Miliarense

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Romano III Argiro
Miliaresion-Romanus III-sb1822.jpg
ΟCΗΛΠΙΚΕ ΠΑΝ-ΤΑ ΚΑΤΟΡΘΟΙ, Romano stante. +ΠΑΡΘΕΝΕ CΟΙΠΟΛVΑΙΝΕ, Μ Θ nel campo, Vergine, nimbata, stante che tiene in braccio Cristo bambino nimbato.

Il miliarense (dal tardo latino miliarensis a sua volta dal greco μιλιαρήσιον) è stata l'unica moneta d'argento battuta quasi regolarmente dagli Imperatori bizantini. Era battuto con finezza variabile e generalmente con un peso fra 7,5 e 8,5 grammi. Il miliarense fu battuto a partire dal VI secolo, ma divenne più comune dal VII al IX secolo.

Comunque la monetazione in argento non era costante e in questo periodo le piccole transazioni erano condotte con la monetazione di bronzo.

Esistevano il miliarense leggero ed il miliarense pesante.

Un solido valeva 14 miliarensi pesanti oppure 18 miliarensi leggeri.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]