Miklós Kretzoi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Miklós Kretzoi

Miklós Kretzoi (Budapest, 9 febbraio 190715 marzo 2005) è stato un geologo, paleontologo e paleoantropologo ungherese[1][2], vincitore del Premio Széchenyi[3].

Kretzoi studiò arte e scienze naturali all'allora Università Pázmány Péter di Budapest dal 1925 al 1929[1]. Mentre era ancora studente, lavorò come volontario presso l'Istituto Geologico Ungherese[1]. Nel 1930 si laureò in paleontologia, geologia e geografia all'Università di Pécs[3]. Nel 1933 iniziò a lavorare come geologo e geofisico per la «Hungarian-American Oil Inc.». Continuò a lavorare per questa società fino allo scoppio della seconda guerra mondiale[1]. Kretzoi venne assunto allora dal Museo Nazionale Ungherese, dove fu curatore dei dipartimenti di Mineralogia e Paleontologia fino al 1950, quando iniziò a lavorare per l'Istituto Geologico Ungherese[1], del quale fu direttore tra il 1956 e il 1958[4]. A partire dalla metà degli anni '60 guidò i lavori di scavo nel sito di Rudabánya, dove vennero rinvenuti vari fossili di Antropoidi[1][2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f David Begun, Miklo´s Kretzoi, 1907–2005, University of Toronto, 2005. URL consultato il 15 marzo 2010.
  2. ^ a b (HU) Elhunyt Kretzoi Miklós geológus, 17 marzo 2005. URL consultato il 15 marzo 2010.
  3. ^ a b Rudabánya and the Early Phase of Hominisation, 9 febbraio 2004. URL consultato il 16 marzo 2010.
  4. ^ The short history of the Institute. URL consultato il 17 marzo 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 34659931 LCCN: n86104238