Miuccia Prada

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Miuccia Prada (Milano, 10 maggio 1948) è una stilista e imprenditrice italiana. Nipote di Mario Prada, insieme al marito Patrizio Bertelli, ha guidato e trasformato Prada in una delle case di moda più blasonate del mercato internazionale. Nel 2013 risulta, secondo Forbes, la donna più ricca d'Italia[1] con 12,4 miliardi di dollari.

Biografia e approccio alla moda[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di Gino Bianchi e Luisa Prada, dirigente dell'azienda di famiglia. Diplomatasi al Liceo classico Giovanni Berchet di Milano. Nel 1971, dopo essersi laureata in scienze politiche e aver studiato recitazione al Piccolo Teatro di Milano, è entrata a lavorare da Prada. Nel 1977 ha incontrato il futuro marito Patrizio Bertelli che l'avrebbe poi affiancata nella conduzione manageriale del marchio. Agli inizi degli anni Ottanta, disegna una collezione di borse nere in fine nylon che diventarono presto richiestissime in tutto il mondo. Il clamoroso successo riscosso, soprattutto con la creazione del celebre zainetto di nylon nero, collocò lo stile Prada in una categoria tecno-minimalista, che gli rimase affibbiata per molto tempo.

Nel 1988 presentò la prima linea di prêt-à-porter autunno-inverno a Milano: lo stile, che giocava sul contrasto cromatico bianco-nero, spianò la strada per il successo di Prada. Oggi le collezioni Prada vengono ancora presentate durante le settimane del prêt-à-porter milanese di febbraio e settembre. Nel 1993 nacque la linea Miu Miu, linea più fresca e sperimentale dedicata ad una clientela più giovane, con una collezione in grado di mischiare sapientemente pizzo guipure, body aderenti e pantaloncini da ciclista. Le collezioni "Miu Miu" vengono oggi presentate a Parigi durante le settimane della moda prêt-à-porter.

Della sua linea più giovane, del particolare taglio che le ha voluto conferire e del rapporto con il marchio principale "Prada" ha dichiarato "In me convivono molte donne differenti, che emergono a seconda della situazione e dell'umore; Prada e Miu Miu sono i due poli del mio universo." Il prodotti Prada coprono oggi tutti i diversi settori del mercato dell'abbigliamento, grazie all'introduzione nel 1994 della linea maschile e nel 1997 della linea Prada Sport. Come lei stessa sostiene "gli abiti devono avere un senso e il miglior indicatore del loro successo sono le vendite". Oggi la Prada S.p.A, che comprende oltre i marchi Prada e Miu Miu, anche Church's e Carshoe è uno dei principali leader mondiali dell'abbigliamento di lusso, con un fatturato annuo di 3,29 miliardi di euro (2012).

Miuccia Prada e l'arte[modifica | modifica wikitesto]

L’approccio pionieristico fa di Miuccia Prada la prima stilista che collabora con architetti innovativi nel tracciare nuove tendenze nel design di negozi. Rem Koolhaas ed Herzog & de Meuron, premiati con il Pritzker Prize, il ‘Nobel dell’architettura’, hanno collaborato con Prada nella creazione degli “Epicentri” di New York (2001), Tokyo (2003) e Los Angeles (2004). Inoltre con il marito fonda nel 1993 uno spazio espositivo di opere d'arte che prende il nome di Prada Milanoarte e che nel 1995 si trasforma in Fondazione Prada. Nel 2005 dalla collaborazione con Elmgreen&Dragset nasce "Prada Marfa" (Texas) un'installazione artistica che rappresenta un negozio del marchio Prada "in mezzo al nulla", una boutique-vetrina che non viene mai aperta né restaurata a causa dell'usura del tempo. Rimane comunque una mecenate piuttosto riservata ("Odio l'idea di fare arte per vendere borse").

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso della sua carriera, Miuccia Prada ha conseguito numerosi premi per l’originale visione, innovazione e contributo alla moda internazionale. Nel 2000 ha ricevuto l’Honorary Doctorate del Royal College of Art di Londra e l’Honorary Award del New Museum of Contemporary Art di New York. Nel 2005 Time Magazine l’ha scelta tra le 100 persone più influenti al mondo, per aver “provocato e influenzato nel corso degli anni i colleghi con la sua sensibilità eccentrica ed estremamente personale”. Nel 2006 Miuccia Prada è stata nominata Officier dans l’Ordre des Arts et des Lettres dal Ministero della Cultura francese. Nello stesso anno, Time magazine l’ha inserita insieme a Patrizio Bertelli tra le 100 coppie più influenti al mondo. Nel 2008, il New York Times Magazine ha dedicato a Miuccia Prada la copertina del numero del 23 marzo. Nel 2013 riceve il premio "International designer of the year" ai British fashion awards 2013, gli Oscar del mondo della moda inglese assegnati ogni anno dal Bfc-British fashion council.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Miuccia Prada, Forbes.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]