Mikulin AM-35

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mikulin AM-35
Descrizione
Costruttore URSS OKB Mikulin
Tipo motore a V di 60°
Numero di cilindri 12
Raffreddamento a liquido
Alimentazione carburatore
Compressore centrifugo a singolo stadio
Dimensioni
Cilindrata 45,842 L
Alesaggio 160 mm
Corsa 190 mm
Rap. di compressione 7,0:1
Peso
A vuoto 830 kg
Prestazioni
Potenza 1 350 hp (993 kW) a 2 050 giri/min
Potenza specifica 24 CV/L
Combustibile benzina
Note
dati riferiti alla versione AM-35A
voci di motori presenti su Wikipedia

Il Mikulin AM-35, citato anche come M-35, era un motore aeronautico 12 cilindri a V di 60° raffreddato a liquido progettato dall'OKB 34 diretto da Aleksandr Aleksandrovič Mikulin e sviluppato in Unione Sovietica tra la fine degli anni trenta e l'inizio degli anni quaranta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppato dal precedente M-34FRN, versione dotata di compressore ad uno stadio, venne ideato per poter essere equipaggiato con un turbocompressore, aumentando così la potenza disponibile mantenendo inalterate le misure di alesaggio e corsa.[1]

L'AM-35 venne installato sia sull' Ilyushin Il-2 Šturmovik che sull' SB-2, ma non raggiungendo i risultati sperati non venne avviato alla produzione in serie.[1]

Ne venne quindi sviluppata una ulteriore versione, la AM-35A, che risultata soddisfacente venne invece prodotta per essere installata sul caccia Mikoyan-Gurevich MiG-1, sul suo sviluppo MiG-3 e, data la scarsa affidabilità della motorizzazione originale, come fornitura alternativa al bombardiere quadrimotore Petlyakov Pe-8.[1]

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

AM-35
AM-35A

Apparecchi utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

URSS URSS

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Поршневой двигатель АМ-35 in Уголок неба.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]