Mobile number portability

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mobile number portability (MNP) è un'espressione della lingua inglese che significa in italiano "portabilità del numero mobile" e si riferisce al trasferimento del proprio numero di telefono cellulare da un operatore di telefonia mobile ad un altro.

Usufruendo del servizio, non è più possibile risalire all'operatore di rete utilizzato guardando il prefisso di tre cifre del numero mobile (in Italia): 39x per 3 (H3G), 33x o 36x per TIM, 34x per Vodafone e 32x o 38x per Wind (x è un numero variabile). A causa di questo una delibera (n. 26/08/CIR) obbligò gli operatori mobili italiani a mettere a disposizione una numerazione gratuita comune (456 + numero mobile) per conoscere l'attuale operatore di un dato numero mobile. Ogni operatore ha simili modalità per conoscere l'appartenenza di un numero mobile.

Storia del servizio (in Italia)[modifica | modifica wikitesto]

In Italia il servizio di MNP è stato creato il 15 gennaio 2002, da un accordo tra i vari gestori di telefonia mobile e l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni.

  • Il primo operatore ad avere le strutture di rete per acquisire i numeri donati fu WIND.
  • L'ultimo operatore ad attivare la ricezione dei numeri fu TIM, quindi c'è stato un periodo di tempo durante il quale TIM poteva cedere i suoi numeri agli altri gestori, ma non era ancora in grado di acquisirli. Probabilmente, ciò era dovuto alla doppia tecnologia utilizzata, TACS e GSM.
  • A fine 2009 veniva introdotta la possibilità del trasferimento del credito residuo da un operatore all'altro durante la portabilità (per il cliente i costi variano da 1 € fino a 1,60 € a seconda dell'operatore Donating ovvero l'operatore cedente/assegnatario).[1]

Tempistiche (in Italia)[modifica | modifica wikitesto]

L'AGCOM dichiarò sin dall'inizio che il Donating deve provvedere a consentire il passaggio entro 5 giorni lavorativi (art 4, comma 2 Delibera CIR 19/2001)[2] ma nessun operatore inizialmente rispettò le tempistiche imposte.

  • Fino al 2005 le tempistiche della portabilità variavano da 1 mese fino a 6 mesi.
  • Successivamente e fino al 2008 si sono ridotte fino a poche settimane (20 giorni circa).
  • A dicembre 2008 l'AGCOM con un provvedimento chiedeva agli operatori di ridurre le tempistiche a 3 giorni lavorativi, ufficializzato nel 2009 dopo un Consiglio di Stato.[3]
  • Nel 2009 le portabilità concretamente avvenivano al massimo in un decina di giorni lavorativi ma già nel 2010 le tempistiche iniziavano ad essere in linea con le direttive AGCOM.
  • A novembre 2011, sempre l'AGCOM, ha imposto nuove regole (in vigore da marzo 2012) per le tempistiche della portabilità che dovrà avvenire entro 24 ore altrimenti il cliente potrà chiedere, in maniera non onerosa, un indennizzo non inferiore a 2,5 € per ogni giorno di ritardo (delibera n. 147/11/CIR).[4] In ogni caso l’Autorità ha esonerato l’operatore ricevente dall'obbligo di corrispondere l’indennizzo quando il ritardo è limitato a 48 ore lavorative. L’indennizzo, tuttavia, è dovuto dal terzo giorno di ritardo ed in tal caso vengono calcolati nel risarcimento anche i primi due giorni lavorativi.

Modalità per conoscere l'operatore di appartenenza di un numero mobile (in Italia)[modifica | modifica wikitesto]

3 (H3G)[modifica | modifica wikitesto]

Digitando 456 seguito dal numero e confermando la chiamata, un messaggio pre-registrato darà l'informazione. Restando in linea dopo il messaggio automatico la chiamata verrà inoltrata in automatico al numero digitato.

In alternativa per non digitare il codice ogni volta, il servizio automatico gratuito denominato È un 3, informa tutte le volte che non c'è corrispondenza tra il numero chiamato e l'operatore:

Attivazione: *110*11#INVIO Disattivazione: *110*00#INVIO

Tim[modifica | modifica wikitesto]

Digitando 456 (o 40884) seguito dal numero da chiamare e confermando la chiamata, un messaggio pre-registrato darà l'informazione.

I clienti con liste di numeri amici (ad es. Duetto, 3xTe, Tris, Trio, Poker) possono utilizzare il 456 (o 40884) (senza dover aggiungere il numero): automaticamente un messaggio fornisce informazioni sulla lista; il servizio su richiesta è disponibile anche via SMS.

Vodafone[modifica | modifica wikitesto]

Digitando 456 seguito dal numero da chiamare e confermando la chiamata, un messaggio pre-registrato darà l'informazione.

In alternativa chiamare il numero gratuito 4563 e seguire le istruzioni della voce guida.

Wind[modifica | modifica wikitesto]

  • Da cellulare: digitare il codice 456 seguito dal numero da chiamare;
  • Da telefono fisso Wind (Carrier Selection/Carrier Preselection): digita 1088 456 3x... oppure 1055 456 3xy...;
  • Da telefono fisso con linea telefonica in Unbundling Local Loop (accesso diretto): digitando il numero 456 seguito dal numero da chiamare, un messaggio pre-registrato darà l'informazione.

Operatori mobili virtuali[modifica | modifica wikitesto]

In caso di operatori mobili virtuali il servizio fornisce il nome della rete ospitante dell'operatore stesso.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

telefonia Portale Telefonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di telefonia