Mitsuharu Misawa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Mitsuharu Misawa all'epoca in cui combatteva per la NOAH

Mitsuharu Misawa (三沢 光晴, Misawa Mitsuharu; Koshiyaga , Saitama, 18 giugno 196213 giugno 2009) è stato un wrestler giapponese.

Ha raggiunto la notorietà interpretando la gimmick di Tiger Mask II nella All Japan Pro Wrestling (AJPW), e in seguito combattendo con il suo vero nome. Ha il record del maggior numero di match a 5 stelle.

Era proprietario della Pro Wrestling NOAH, federazione nella quale ha combattuto sino alla morte, ed ha fatto parte del consiglio direttivo della Global Professional Wrestling Alliance. La stampa specializzata lo considera uno dei migliori wrestler di tutti i tempi.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Da giovane, Misawa fu un ottimo lottatore; si piazzò quinto nei Campionati Mondiali di lotta libera nella categoria "junior" nel 1980.

Misawa fu allenato per il pro wrestling da Dick "The Destroyer" Beyer, Shohei Baba e Dory Funk, Jr. e debuttò ufficialmente il 21 agosto 1981 nella All Japan Pro Wrestling.

Ben presto a Misawa fu offerta la possibilità di ereditare la gimmick di Tiger Mask che fu di Satoru Sayama, assumendo l'identità di Tiger Mask II. Il 17 maggio 1990, durante un tag team match contro Yoshiaki Yatsu e Hiromichi Fuyuki, Misawa disse al suo partner e futuro rivale Toshiaki Kawada di smascherarlo, rivelando il suo vero volto.

L'8 giugno Misawa sconfisse Jumbo Tsuruta nel suo primo main event al Budokan. Il match è indicato come punto di svolta nella storia della AJPW, con Misawa che entra stabilmente nel main event. Misawa ebbe la sua prima chance per la Triple Crown nel mese di luglio, perdendo contro Stan Hansen in un match col titolo in palio poiché reso vacante da Terry Gordy per infortunio. Dopo aver perso contro Tsuruta un rematch il 1º settembre, cominciò a lottare regolarmente assieme a Toshiaki Kawada; il duo si piazzò terzo nella Real World Tag League, battendo il tag team composto da Tsuruta e Akira Taue. Misawa combatté di nuovo per la Triple Crown ad aprile, ma fu sconfitto nuovamente da Tsuruta. Continuò la sua cavalcata lungo tutto il 1991, schienando Terry Gordy nei mesi di giugno e luglio, in quest'ultimo caso conquistando l'AJPW World Tag Team Championship combattendo per sé stesso e per il suo partner Kawada. La prima difesa del titolo vide il duo vincere contro Tsuruta e Taue il 30 settembre; il match fu vinto grazie alla sottomissione di Tsuruta a Misawa.

Misawa dominò la AJPW per tutti gli anni novanta, vincendo più volte la Triple Crown e l'AJPW World Tag Team Championship. I suoi feud con Jumbo Tsuruta, Toshiaki Kawada e Kenta Kobashi sono parte della storia del puroresu e molti dei loro match sono diventati dei veri e propri classici. Tra i suoi tag team partner nel corso del decennio vi furono Kenta Kobashi e Jun Akiyama.

In seguito alla morte dell'head booker della AJPW Shohei Baba ed a causa di disaccordi con la sua vedova Motoko Baba, Misawa lasciò la federazione nel 2000. Si portò dietro tutto il roster della All Japan, ad eccezione di Kawada e di Masanobu Fuchi, e creò la Pro Wrestling NOAH.

Nel 2004, Misawa ed il suo tag team partner Yoshinari Ogawa riconquistarono il GHC Tag Team Championship togliendolo al duo della New Japan Pro Wrestling Yuji Nagata e Hiroshi Tanahashi. Il 10 dicembre del 2006 sconfisse Naomichi Marufuji conquistando il suo terzo GHC Heavyweight Championship.

Misawa continuò a lottare regolarmente, spesso in tag team match, fino al 13 giugno 2009, quando assieme a Go Shiozaki affrontò Bison Smith e Akitoshi Saito per il GHC Tag Team Title. Saito eseguì un suplex su Misawa, che batté la testa e smise di respirare. Venne soccorso immediatamente ma fu dichiarato morto alle 22.10, ora locale.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

All Japan Pro Wrestling

National Wrestling Alliance

Pro Wrestling Illustrated

  • 187° tra i 500 migliori wrestler singoli nella PWI 500 (1991)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]