Monastero Mater Ecclesiae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima abbazia dell'Isola di San Giulio, vedi Abbazia Mater Ecclesiae.
Monastero Mater Ecclesiae
Il monastero all'interno dei Giardini Vaticani
Il monastero all'interno dei Giardini Vaticani
Stato Città del Vaticano Città del Vaticano
Località Città del Vaticano
Religione Cattolica
Diocesi Diocesi di Roma
Inizio costruzione 1992
Completamento 1994

Il monastero Mater Ecclesiae è un monastero situato all'interno della Città del Vaticano, nei Giardini Vaticani, vicino alla Fontana dell'Aquila.

Il complesso è stato costruito tra il 1992 e il 1994 al posto di un edificio amministrativo della Gendarmeria Vaticana, integrandolo con la vecchia residenza dei giardinieri. La struttura, a forma di parallelepipedo, è divisa in due parti: a ovest si trova la cappella di due piani, a est gli ambienti monastici e le 12 celle, strutturati su quattro piani. Accanto al monastero si trova un orto, dove vengono coltivate frutta e verdura con metodi biologici.

Il monastero è stato costruito per volontà di Papa Giovanni Paolo II, che desiderava avere un gruppo monastico di suore in Vaticano che pregasse per il pontefice e la Chiesa cattolica. Secondo lo statuto del monastero, ogni cinque anni è prevista l'alternanza di ordini monastici differenti. Hanno abitato il monastero i seguenti ordini religiosi:

Con l'avvio di lavori di ristrutturazione nel novembre 2012, le ultime suore hanno lasciato il monastero[1].

L'11 febbraio 2013 padre Federico Lombardi ha annunciato che il monastero, ultimata la ristrutturazione, ospiterà papa Benedetto XVI dopo la sua rinuncia al ministero petrino[2].

Il 30 aprile 2013 viene reso noto che i lavori di ristrutturazione del monastero sono terminati. Il papa emerito Benedetto XVI vi si è trasferito il 2 maggio 2013[3][4], insieme al suo segretario particolare e prefetto della casa pontificia monsignor Georg Gänswein e a quattro Memores Domini.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Benedetto XVI torna a vivere in Vaticano. Il 2 maggio si trasferisce al monastero, la Repubblica, 30 aprile 2013
  2. ^ Ecco il monastero di clausura dove si ritirerà il Papa, Il Sole 24 Ore, 11 febbraio 2013
  3. ^ Ratzinger in Vaticano. L'abbraccio di Francesco, lastampa, 2 maggio 2013
  4. ^ RIENTRO DEL PAPA EMERITO BENEDETTO XVI IN VATICANO , 02.05.2013, 2 maggio 2013

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]