Misure elettriche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Strumenti di misura per grandezze elettriche.

Le misure elettriche costituiscono la branca della metrologia applicata alla misurazione di grandezze elettriche. Tradizionalmente si distinguono le misure elettriche in relazione alla tipologia:

La distinzione nasce più dai metodi utilizzati che dagli strumenti, solitamente i metodi di misura tipici dei componenti sono applicati anche ad oggetti che non sono di per sé componenti elettrici ma di cui si vuole dare una caratterizzazione elettrica. La distinzione ha comunque carattere empirico.

Le misure elettriche più diffuse riguardano quelle di differenza di potenziale, corrente elettrica, resistenza elettrica, frequenza.

L'evoluzione della tecnologia e la diffusione dei componenti elettronici a stato solido ha portato profondi cambiamenti nelle misure elettriche, gli strumenti di misura elettromeccanici sono affiancati e spesso sostituiti da strumenti di misura elettronici.

Spesso si utilizzano dei cosiddetti ponti di misura, ovvero un insieme di componenti collegati in modo tale che agendo su un componente con valore variabile del gruppo è possibile giungere ad una situazione di equilibrio. I principali ponti di misura sono

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]