Adozione dell'euro in Ungheria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Monete euro ungheresi)
Situazione aggiornata ad agosto 2014:

██ Zona euro

██ UE appartenenti all'AEC II

██ UE non appartenenti all'AEC II

██ UE appartenenti all'AEC II con opt-out

██ UE non appartenenti all'AEC II con opt-out

██ Non UE che usano bilateralmente l'euro

██ Non UE che usano unilateralmente l'euro

L'adozione dell'euro in Ungheria è il percorso che l'Ungheria ha intrapreso per adottare l'euro. Il paese magiaro è membro dell'Unione Europea dal maggio del 2004, ma non ha ancora completato la terza fase dell'Unione Economica e Monetaria. Per questo motivo lo Stato continua ad usare la sua moneta storica, il fiorino ungherese.

L'Ungheria ha programmato di voler adottare l'euro non prima del 1º gennaio del 2015.

Parametri di Maastricht[modifica | modifica sorgente]

L'evoluzione storica del rispetto dei parametri di Maastricht, il cui rispetto è condizione necessaria all'adozione dell'euro, è riassunta nella tabella seguente:

Rapporto Stabilità dei prezzi Disavanzo pubblico e debito pubblico Tasso di cambio Tassi di interesse
maggio 2012[1] X mark.svgNo SiY X mark.svgNo X mark.svgNo
maggio 2010[2] X mark.svgNo X mark.svgNo X mark.svgNo X mark.svgNo
maggio 2008[3] X mark.svgNo X mark.svgNo X mark.svgNo X mark.svgNo
dicembre 2006[4] X mark.svgNo X mark.svgNo X mark.svgNo X mark.svgNo
2004[5] X mark.svgNo X mark.svgNo X mark.svgNo X mark.svgNo

Facciata nazionale[modifica | modifica sorgente]

La corona di re santo Stefano, lo stemma dell'Ungheria

Non è stato ancora proposto nessun disegno per la faccia nazionale. La soluzione più logica per un futuro potrebbe essere lo Stemma dell'Ungheria, ovvero la corona di Santo Stefano, che è il simbolo più rappresentativo del paese magiaro. Naturalmente questa è solo un'ipotesi e i futuri disegni potrebbero raffigurare altre cose.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Banca Centrale Europea, www.ecb.int, maggio 2012, http://www.ecb.int/pub/pdf/conrep/cr201205it.pdf. URL consultato il 14 dicembre 2012.
  2. ^ Banca Centrale Europea, www.ecb.int, maggio 2010, http://www.ecb.int/pub/pdf/conrep/cr201005it.pdf. URL consultato il 14 dicembre 2012.
  3. ^ Banca Centrale Europea, www.ecb.int, maggio 2008, http://www.ecb.int/pub/pdf/conrep/cr200805it.pdf. URL consultato il 14 dicembre 2012.
  4. ^ Banca Centrale Europea, www.ecb.int, dicembre 2006, http://www.ecb.int/pub/pdf/conrep/cr200612it.pdf. URL consultato il 14 dicembre 2012.
  5. ^ Banca Centrale Europea, www.ecb.int, 2004, http://www.ecb.int/pub/pdf/conrep/cr2004it.pdf. URL consultato il 14 dicembre 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]