Minhwa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

L'arte minhwa è una delle manifestazioni più interessanti della cultura della Corea e si riferisce all’arte popolare di quel paese, consistente nel dipingere figure mitiche e altri oggetti con uno specifico stile semplice. Si è sviluppata, nella forma presente, nel diciassettesimo secolo. Gli artisti minhwa erano gente comune, che andavano di luogo in luogo, spesso seguendo i festival, dove essi dipingevano per gli abitanti locali, eseguendo i dipinti su ordinazione lì per lì. Anche scene di vita importanti erano il soggetto delle pitture minhwa. Sia la gente comune che i nobili commissionavano questi artisti.

I dipinti funzionavano su vari livelli. Mostravano figure della mitologia popolare e leggende, simboli di felicità, di benessere e di salute, e scene di vita quotidiana. I soggetti più comuni erano gli animali che rappresentavano la potenza, come la tigre, o circostante provvidenziali, come la carpa, che simboleggia il successo. I dipinti erano effettuati su carta e su tela.

Dopo un declino durante il periodo coloniale giapponese, l’arte minhwa ebbe una breve popolarità sino a decadere per la guerra di Corea. Negli anni ‘80, però, c’è stato un revival di quest’arte, il cui interesse e popolarità continua anche oggi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Zayong Zo (a cura di), Korean Tiger: An Exhibition of Korean Folk Painting; To Commemorate the Dedication of the Olympic stadium; Seoul, Sept.29-Oct.14, 1984, Seoul, Emilie Museum, 1984.
  • Yul Soo Yoon, Minhwa, designhouse, 2005.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Galleria[modifica | modifica wikitesto]