Mitsubishi Kinsei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Mitsubishi Kinsei
Descrizione
Costruttore Giappone Mitsubishi
Tipo motore radiale a doppia stella
Numero di cilindri 14
Raffreddamento ad aria
Distribuzione OHV 2 valvole per cilindro
Compressore centrifugo
Dimensioni
Diametro 1 194 mm
Cilindrata 32,3 L
Alesaggio 140 mm
Corsa 150 mm
Rap. di compressione 6,6:1
Prestazioni
Potenza 1 130 hp (843 kW)
voci di motori presenti su Wikipedia

Il Mitsubishi Kinsei (金星, in giapponese Venere) era un motore aeronautico radiale, a 14 cilindri doppia stella e raffreddato ad aria prodotto dall'azienda giapponese Mitsubishi durante la seconda guerra mondiale.

Sviluppato inizialmente per equipaggiare i velivoli in dotazione alla Marina Imperiale Giapponese, venne in seguito adottato dall'Esercito Imperiale che gli assegnò la designazione Ha-112.[1]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Nel 1934 la Mitsubishi decide di acquistare i diritti per la costruzione su licenza del radiale di produzione statunitense Pratt & Whitney R-1690 Hornet. Dall'originale 9 cilindri ne svilupperà una serie di motori derivati, raddoppiando il numero delle file ma dotandole di soli 7 cilindri per un migliore afflusso dell'aria di raffreddamento ai cilindri posteriori. I motori così sviluppati andranno ad equipaggiare sia i velivoli dell'Esercito che della Marina Imperiale Giapponese, beneficiando anche dell'esperienza acquisita nella collaborazione tecnica dell'alleato tedesco.

Il Kinsei copriva nelle sue varie versioni una gamma di potenza compresa tra i 1 000 CV ed 1 700 CV ed (750 kW - 1300 kW)

Versioni[modifica | modifica sorgente]

  • Kinsei 3 : versione iniziale sviluppata dal Pratt & Whitney R-1690 Hornet, accreditata della potenza massima erogata di 840 CV (618 kW)
  • Kinsei 43 : 1 000 CV (735 kW)
  • Kinsei 44 : 1 070 CV (787 kW)
  • Kinsei 51 :
  • Kinsei 54 : 1 300 CV (956 kW)[2]
  • Kinsei 62 : sviluppo finale del motore dotato di iniezione diretta, compressore centrifugo a due velocità, adozione di un sistema analogo al MW 50. Potenza massima erogata 1 500 CV (1 103 kW)

Velivoli utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Giappone Giappone

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Gunston 1989, p.104.
  2. ^ *(EN) Aichi D3A "Val", http://www.warbirdsresourcegroup.org. URL consultato il 02-08-2008.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]