Misa Amane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Misa Amane
Misa Amane nella sigla dell'anime
Misa Amane nella sigla dell'anime
Universo Death Note
Nome orig. 海砂 弥 (Misa Amane)
Lingua orig. Giapponese
Alter ego Secondo Kira
Autore Tsugumi Ohba
Interpretata da Erika Toda (live action)
Voce orig. Aya Hirano
Voce italiana Germana Savo
Specie umana
Sesso Femmina
Etnia giapponese
Luogo di nascita Kyoto, Giappone Giappone
Data di nascita 25 dicembre 1984 nel manga, 1987 nell'anime
Abilità
  • Buone capacità di recitazione
  • Occhi dello Shinigami
Parenti
  • genitori, deceduti
  • sorella, mai nominata

Misa Amane (弥 海砂 Amane Misa?) è un personaggio del manga e anime Death Note, creato da Tsugumi Ohba e Takeshi Obata.

Fa la sua prima comparsa nelle ultime pagine del terzo volume del fumetto e dal quarto in poi diventa uno dei personaggi più importanti per lo sviluppo della storia. È una idol dal carattere infantile e ingenuo e veste in stile gothic lolita.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Un anno prima dell'inizio della storia, i genitori di Misa furono assassinati da un rapinatore. Questo fu un duro colpo per Misa, che iniziò a pregare ogni giorno che l'assassino morisse, anche perché si scoprì che il criminale sarebbe potuto uscire dal processo senza pena. Casualmente, Light Yagami, ovvero Kira, lo uccise usando il Death Note: da allora Misa si dichiarò dalla parte di Kira.[1]

Misa viene trovata dalla shinigami Rem, che le dà il Death Note del defunto Jealous. Jealous era uno shinigami innamorato di Misa, e quando questa venne aggredita in una strada buia da un uomo che voleva ucciderla, egli usò il suo Death Note per uccidere quell'uomo e salvare la ragazza. Questo fu un grande sacrificio: gli shinigami infatti esistono per dare la morte, ed è inconcepibile che invece salvino una vita. Quando l'assassino morì, Jealous si polverizzò, poiché aveva volontariamente salvato un essere umano sapendo che questo sarebbe dovuto morire. Rem allora consegna il Death Note di Jealous a Misa, poiché lei era quella che lo meritava. Ricevuto il quaderno, Misa accetta anche lo scambio con gli occhi dello shinigami, ottenendo la possibilità di vedere il nome delle persone e quanto tempo resta loro da vivere in cambio di metà della sua vita.[1]

Misa invia quindi un messaggio alla Sakura TV di Tokyo, che questa trasmette. Nel messaggio, Misa si spaccia per il vero Kira e, durante la trasmissione, uccide diverse persone per dimostrarne la fondatezza. Questo attira l'attenzione del vero Kira, Light Yagami, che decide di scoprire chi sia l'imitatore. Misa scopre poi che Kira si trova nel Kantō e lo individua subito, anche grazie agli occhi dello shinigami che le permettono di vedere che Light non ha la durata della vita sotto il suo nome (caratteristica comune a chi possiede un Death Note).[2] Si innamora del ragazzo al primo sguardo: i due iniziano quindi a lavorare assieme a dei messaggi finti da inviare in TV, in uno dei quali Light dice di smetterla con le morti inutili, e al quale Misa risponde affermativamente. Elle, il detective incaricato di scoprire chi fosse Kira, tuttavia, capisce non solo che ci sono due Kira, ma anche che Misa è una di questi. Elle la fa quindi catturare, ma Misa si lascia cancellare ogni ricordo del Death Note da Rem, così da non poter essere perseguitata.[1]

Elle, per vedere se effettivamente Light (il quale si è fatto cancellare da Ryuk i ricordi del Death Note) e Misa sono i due Kira, manda Soichiro Yagami, padre di Light, per fare loro un test. Soichiro li porta in un posto fuori Tokyo e, fingendosi disperato, punta loro contro una pistola, sparando poi a salve. Il test dimostra che i due non sono Kira, poiché, secondo Soichiro, se loro fossero stati Kira, l'avrebbero ucciso prima che potesse sparare. Elle non è comunque convinto, ma li libera ugualmente e li fa partecipare alle investigazioni sul caso Kira. Per precauzione, Elle si lega con delle manette a Light, in modo da non perderlo mai di vista. Intanto compare un nuovo Kira e Misa viene usata come esca per permettere agli assistenti di Elle, Aiber e Wedy, di piazzare delle cimici nella sala riunioni della sede dalla società Yotsuba: si scopre infatti che è uno dei dirigenti dell'azienda ad usare il Death Note di Misa, che Rem gli ha consegnato per sbarazzarsi dei suoi concorrenti.[3]

Misa, in seguito, si unisce al gruppo d'indagine su richiesta di Elle. Grazie a Rem, che l'aiuta a ricordarsi di essere la seconda Kira toccandola con un frammento di quaderno, Misa riesce a far confessare Higuchi (il dirigente della Yotsuba in possesso del quaderno) di essere l'uomo che sta usando il Death Note, registrandolo con il cellulare mentre lo dichiara, e permettendone poi l'arresto.[4]

Nella seconda parte della storia, Misa convive con Light e continua a giustiziare i criminali giapponesi. Viene, in seguito alle difficoltà di Kira causate da Near e Mello, facilmente convinta da Light a rinunciare nuovamente al Death Note con la falsa promessa di un futuro da sposa senza preoccupazioni per il Death Note. In realtà Light vuole solo fare in modo che Misa non possa testimoniare, e anche impossessarsi del suo quaderno per far continuare le esecuzioni dei criminali. Cede poi il Death Note a Teru Mikami, suo nuovo "collaboratore" a suo dire più intelligente di lei. Misa rimane così fuori dagli eventi fino alla fine della storia. Muore nel 2014, suicidandosi il giorno di San Valentino. Nel manga, dopo i 12 volumi ve n'è uno speciale, il 13º, in cui è descritta la morte di Misa. Non avendo più il Death Note, perde i ricordi legati al suo utilizzo ma non quelli legati a Light, che continua ad amare. Quando Matsuda si lascia sfuggire che Light è morto, la ragazza disperata compie questo gesto estremo.

Nell'anime invece, le scene finali che la riguardano lasciano la questione in sospeso, in quanto la ragazza è mostrata sul tetto di un grattacielo, al dì là delle ringhiere di protezione, intenta a guardare il tramonto. L'insieme della scena fa supporre che lei si getti nel vuoto, seppure tale gesto non venga mostrato.

Film[modifica | modifica wikitesto]

Misa compare nel secondo film di Death Note, ovvero Death Note: The Last Name, dove è interpretata da Erika Toda. Come nel manga, anche nel film è innamorata alla follia di Light. Alla fine del film i suoi ricordi sul Death Note vengono cancellati, ma non la sua ossessione per Light, ucciso da Ryuk. A differenza del manga, nel film Misa ha i capelli castani.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Narrato in Death Note, volume 4
  2. ^ Narrato in Death Note, volume 3
  3. ^ Narrato in Death Note, volume 5
  4. ^ Narrato in Death Note, volume 6
anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga