Mona Simpson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la scrittrice americana nata nel 1957, vedi Mona Simpson (scrittrice).
Mona Simpson
Mona nel secondo episodio in cui appare
Mona nel secondo episodio in cui appare
Universo I Simpson
Lingua orig. Inglese
Autore Matt Groening
1ª app. in Mamma Simpson
Ultima app. in Mona se ne va
app. it. 11 maggio 1996
Voce orig. Glenn Close
Voci italiane
Sesso Femmina
Luogo di nascita Springfield
Data di nascita 15 luglio 1929
Parenti

Mona J. Simpson[1] è stata un personaggio secondario della serie animata I Simpson. Era la moglie di Abraham Simpson e la madre di Homer Simpson.Tutti gli episodi in cui appare e quelli in cui viene citata sono drammatici oppure mostrano una riflessione sentimentale da parte del figlio.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Abbandona il marito Abe Simpson e il figlio Homer quando questo è ancora piccolo (costringendolo, di fatto, a vivere solo col padre, che non lo degna certo di molto affetto), per sostenere i suoi ideali e cercare di impedire una guerra batteriologica, ponendosi in prima persona anche contro Montgomery Burns, il ricco magnate di Springfield. Queste azioni la costringono a una vita da fuggitiva, per timore di essere scoperta e arrestata. Mona è sempre stata una premurosa madre ed un'attenta moglie fino a quando lo spirito degli anni sessanta non le entrò in testa dopo aver visto in televisione un giovane giocatore di football dai lunghi basettoni.

Inizia a manifestare quasi inconsapevolmente contro il potere di Montgomery Burns e la sua fabbrica di ricerca sulla guerra batteriologica. Una notte saluta suo marito Abe e bacia amorevolmente Homer già addormentato e penetra con i suoi compagni rivoluzionari nella fabbrica di Burns spargendo una nuvola di antibiotico che distrugge ogni virus e batterio presente nel laboratorio. Durante la fuga, il gruppo investe in pieno Burns accorso per constatare i danni, Mona è l'unica a soccorrere il vecchio non riconoscendolo, viene identificata a sua volta ed il vecchio promette di darle la caccia finché avrà vita (verrà bloccato dal catturarla in quella circostanza per colpa del giovane Winchester che gli stampa una porta in faccia).

Mona inizia la sua vita da fuggitiva, aiutata dai vari gruppi hippie del paese. Abe dirà al piccolo Homer che sua madre è morta e gli indicherà una lapide al cimitero di Springfield ogni volta che ci passeranno davanti. A causa di uno scherzo di Homer per saltare il lavoro di volontariato della centrale nucleare (6º episodio della 7ª stagione Mamma Simpson), l'uomo verrà dichiarato morto e nel tentativo di ripristinare il suo status di "vivo" Homer scoprirà che sua madre non è mai morta e che la lapide che suo padre gli continuava ad indicare era un monumento a Walt Withman.

Per una circostanza fortuita, Homer e sua madre si rincontreranno al cimitero, Mona infatti è andata lì per omaggiare suo figlio ritenuto morto ma i due si riuniranno e la famiglia Simpson incontrerà per la prima volta Mona Simpson. Durante il periodo di convivenza in casa, Mona rivelerà alla fine il suo passato di fuorilegge e durante una visita alle poste di Springfield verrà identificata da Montgomery Burns che metterà gli agenti federali sulle sue tracce.

Solo per merito del commissario Winchester (grato alla Simpson per aver sconfitto l'asma che gli impediva di entrare in polizia) Mona Simpson potrà fuggire nuovamente, braccata dalla legge ma felice di aver rivisto Homer ed aver conosciuto la sua famiglia. Ritornerà dopo molti anni (2º episodio della 15ª stagione Mia madre la fuggiasca) per la nostalgia di suo figlio e di tutta la famiglia. Viene sfortunatamente catturata e sottoposta a processo ma a causa della pessima fama di Burns verrà prosciolta da tutte le accuse e tornerà libera.

Homer da quel momento rivive tutte le esperienze perse con la madre (si farà insegnare come andare in bici e mostrerà alla madre la nascita, recitata, di Bart), a causa di un cavillo burocratico (Mona firmava nei parchi nazionali con nomi inventati, e questa pratica è reato federale) Burns la farà arrestare ed incarcerare nuovamente ma Homer salverà la madre dirottando il furgone detenuti sul quale stava viaggiando. Dopo aver fatto scendere tutte le detenute, Homer e Mona Simpson fuggono inseguiti dalla polizia, Mona salva il figlio dalla cattura tramortendolo e lanciandolo fuori dall'autobus, inscena quindi la sua morte facendo precipitare l'autobus da un dirupo e tutti la credono morta tranne Homer.

Nel 19º episodio della 19ª stagione (Mona se ne va) torna a Springfield cercando di recuperare il rapporto con il figlio che ora ha perso fiducia in lei e aspetta solo il momento di essere abbandonato di nuovo. Inaspettatamente Mona muore sul divano, davanti al camino di casa simpson e dal suo video-testamento chiede che le sue ceneri vengano sparse ad una precisa ora sulla montagna di Springfield. Homer scoprirà che la sua richiesta era studiata per sabotare un missile che Montgomery Burns stava lanciando dal cuore della montagna per scopi malvagi. Il suo nome deriva dalla scrittrice Mona Simpson, moglie di uno degli sceneggiatori della serie, Richard Appel, che ha voluto onorarla, e sorella minore del CEO di Apple, Steve Jobs.

Mona riappare nel 16º episodio della 23ª ventitreesima stagione (E alla fine arriva la mamma) in sogno a Homer salvandolo, mantenendo la promessa che lei rimarrà sempre nel suo cuore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Simpsons: episodio 15x02, My Mother the Carjacker, Fox, 2003-11-09.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

I Simpson Portale I Simpson: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di I Simpson