Mila e Shiro due cuori nella pallavolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Attacker YOU![1]
manga
Copertina del primo volume italiano
Copertina del primo volume italiano
Titolo orig. アタッカーYOU!
(Attacker YOU!)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Testi Jun Makimura
Disegni Shizuo Koizumi
Editore Kodansha
1ª edizione 1984
Tankōbon 3 (completa)
Editore it. Star Comics
1ª edizione it. febbraio 2003 – aprile 2003
Collanaed. it. Starlight
Volumi it. 3 (completa)
Formato it. 12 × 18 cm
Lettura it. originale (da destra a sinistra)
Target shōjo
Genere spokon
Temi sport, pallavolo, sentimento
Mila e Shiro due cuori nella pallavolo
serie TV anime
Mila Hazuki
Mila Hazuki
Titolo orig. アタッカーYOU!
(Attacker YOU!)
Autori
Regia
Sceneggiatura
Studio Knack Productions
Musiche Shiro Sagisu
Rete TV Tokyo
1ª TV 13 aprile 1984 – 21 giugno 1985
Episodi 58 (completa)
Durata ep. 24 min
Reti it. Italia 1 (prima visione, dal 25 febbraio 1986), Rete 4 (repliche, dal 1988), Junior TV (repliche, dal 1989), Canale 5 (repliche, dal 1991), Italia Teen Television (repliche, dal 1º ottobre 2003), Boing (repliche, dal 29 gennaio 2007), La 5 (repliche, dal 27 settembre 2010), Hiro (repliche, dall'aprile 2011)
1ª TV it. 25 febbraio 1986 – gennaio 1987
Episodi it. 58 (completa)
Durata ep. it. 24 min
Censura it. Sì (edulcoramento dei dialoghi e tagli di scene di semi nudo)
Cronologia
  1. Mila e Shiro due cuori nella pallavolo
  2. Mila e Shiro - Il sogno continua

Mila e Shiro due cuori nella pallavolo, conosciuta in Giappone come Attacker YOU! (アタッカーYOU! Atakka YOU!?), è una serie televisiva anime prodotta dalla Knack Productions trasmessa su TV Tokyo dal 1984 al 1985 è arrivata in Italia nel 1986 dal 25 febbraio su Italia 1. La serie animata è in realtà l'adattamento del manga di genere spokon e shōjo Attacker YOU! scritto e illustrato da Jun Makimura e Shizou Koizumi ed arrivato in Italia nel 2003 per conto della Star Comics con il titolo originale e il sottotitolo Mila & Shiro.

La serie narra delle avventure di Yu Hazuki (Mila Hazuki nell'edizione italiana dell'anime), una ragazza di campagna, che si trasferisce in città per frequentare l'equivalente giapponese delle scuole medie. A scuola Yu viene a contatto con il gioco della pallavolo, diventando col tempo una campionessa.

Riesce a fare delle schiacciate molto potenti ma è scarsa nel bagher. Con la sua squadra che ha come ricevitrice Nami Hayase riuscirà ad arrivare in finale dove perderà contro Kaori Takigawa.

In seguito Yu si iscrive al club di pallavolo dell'istituto superiore che ha scelto insieme a Nami e vince il torneo delle superiori. Dopo il torneo viene convocata in nazionale: il suo sogno si è così avverato.

Le due versioni della storia manga e anime differiscono molto fra di loro: in particolare la trama della versione animata è più complessa e sono presenti vari personaggi inediti sin dalla prima puntata.

Nel 2008, in occasione delle Olimpiadi di Pechino, è stato realizzato un sequel della serie animata dal titolo Mila e Shiro - Il sogno continua[2].

Trama[modifica | modifica sorgente]

Attacker You! è la storia dell'ambiziosa ed energica alunna delle medie Mila Hazuki (You Hazuki nella versione originale), una ragazza di campagna che si trasferisce a Tokyo per andare a vivere con suo padre Toshiko, un fotografo recentemente ritornato dal Perù, e per frequentare le scuole medie. La madre di Mila, che la protagonista crede essere morta, è una ex campionessa di pallavolo, che aveva militato anche nella nazionale giapponese e che per continuare a giocare aveva abbandonato la sua famiglia quando Mila aveva pochi anni; il padre, per non fare soffrire troppo la figlia, aveva deciso così di far credere alla piccola che la madre fosse morta. Mila ha anche un fratellino minore adottivo, Sunny, molto legato alla sorella maggiore e che la segue dovunque lei vada, anche a scuola e alle partite di pallavolo.

A scuola Mila viene a contatto con il gioco della pallavolo, diventando col tempo una campionessa. Il suo sogno infatti si rivela presto essere quello di entrare a far parte un giorno della nazionale giapponese femminile e di partecipare alle Olimpiadi di Seul 1988. Inizialmente la ragazza giocherà nella squadra di pallavolo della scuola omonima Hikawa, diventandone velocemente una delle titolari, sebbene il suo allenatore, Daimon, appaia duro nei modi di fare e avverso alla ragazza, preferendole la capitana e ricevitrice Nami Hayase. Presto le due ragazze imparano comunque ad essere amiche nonostante la loro perenne rivalità sia nello sport che in amore: Mila si innamora infatti anche del capitano del club di pallavolo maschile, il suo senpai Shiro Tachiki (So Tachiki in originale), cosa di cui appare essere anche Nami.

Mila si rivelerà presto molto abile e potente nelle schiacciate, ma scarsa in ricezione, cosa a cui sopperirà proprio la bravura della centrale e ricevitrice Nami Hayase; nonostante i metodi rudi di Daimon (che per questo sarà costretto a lasciare la squadra ed essere sostituito dal preside della scuola ignorante in pallavolo), le ragazze riusciranno ad arrivare alla finale del campionato studentesco, dove però perderanno contro le Sunlight, la formazione di Kaori (Eri, in originale) Takigawa, un genio della pallavolo che già a 13 anni era stata chiamata nella nazionale olimpica e con cui Mila stringerà una fortissima amicizia.

Passato il periodo delle medie, Mila riuscirà ad entrare nella squadra professionistica delle Seven Fighters, facendo amicizia tra le altre con una sua compagna piuttosto "robusta", Yogina Yokono, ed in seguito (dopo la vittoria del campionato) con una sua collega e concorrente per lo stesso ruolo in campo di schiacciatrice, Sori Shinoda. Con questo club Mila riuscirà a vincere sia il campionato che il torneo open, venendo convocata in nazionale. È solo a questo punto che scoprirà la verità sulla madre, Kyushi Tajima, dalle stesse parole della donna con il relativo racconto dell'abbandono per continuare a giocare a pallavolo. Il contraccolpo per Mila è forte e la ragazza lascia gli allenamenti. Shiro, che ormai risulta quasi essere il suo fidanzato, alla fine la ritroverà e convincerà a tornare sui suoi passi. Mila ritorna così al ritiro della nazionale riallacciando anche i rapporti con la madre ormai diventata telecronista sportiva.

La nazionale olimpica, dopo l'amichevole vinta contro l'URSS, viene divisa in due squadre: la Nazionale A (composta da Kaori, Rayaka Omori, Clara Ohsugi, Asai Iromine ed alcune giocatrici delle Sunlight) e la Nazionale B (composta da Mila, Tulia Kaido, Nami Hayase, Monia Takami, Nabiki Yokono (la sorella di Yogina, detta "Moby Dicki"), le alzatrici Vera Oriki e Oki Samoto nonché alcune componenti delle Seven Fighters). Quella che vincerà le tre amichevoli tra di loro avrà più speranze di portare giocatrici alle Olimpiadi di Seul 1988. Mila all'interno della sua squadra troverà una potente rivale nella ruvida ed energica Tulia Kaido (scoperta di Daimon), la quale imponendosi con la sua apparente prepotenza e rudezza rovinerà l'armonia della squadra; tuttavia Mila avrà modo di dimostrare che è lei la migliore in campo nel momento in cui Tulia effettuerà lo scambio con Maomi Masuda, passando alla Nazionale A. Alla fine la squadra di Mila riuscirà a vincere fino alla formazione di una squadra per il Torneo delle quattro nazioni. Sarà solo a questo punto che Tullia ammetterà i suoi errori e diventerà amica di Mila.

La serie si chiude con Mila in battuta per la prima partita contro l' Italiavolley Vasto con una formazione che vede naturalmente in campo, tra le altre, le insostituibili compagne ed amiche Nami e Kaori nei loro rispettivi ruoli di difensore centrale ed alzatrice.

Differenze anime e manga[modifica | modifica sorgente]

  • Nel fumetto Mila cerca di entrare nelle Seven Fighters, ma poi Mitamura la convince ad iscriversi al Serin dove la potrà allenare ed a cui la ragazza si iscriverà con Nami; sono pertanto assenti anche le compagne di squadra come Yogina e Sori, mentre nel manga sono presenti altri personaggi come la senpai Mishiro.
  • Sunny, il fratellino adottivo di Mila, compare solo nell'anime.
  • Mentre nell'anime Mila scopre che sua madre (Kyushi Tajima) è viva, nel fumetto ella è davvero morta e la si vede solo in alcuni flashback.
  • Nel fumetto Daimon (l'allenatore di Mila e Nami alle scuole medie) è un personaggio molto marginale, e non entrerà mai in competizione con Mitamura e Yamahoka per avere il ruolo di allenatore della nazionale femminile giapponese, uscendo di scena con il passaggio della protagonista dalle medie alle superiori.
  • Nel manga il rapporto tra Yu e So (Shiro) non viene approfondito, tuttavia il ragazzo nel manga appare più spesso che nell'anime per incoraggiare Yu.
  • Il manga termina con Yu che viene scelta per entrare a far parte come giocatrice nella nazionale femminile Giapponese di pallavolo, nell'anime si vede Yu anche allenarsi e giocare alcune partite con la nazionale.
  • Il manga ha come tema fondamentale il sacrificio e l'impegno, infatti vediamo Yu che con duri allenamenti e impegno alla fine riesce a raggiungere il suo obiettivo cioè diventare una giocatrice della nazionale di pallavolo, nell'anime oltre a questo ci sono anche altri temi trattati come: l'amore, l'amicizia, la famiglia, temi presenti marginalmente nel manga.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Personaggi principali[modifica | modifica sorgente]

Mila Hazuki (葉月優 Hazuki Yu?)
All'inizio della storia ha circa 14 anni e frequenta le scuole medie Hikawa. È una ragazza abbastanza alta, atletica con i capelli rossi ed una grande passione per la pallavolo (nell'anime inizialmente osteggiata da Toshiko suo padre). Entra nella squadra di pallavolo della scuola dopo essere stata notata dall'allenatore del club femminile, Daimon. Nella squadra femminile dell'Hikawa la ragazza assume il ruolo di schiacciatrice e incontra il capitano Nami Hayase che in seguito diverrà sua grande amica e comincerà il suo rapporto di amicizia-rivalità con l'asso delle Sunlight Players, Kaori Takigawa. Nello stesso periodo Mila s'innamora a prima vista del suo senpai Shiro Tachiki, capitano della squadra maschile di pallavolo.
Verso la fine delle scuole medie Mila viene notata dal mister Mitamura, che l'allenerà negli anni successivi (seppur in situazioni differenti fra anime e manga) in modo da affinare la sua classe sportiva e portarla ad essere selezionata per le Olimpiadi di Seul dalla nazionale giapponese.
Kaori Takigawa (多岐川絵理 Takigawa Eri?)
Kaori Takigawa è una giovane ragazza dai capelli rossi, che a soli 14 anni è famosa per le sue alzate. È la migliore promessa della pallavolo nipponica, tanto da essere selezionata per le Olimpiadi di Los Angeles nonostante sia ancora alle medie. Diventerà insieme a Nami la migliore amica di Mila. È in grado di ricoprire ottimamente anche il ruolo di schiacciatrice, ma è nel palleggio che dimostra appieno le sue doti di eccellenza, impostando e comandando il gioco di tutta la squadra. Elemento inamovibile delle Sunlight Players, che rimarranno sempre la sua squadra di appartenenza.
Nami Hayase (早瀬奈美 Hayase Nami?)
Nami Hayase, all'inizio della serie frequenta la squadra di pallavolo della scuola Hikawa e ne è titolare. All'inizio odia Mila, è scontrosa ed esuberante, ma alla fine si rivela dolce, buona, sensibile e si affezionerà a Mila, tanto da diventare insieme a Kaori Takigawa una delle sue migliori amiche. Ha come ruolo difensore centrale, ma sa anche finalizzare bene a rete ed inoltre possiede un ottimo servizio (la "battuta a volo di rondine").

Personaggi secondari[modifica | modifica sorgente]

  • Shiro Tachiki (立樹爽 Tachiki Sō?): Senpai di Mila alle medie e giovane promessa della pallavolo maschile. Nel manga il ragazzo non rivelrà mai i suoi sentimenti per lei, rimanendo pur sempre una fonte di sostegno per la ragazza e facendole più da fratello maggiore. Nell'anime pur ricambiando i suoi sentimenti, farà sì che la storia tra loro interferisca con la passione della ragazza per la pallavolo. Nel finale del fumetto la sua squadra (il Seinan) si classifica al primo posto maschile del torneo Inter-high (il campionato nazionale dei club di pallavolo delle scuole superiori).
    Sebbene nel titolo italiano sia stato elevato a co-protagonista, in realtà Shiro è un personaggio minore della storia.
  • Toshiko Hazuki (soprannominato dalla figlia Toshi[3]): È il padre di Mila e un famoso fotografo. Nell'anime sarà inizialmente contrario alla scelta della figlia di entrare nel club di pallavolo per via dei passati dissapori con l'ex-moglie (e madre della ragazza) Kyushi, anch'essa giocatrice di volley.
  • Daisaku Daimon (大門松五郎 Daimon Matsugorō?): Allenatore del club di pallavolo femminile dell'Hikawa, è lui che propone a Mila di entrare in squadra dopo averla vista giocare. Nell'anime viene caratterizzato come un allenatore che usa metodi d'allenamento anche brutali (come picchiare le giocatrici con la sua spada di bambù o schiaffeggiarle o strappare le loro magliette gridando "non meriti questa maglia!!"), caratteristica assente nel manga originale. In seguito si trasferirà alla squadra dell'Unicorn (dove ritroverà Nami Hayase) e successivamente entrerà nel giro degli allenatori della Nazionale giapponese. Gli verrà affidato in un primo tempo il gruppo B, e rivaleggerà con Yamahoka (durante la regular-season allenatore delle Sunlight) che invece dirigerà il gruppo A.
  • Dani Mitamura (三田村慎吾 Mitamura Shingo?, Kunihiko Mitamura nel manga[4]): Ex-giocatore, diventa l'allenatore delle Seven Fighters e prende Mila sotto la sua ala protettrice fino alla nazionale maggiore, di cui diventerà prima osservatore internazionale e successivamente co-direttore tecnico assieme a Daimon.
  • Chibi (Meiko Nanao, detta Mei): Chibi è la migliore amica di Mila all'Hikawa. Il suo ruolo dovrebbe essere alzatrice, in quanto Mila dice in un episodio "non c'è nessuno che sappia palleggiare meglio di te in squadra". Dalla 17ª puntata in poi Chibi non compare più, rimanendo così marginale, comparendo solo nei flashback di Mila o oppure venendo solo citata in qualche discorso per ricordare i bei momenti delle medie.

Personaggi esclusivi del manga[modifica | modifica sorgente]

Naito
Rumi Mishiro
Michiyo Kogure e Nobuko Kumashiro
Matsuo

Personaggi esclusivi dell'anime[modifica | modifica sorgente]

  • Sunny Hazuki (葉月サニー Hazuki Sani?): Nato in Perù è il fratellino adottivo di Mila. Isamu Sato, il suo vero padre era emigrato in Perù e vi aveva portato la pallavolo ai massimi livelli. Alla morte dei genitori, Sunny viene adottato da Toshiko (amico di vecchia data del padre del bambino) e si affeziona subito alla sua nuova sorellona Mila.
    Oltre a Mila, Sunny ha una sorella adottiva in Perù di nome Roche, cresciuta da Sato come fosse sua figlia.
  • Kyushi Tajima (田島カナコ Tajima Kanako?): Ex giocatrice, commentatrice televisiva ed allenatrice di pallavolo. In realtà è la madre di Mila che la ragazza credeva invece morta. La donna molti anni prima, dopo che il marito le aveva imposto di scegliere tra la carriera agonistica e la famiglia, lo aveva abbandonato assieme alla figlia.
  • Yogina Yokono: corpulenta schiacciatrice che entrerà spesso in competizione con Mila per il ruolo di titolare nelle Seven Fighters, ma che si dimostrerà anche sua amica.

Manga[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Capitoli di Attacker YOU!.

Creato da Makimura Jun e Koizumi Shizuo negli anni ottanta e pubblicato dalla casa editrice Kodansha, il manga è composto da 3 tankōbon ed è stato pubblicato in Italia, con il titolo originale, dal febbraio all'aprile 2003, da Star Comics sul periodico Starlight.

In precedenza era stato già pubblicato parzialmente in Italia negli anni ottanta sul Corriere dei Piccoli (la serie fu sospesa alla fine del primo volume), con le tavole colorate, ribaltate ed i nomi cambiati.


Al termine del terzo volume si trova una storia autoconclusiva degli stessi autori, ma indipendente dalla storia di Yu dal titolo Irina e i pirati del mar dei caraibi.

Anime[modifica | modifica sorgente]

Adattamento italiano[modifica | modifica sorgente]

L'anime è stato trasmesso per la prima volta nel 1986 da Rete 4, per poi passare su Italia 1.

Nonostante l'amore non sia affatto un tema centrale della serie, il titolo italiano è stato forzatamente spinto verso questo aspetto puntando sulla storia affettiva tra la protagonista e Shiro, che in realtà è marginale per tutta la serie. Questi adattamenti saranno adottati anche nelle successive edizioni francese e spagnola.

Nell'adattamento italiano inoltre Mila viene fatta diventare, tramite l'alterazione di un dialogo all'interno di un episodio, cugina di Mimi Ayuhara, protagonista del primo anime sulla pallavolo Mimì e la nazionale di pallavolo. Le due protagoniste in realtà non hanno alcun legame familiare, come non vi è alcun legame fra nessuna delle tre serie anime dedicate alla pallavolo fino ad oggi.

Doppiaggio[modifica | modifica sorgente]

Il doppiaggio italiano è stato effettuato presso gli studi MOPS FILM sotto la direzione di Willy Moser. I dialoghi italiani sono di Francesco Vivaldi.

Alcuni doppiatori hanno prestato la voce a più personaggi; tranne alcune eccezioni (tra cui la protagonista), generalmente a ciascun personaggio sono stati infatti associati più doppiatori che si alternano tra le varie puntate o addirittura all'interno di un singolo episodio stesso, come nel caso di Kaori Takigawa, doppiata in una stessa puntata da Laura Boccanera (sua voce "ufficiale"), da Barbara Castracane e da Rita Baldini[5].

Personaggi Voce giapponese Voce italiana
Mila (Yu) Hazuki Yuko Kobayashi Barbara De Bortoli
Shiro Tachiki (So Tachiki) Ken'yū Horiuchi Vittorio Guerrieri
Kaori (Eri) Takigawa Yumi Takada Laura Boccanera
Monica Ward (ep. 57-58)
Nami Hayase Naoko Matsui Rita Baldini
Yogina Yokono Rita Baldini (1ª voce)
Maura Cenciarelli (2ª voce)
Signorina Tajima Kumiko Takizawa Rosalinda Galli (1ª voce)
Anna Teresa Eugeni (2ª voce)
Dani Mitamura (Shingo Mitamura) Katsuyuki Sogabe Francesco Prando
Roberto Del Giudice (ep. 57-58)
Tulia Kaido Rosalinda Galli (1ª voce)
?? (2ª voce)
Daimon (allenatore) Shigezou Sasaoka Gabriele Carrara
Chibi Satoko Kitô Monica Ward
Sunny (fratellino di Mila) Runa Akiyama Rita Baldini
Toshiko Hazuki Michihiro Ikemizu Mauro Bosco
Kento Teo Bellia
Mister Yamahoka Sergio Antonica (1ª voce)
Luca Ward (2ª voce)
Saburo Riccardo Rossi
Sina Claudia Razzi
Sori Shinoda Claudia Razzi (1ª voce)
?? (2ª voce)
Telecronista Keaton Yamada Sergio Matteucci

Passaggi sulla TV Italiana gratuita[modifica | modifica sorgente]

  • 1986: Italia Uno (orario pomeridiano all'interno di "Bim Bum Bam"- prima metà)
  • 1987: Italia Uno (orario pomeridiano all'interno di "Bim Bum Bam" - seconda metà)
  • 1988: Rete Quattro (orario postprandiale all'interno di "Ciao Ciao")
  • 1992: Canale Cinque (orario pomeridiano)
  • 1992: Italia Uno (orario mattutino)
  • 1994: Italia Uno (orario mattutino)
  • 1995: Canale Cinque (orario pomeridiano)
  • 1996-1997: Canale Cinque (orario pomeridiano - interrotto)
  • 1997: Italia Uno (orario pomeridiano)
  • 2001: Italia Uno (orario pomeridiano)
  • 2002: Italia Uno (orario pomeridiano)
  • 2003: Italia Teen Television (orario serale)
  • 2006: Italia Uno (orario pomeridiano)
  • 2007: Boing (orario pomeridiano)
  • 2010: La 5 (orario pomeridiano)
  • 2012-2013: Boing (orario serale/notturno dalle 21:40 alle 22:05)

Sigle[modifica | modifica sorgente]

Sigla di apertura giapponese
  • "Seishun Prelude" (青春プレリュード?), interpretata da Harumi Kamo.
Sigla di chiusura giapponese
  • "TWINKLE,TWINKLE" interpretata da Harumi Kamo.
Sigla italiana
Sigla francese
  • "Jeanne et Serge", testo di Alessandra Valeri Manera, musica di Carmelo Carucci, è interpretata da Valérie Barouille.

Nomi negli altri paesi[modifica | modifica sorgente]

  • Giappone: アタッカーYOU!
  • Mondo anglofono: Attacker YOU!
  • Francia: Jeanne et Serge
  • Spagna: Juana y Sergio

DVD[modifica | modifica sorgente]

L'intera serie è stata pubblicata nel 2007 da Dynit. I 58 episodi sono suddivisi in 2 box contenente ognuno 4 dischi.

Camei[modifica | modifica sorgente]

Nell'episodio 53 (L'azzardo di Daimon) appare per 5 secondi Jun Hono, il pilota di Venus Alfa nella serie il Grande Mazinga, seduta sugli spalti, alle spalle di Sunny e del papà di Mila.

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Episodi di Mila e Shiro due cuori nella pallavolo.

Censure nell'anime[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Adattamento e censura degli anime.

L'edizione Mediaset trasmessa in Italia, in Francia e in Spagna ha comportato numerose censure, principalmente riguardanti comportamenti violenti e scene (perlopiù ironiche) con alcuni nudi o inquadrature di indumenti intimi femminili.

Episodio 1
  • A metà dell'episodio Mila indossa solo un telo da bagno perché si è appena fatta la doccia. Quando sente gridare Sunny che ha riempito troppo la vasca da bagno allagando la casa, batte disperata i pugni sul tavolo. È stata tagliata la sequenza di circa 3 secondi che la vede a seno nudo dopo che il telo da bagno che indossava le scivola di dosso.
  • Durante la ricreazione e subito prima della sfida in palestra con Nami, Mila si precipita in bagno entrando per errore in quello dei maschi e causando la fuga scomposta dei ragazzi alcuni dei quali con i pantaloni calati. Nell'edizione Mediaset la scena inizia soltanto nell'istante in cui Mila esce dalla toilette, ma è rimasta una traccia della censura: ci sono due porte, Mila esce sospirando da quella di sinistra e sopra a quella di destra si vede il simbolo della toilette per le donne.
  • Nell'ultima scena dell'episodio Mila dopo tanto tempo incontra finalmente il padre. Nell'edizione Mediaset si assiste al ritrovarsi di una famiglia felice, ma è stata tagliata una sequenza di circa 30 secondi con un aspro litigio tra Mila e Toshiko, con schiaffi dati e presi da entrambe le parti.
Episodio 2
  • Nella scena del cantiere durante la lotta tra Mila e i motociclisti, la ragazza fa un salto prodigioso addosso a Saburo. Sono stati tagliati alcuni fotogrammi in cui si vedono in primo piano le mutandine di Mila con il disegno di un panda mentre arrivano direttamente in faccia a Saburo.
  • Saburo e i suoi amici motociclisti arrivano alla scuola di Mila. È stata tagliata la prima parte della scena nella quale i motociclisti corrono velocemente nel cortile della scuola sollevando le gonne delle studentesse per controllare le loro mutandine (stanno cercando una studentessa che ha mutandine con il disegno di un panda). Nella versione Mediaset Daimon è arrabbiato con i motociclisti ed ingiunge loro di "andare a fare le bravate da un'altra parte", ma lo spettatore non sa a quali malefatte si stia riferendo.
Episodio 3
  • Mitamura fa un sogno erotico nel quale Mila lo abbraccia e lo bacia, ma si sveglia sul più bello in un bagno di sudore (e se ne rammarica). La scena è stata tagliata nell'edizione francese, mentre è presente in quella italiana e spagnola, anche se in versione accorciata (è stato eliminato il motivo del brusco risveglio di Mitamura: il suo collaboratore nel sonno è uscito dal suo futon e gli ha dato un calcio).
  • Anche Mila sogna di baciare Mitamura, ma viene svegliata da Daimon che batte sulla porta della sua stanza. In questo caso la scena del sogno è stata tagliata in tutte e tre le versioni linguistiche di Mediaset.
Episodio 6
  • Durante la lezione Mila sta sonnecchiando ed una compagna la sveglia facendole leggere una rivista specializzata sulla pallavolo. Nella rivista Mila vede un articolo su Mitamura e fa capire di essere innamorata di lui. La compagna la rimprovera e le fa invece vedere la spiegazione delle tecniche di ricezione, in cui Mila è carente. L'edizione Mediaset ha tagliato la sequenza su Mitamura e il rimprovero dell'amica è dovuto al fatto che Mila stava sonnecchiando.
  • Durante un allenamento Daimon caccia dal campo Yokita, che sta avendo risultati deludenti in ricezione e Nami prende le parti della compagna. Daimon colpisce ripetutamente Nami sul volto fino a farle uscire il sangue dalla bocca, facendola poi cadere a terra. Nell'edizione Mediaset dopo il primo schiaffo la parte centrale della sequenza con la decina di colpi al viso ed il sangue è stata censurata e la scena riprende con Nami che cade a terra.
Episodio 7
  • Mila vede Shiro parlare con Nami e confida alle amiche che "farà una pazzia" per conquistarlo. Lei sta pensando ad un regalo di San Valentino, ma le amiche la immaginano nuda a letto con Shiro mentre lo abbraccia e lo bacia. Nell'edizione Mediaset la parte "immaginata" è stata tagliata e rimane solo l'enorme sollievo delle ragazze quando scoprono i reali intendimenti di Mila.
  • Durante la partita allo stadio, Mila si sbraccia dalla balaustra quando vede Mitamura in campo, perde l'equilibrio e quasi cade di sotto. Nella scena in cui Mila si ritrova a testa in giù sospesa nel vuoto la gonna le si solleva facendo vedere chiaramente le mutandine. Nell'edizione Mediaset la sequenza della mancata caduta è stata eliminata.
Episodio 8
  • All'inizio della partita tra le titolari (con Nami) contro le riserve (con Mila), Saburo ruba il microfono alle due ragazze che avrebbero dovuto fare la radiocronaca. Le ragazze però non ci stanno e mentre una gli salta addosso e gli allarga le gambe, l'altra gli si avvicina minacciosa con un enorme paio di tenaglie in mano. Per tutto il campus si odono le terribili urla di dolore di Saburo trasmesse dal microfono aperto. Nell'edizione Mediaset la sequenza con le tenaglie è stata tagliata e le grida sono state trasformate in un semplice litigio tra Saburo e le ragazze.
Episodio 10
  • Mila al parco giochi fa alcune acrobazie sull'altalena, cade e si ritrova a testa in giù. La gonna sollevata lascia vedere le sue mutandine con il solito disegno del panda.
  • Mila assieme alle compagne va alla palestra delle Seven Fighters invece di allenarsi con Nami. Quando Mila vede Mitamura, gli corre incontro facendo un grande salto, lui si scansa e lei cade scompostamente. Nella versione Mediaset è stata tagliata la sequenza dove lei si rialza mostrando le mutandine e abbassa velocemente la gonna per coprirle.
  • Mitamura chiede alle ragazze di mettersi in tenuta di gioco per partecipare agli allenamenti. Nello spogliatoio si assiste ad una violenta discussione tra Mila e le altre. Nell'edizione Mediaset la scena è stata eliminata e le ragazze passano dalla gonna ai pantaloncini apparentemente senza motivo.
Episodio 31
  • Durante la lunga scena del bagno termale che Mila fa assieme alla fisioterapeuta Eco, si intravvedono i loro corpi nudi immersi nell'acqua assieme a quelli di altre bagnanti presenti. Nell'edizione Mediaset trasmessa in Italia la scena è stata accorciata e alcuni fotogrammi con troppe nudità femminili sono stati sostituiti con altri presi dalla medesima scena. Le versioni francese e spagnola dell'episodio sono state invece trasmesse integralmente.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nelle checklist Star Comics del periodo il titolo del manga appare come Mila e Shiro - Attaker You!
  2. ^ http://www.publitalia.it/bin/Documento/C_9_Documento_1517_file.pdf
  3. ^ Manga di Attacker YOU! vol. 1
  4. ^ Attacker You!, volume 3 pagina 105
  5. ^ Scheda su Mila e Shiro due cuori nella pallavolo de Il mondo dei doppiatori
  6. ^ Scheda su Mila e Shiro due cuori nella pallavolo di Tana delle sigle.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]