Mirza zaza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Microcebo gigante settentrionale
Immagine di Mirza zaza mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
(clade) Glires
Ordine Primates
Sottordine Strepsirrhini
Infraordine Lemuriformes
Superfamiglia Cheirogaleoidea
Famiglia Cheirogaleidae
Genere Mirza
Specie M. zaza
Nomenclatura binomiale
Mirza zaza
Kappeler & Roos, 2005

Il microcebo gigante settentrionale (Mirza zaza Kappeler & Roos, 2005) è un lemure della famiglia Cheirogaleidae, endemico del Madagascar.[2]

L'epiteto specifico deriva dalla parola malgascia zaza = "bambino" e fu scelto dagli scopritori della specie (un'équipe di ricercatori dell'Università di Gottinga) per due motivi: per sottolineare che questa specie è più piccola del congenere microcebo di Coquerel (Mirza coquereli), ma anche per richiamare il ruolo delle nuove generazioni nella conservazione della fauna e flora malgasce.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

È un lemure di taglia medio-piccola, che misura una quarantina di centimetri di lunghezza, almeno metà dei quali spettano alla coda lunga e a cespuglio, per un peso che raggiunge i 300 g.
La pelliccia è grigio scura, tendente al nerastro, sul dorso, e grigio chiara ventralmente.
Le orecchie sono corte ed arrotondate, le zampe anteriori sono leggermente più lunghe rispetto alle posteriori.

I maschi hanno grossi testicoli e le femmine due paia di mammelle.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di animali notturni, che si muovono correndo (raramente saltellando) fra i rami, mentre di giorno riposano in nidi costruiti incrociando rametti e fibre vegetali e foderati con foglie secche. In ogni nido dormono promiscuamente da 4 a 6 individui, di entrambi i sessi. In questo si distinguono dai microcebi di Coquerel che hanno nidi solitari per i maschi o a coppie per le femmine.

Questi animali tendono a comunicare sonoramente: è tuttora in corso una ricerca sulla comunicazione ultrasonica fra i vari individui[senza fonte].

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Rispetto al microcebo di Coquerel si accoppia più precocemente (fra luglio ed agosto), in modo da partorire fra novembre e dicembre; i cuccioli sono solitamente due.

Distribuzione ed habitat[modifica | modifica sorgente]

Lo si trova nelle zone di foresta decidua secca del Madagascar nord-occidentale, fra Ambato e Pasandava, nella regione del fiume Sambirano (Provincia di Mahajanga).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Hoffmann, M. 2008, Mirza zaza in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ Kappeler P.M. et al, Morphology, Behaviour and Molecular Evolution of Giant Mouse Lemurs (Mirza spp.) Gray, 1870, with description of a New Species in Primate Report 2005; 71: 3-26.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]