Modest Il'ič Čajkovskij

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Modest Čajkovskij

Modest Il'ič Čajkovskij, (in russo: Модест Ильич Чайковский), (Alapaevsk, 13 maggio 185015 gennaio 1916), è stato un drammaturgo e librettista russo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Modest era il fratello minore di Pëtr Il'ič Čajkovskij. Seguì un corso di studi in legge e si laureò in giurisprudenza. Nel 1876, Modest divenne il precettore del giovane ragazzo sordomuto Nikolaj ('Kolja') Hermanovič Konradi (1868-1922) e, adoperando un metodo speciale, gli insegnò a parlare, scrivere e leggere.

Modest decise di dedicare la sua vita alla musica ed alla letteratura. Scrisse opere per il teatro di prosa, tradusse sonetti di Shakespeare in lingua russa e scrisse i libretti per le opere di suo fratello, ma anche per altri compositori come Eduard Nápravník, Arsenij Nikolaevič Koreščenko, Anton Stepanovič Arenskij e Sergej Vasil'evič Rachmaninov. Essendo l'amico più intimo di suo fratello, divenne il suo primo biografo, ed anche il fondatore del Museo Čajkovskij a Klin.

Così come il suo più famoso fratello, egli era omosessuale.[1]

Morì a Mosca nel 1916.

Opere di prosa[modifica | modifica wikitesto]

  • Predrassudki (Предрассудки – Pregiudizi)
  • Simfonija (Симфония – Sinfonia)
  • Den' v Peterburge (День в Петербурге – Un giorno a Pietroburgo)

Libretti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alexander Poznansky, Tchaikovsky: The Quest for the Inner Man, p. 170 et al.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Modest Čajkovskij, The Life And Letters of Peter Ilich Tchaikovsky, University Press of the Pacific (2004) ISBN 1-4102-1612-8

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 120738072