Mission: Impossible II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mission: Impossible II
Mission impossible 2.png
Tom Cruise in una scena del film
Titolo originale Mission: Impossible II
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2000
Durata 123 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere azione, spionaggio, thriller
Regia John Woo
Soggetto Ronald D. Moore, Brannon Braga
Sceneggiatura Robert Towne
Produttore Tom Cruise, Paula Wagner
Produttore esecutivo Terence Chang, Paul Hitchcock
Fotografia Jeffrey L. Kimball
Montaggio Steven Kemper, Christian Wagner
Effetti speciali Double Negative, David B. Sharp Productions, Computer Film Company, Cinesite, Cinema Research, Bionic Digital, Digiscope, Kevin Yagher Productions, The Magic Camera Company, Manex Visual Effects, Matte World Digital, Pacific Data Images
Musiche Hans Zimmer, Lalo Schifrin
Scenografia Tom Sanders
Costumi Lizzy Gardiner
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Expect the impossible again. »
(Tagline del film[1])

Mission: Impossible II è un film del 2000, diretto da John Woo.

La pellicola è il sequel di Mission: Impossible di Brian De Palma, con protagonista Tom Cruise, che in quest'occasione ha lavorato anche come produttore del film.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il dottor Vladimir Nekhorvich, un biologo molecolare russo che lavora in Australia per una grande azienda farmaceutica, la Biocyte Farmaceuticals, muore in quello che sembra essere, apparentemente, un incidente aereo mentre è in viaggio per gli Stati Uniti d'America. Nel messaggio inviato, poco prima di partire all'amico Ethan Hunt, un agente segreto americano di IMF (Impossible Mission Force), parla in modo poco chiaro di qualcosa chiamato "Chimera" e "Bellerofonte", dicendo di avere solamente venti ore di tempo per raggiungere gli Stati Uniti.

Hunt ha il compito di scoprire perché Nekhorvich è stato ucciso e che cosa si nasconda dietro ai nomi di "Chimera" e "Bellerofonte". Scoprirà che "Chimera" è un virus letale mentre "Bellerofonte" ne è l'antidoto. "Bellerofonte" è stato rubato da un suo collega Sean Ambrose, che travestitosi da Hunt ha fatto precipitare l'aereo sul quale viaggiava il biochimico. Lo scopo di Ambrose è diventare il maggiore azionista della Biocyte, far scoppiare una grande epidemia di "Chimera" e arricchirsi in seguito alla vendita dell'antivirus di cui solo lui dispone.

Hunt deve impossessarsi di "Chimera", e per farlo, deve ingaggiare una ladra professionista, di cui si innamorerà, di nome Nyah Nordoff-Hall. La ragazza, che in passato è stata compagna di Ambrose, sarà mandata come spia nel covo di quest'ultimo. Hunt, insieme ad altri due compagni, il pilota di elicottero Billy Baird e l'esperto di sistemi informatici Luther Stickell, deve tentare una spettacolare sortita nei laboratori dell'azienda farmaceutica per distruggere il virus prima che venga rubato da Ambrose.

Le cose vanno male, Nyah viene scoperta e diventa un ostaggio di Ambrose. Durante il tentativo di distruggere il virus alla Biocyte, Nyah si inietta l'ultima dose di Chimera. Ambrose è costretto a lasciarla viva per avere il virus, ma una volta ricavato il quale, deciderà di abbandonarla al suo destino, ovvero la morte e la conseguente infezione della popolazione di Sidney. La sfida finale per Hunt è di riuscire a rubare "Chimera" e "Bellerofonte" ad Ambrose laddove avverrà la transazione e salvare Nyah prima che il virus faccia effetto.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Per Mission: Impossible II Tom Cruise non ha voluto controfigure, nemmeno nelle scene più pericolose, come quella iniziale su una parete rocciosa nello Utah, nella quale non fu usato nessun tipo di protezione salvo una invisibile imbragatura.[2] Se per Mission: Impossible Cruise era stato pagato 70.000.000 di dollari, per questo sequel ne ha presi "solo" 20.000.000, riservandosi però una percentuale sugli incassi. A Ian McKellen era stato offerto il ruolo di Swanbeck in Mission: Impossible II, ma non poté accettare perché impegnato in un lavoro teatrale a Londra. Il ruolo andò poi ad Anthony Hopkins.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La title-track del film è Take a Look Around dei Limp Bizkit, mentre la canzone che si può sentire nella scena iniziale dove Cruise scala la parete rocciosa si intitola Zap Mama-Iko-Iko, che accompagnava già l'altro film di Cruise Rain Man - L'uomo della pioggia.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Con un budget di produzione di circa 125 milioni di dollari, Mission: Impossible II è stato un enorme successo al botteghino, incassando circa 215 milioni di dollari soltanto sul suolo statunitense, e circa 331 milioni all'estero, raggiungendo globalmente la cifra di circa 546 milioni di dollari.[3] Il film è inoltre stato il 3º maggior incasso al box office americano nel 2000, battuto solo da Cast Away e Il Grinch.[4] La pellicola ha superato di circa 90 milioni di dollari i già ottimi incassi totali del precedente Mission: Impossible, che nel 1996 portò a casa complessivamente circa 457 milioni di dollari.[5]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, distribuito dalla Paramount Pictures, ha esordito nelle sale americane il 24 maggio 2000, mentre nelle sale italiane il 7 luglio 2000.

 Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Citazioni e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la critica specializzata, il film presenta evidenti somiglianze con la pellicola del 1946 Notorious, l'amante perduta di Alfred Hitchcock.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Taglines for Mission: Impossible II, imdb.com.
  2. ^ Mission impossible 2, bmradio.it.
  3. ^ (EN) Mission: Impossible II – Total Lifetime Grosses, boxofficemojo.com. URL consultato il 14 febbraio 2011.
  4. ^ (EN) 2000 Domestic Grosses #1–50, boxofficemojo.com. URL consultato il 14 febbraio 2011.
  5. ^ (EN) Mission: Impossible – Total Lifetime Grosses, boxofficemojo.com. URL consultato il 14 febbraio 2011.
  6. ^ (EN) Brad Brevet, Did You Know 'Mission: Impossible 2' is a Remake of Hitchcock's 'Notorious'? Here, Have a Look... in ropeofsilicon.com, 13 febbraio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema