modifica | modifica sorgente]

In tempi preromanici Mongrando aveva insediamenti abitati nel castelliere della Bessa, i Romani occuparono il territorio alla ricerca dell'oro.

Il primo documento in cui riporta il nome di Mongrando risale al 1152, dove l'imperatore Federico Barbarossa dona questo paese a Guido di Biandrate.

In epoca medievale era già noto per la sua posizione strategica. Infatti il castello di Santa Maria[6] fu a lungo conteso da uomini potenti, fino agli ultimi anni del 1600 (Di questo castello rimangono solo dei ruderi, in frazione Ceresane).

Nel XV secolo venne saccheggiato dalle truppe di Facino Cane, Mongrando passò dai Savoia (XV secolo) agli Avogadro, gli Scoglia, i Loyra di Poirino (XVII secolo) a Giovanni Battista Cassatti (XVIII secolo).

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Carta Tecnica Regionale raster 1:10.000 (vers.3.0) della Regione Piemonte - 2007
  4. ^ Il Castelliere di Mongrando, Regione Piemonte - Piemonte Parchi (testo on-line in pdf su [1])
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ http://www.italiapedia.it/comune-di-mongrando_Storia-096-035.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte