Mk III Cruiser

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cruiser Mk III
Mk III
Mk III
Descrizione
Tipo carro armato incrociatore
Equipaggio 4
Costruttore Nuffield Mechanisation and Aero Ltd
Data entrata in servizio 1938
Data ritiro dal servizio 1941
Utilizzatore principale Esercito inglese
Esemplari 65
Altre varianti Vedi Varianti
Dimensioni e peso
Lunghezza 6 m
Larghezza 2,5 m
Altezza 2,6 m
Peso 14,2 t
Propulsione e tecnica
Motore Nuffield Liberty V12
Potenza 340 hp, 250 kW
Trazione cingolata
Sospensioni Sospensioni Christie
Prestazioni
Velocità max 48 km/h
Autonomia 140 km
Armamento e corazzatura
Armamento primario Un cannone QF 2-pounder da 40 mm (87 colpi)
Armamento secondario Una mitragliatrice .303 Vickers

[1]

voci di veicoli militari presenti su Wikipedia

Il carro Cruiser Mk III (A13 Mk I) è stato un carro armato incrociatore (cruiser) britannico progettato poco prima della Seconda guerra mondiale, il primo carro inglese adottato dal British Army ad utilizzare il sistema di Sospensioni Christie che consentivano velocità più elevate e maggiore affidabilità su terreni impervi.

Storia e sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Già le due versioni precedenti, l' Mk I e l' Mk II furono esemplari prodotti in quantità limitate, dal momento che l'Esercito britannico decise la produzione dal 1936 di un nuovo carro, sviluppo diretto dell' Mk II, più veloce, più armato e dotato delle nuove sospensioni ideate dall'ingegnere americano J. Walter Christie, che consentivano l' impieghi dei carri in terreni più ostici, e allo stesso tempo una maggiore velocità.
Così nel 1936, il generale Martel, un pioniere nella progettazione dei carri armati utilizzati in supporto della fanteria, divenne assistente direttore presso l' ufficio di progettazione di mezzi militari.
All'inizio di quell'anno, Martel assistette a dimostrazioni di carri sovietici BT che già utilizzavano il sistema di sospensioni "Christie" e, impressionati positivamente dal possibile utilizzo di quel nuovo sistema meccanico, sollecitò l'adozione di quel tipo di sospensioni sui nuovi carri britannici.

Queste sospensioni ed i motori d'aereo "Liberty", furono la base per il nuovo carro Cruiser Mk III (A13), e dopo i primi test ne furono ordinate 65 unità (consegnate a metà 1939), questo carro pesava 14,2 tonnellate, aveva un equipaggio di 4 persone, e un motore da 340 hp, capace di sviluppare una velocità, alta per l'epoca, di 48 km/h, l'armamento consisteva in un cannoncino da 40 mm e una mitragliatrice installati nella torretta.

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

Mk III fuori combattimento nei dintorni di Calais, Francia

La caratteristica migliore dell' Mk III, come peraltro di tutti i carri Cruiser, era l'elevata velocità, grazie alla corazzatura non troppo spessa, quindi ad un peso contenuto, ma l'Mk III si dimostrò subito inaffidabile nella meccanica.
La maggior parte furono impiegati e persi in Francia nel 1940 con la 1ª Divisione Corazzata, ma alcuni furono utilizzati anche in Grecia e durante la Campagna del Nord Africa, tra il 1940-'41, con la 7ª Divisione Corazzata operativa in Libia. Il disegno di base del Cruiser Mk III fu poi utilizzato come base per il carro Cruiser Mk IV.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cruiser Tank Mark III

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]