Modello di Harrod-Domar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il modello di Harrod-Domar è un modello matematico usato in economia dello sviluppo per spiegare il tasso di crescita di un'economia in termini di livello di risparmio e produttività del capitale.

Si parte dall'ipotesi che gli investimenti nazionali siano uguali alla variazione dello stock di capitale e uguali al risparmio nazionale.

I=\Delta K=S

dove

S=s*Y

con s uguale alla propensione marginale al risparmio, e

\Delta K=k*\Delta Y

Si definisce k come il rapporto tra \Delta K e \Delta Y

k=\Delta K/\Delta Y

ovvero il rapporto tra la variazione dello stock di capitale e la variazione della produzione nazionale. Con k=2, ad esempio, un raddoppiamento dello stock di capitale si tradurrebbe in una quadruplicazione della produzione nazionale.

Conoscendo k e s è possibile calcolare il saggio di crescita garantito di un paese con la formula:

g=s/k

Ad esempio, se la propensione marginale al risparmio è del 2% e k = 2, il saggio di crescita garantito di un paese sarebbe del

1%=2%/2.

Per portare un paese fuori dal circolo vizioso della povertà si richiede di aumentare il risparmio nazionale fino al 30% in maniera tale da ottenere un saggio di crescita garantito del 15% riscontrato in molti paesi sviluppati durante la loro iniziale fase di crescita economica.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Adalberto Predetti, Il modello di R. F. Harrod, Roma, Istituto nazionale per lo studio della congiuntura, 1961.
  • Bruno Miconi, On Harrod's model and instability, Milano, L'industria, 1967.
  • William Easterly, The ghost of financing gap: how the Harrod-Domar growth model still haunts development economics, Washington, World bank, 1997.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia