Moïse Kisling

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto di Kisling ad opera di Amedeo Modigliani

Moïse Kisling, nato Mojżesz Kisling (Cracovia, 22 gennaio 1891Sanary-sur-Mer, 29 aprile 1953), è stato un pittore polacco.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Cracovia da una famiglia ebraica, studiò alla Scuola delle Belle Arti di Cracovia, dove venne incoraggiato a trasferirsi a Parigi, il centro della creatività artistica dell'epoca. Nel 1910, Kisling giunse a Montmartre per poi trasferirsi, qualche anno più tardi, a Montparnasse. Allo scoppio della Prima guerra mondiale si arruolò volontario nella Legione straniera francese e nel 1915 rimase seriamente ferito nella battaglia della Somme, motivo per il quale fu premiato con la cittadinanza francese.

Kisling visse e lavorò a Montparnasse dove fece parte attiva della comunità artistica del tempo. Per un breve periodo visse a Bateau-Lavoir finché nel 1913 prese uno studio a Montparnasse, nello stesso edificio dove vivevano Jules Pascin e in seguito anche Amedeo Modigliani, del quale divenne amico intimo e dal quale fu ritratto nel 1916. Lo stile utilizzato da Kisling nel dipingere paesaggi fu simile a quello di Marc Chagall, ma la sua fama fu dovuta soprattutto ai suoi nudi surreali e ai ritratti.

Moïse Kisling morì a Sanary-sur-Mer, Var, Provence-Alpes-Côte d'Azur, il 29 aprile 1953.

La più ampia raccolta delle opere di Kisling è esposta al Musée du Petit Palais di Ginevra.

Opere principali[modifica | modifica sorgente]

  • Nu assis (Kiki de Montparnasse)
  • Portrait de Madeleine Lebeau
  • Paysage de Sanary
  • Jeune femme blonde
  • Femme nue assise
  • Nu allongé
  • Port de Tamaris
  • Portrait de jeune fille brune
  • Buste nu couché


Controllo di autorità VIAF: 19687435 LCCN: n85814152