Mikho Mossulishvili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Mikho Mossulishvili

Mikho Mossulishvili (in georgiano: მიხო მოსულიშვილი; Arashenda, 10 dicembre 1962) è uno scrittore, drammaturgo e sceneggiatore georgiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Mikho Mossulishvili si è laureato nella facoltà di Geologia e Geografia dell'Università statale di Tbilisi nel 1986, con la qualifica di ingegnere geologo. Tra il 1981 e il 1984 frequentò il corso di laurea breve in Drammaturgia Cinematografica (classe di Erlom Ahvlediani[1] e Davit Agiashvili[2]). Dopo aver lavorato per un breve periodo come geologo, proseguì come giornalista, scrivendo per vari periodici georgiani. È autore di romanzi, racconti, opere teatrali in lingua georgiana nonché traduttore di tre romanzi di Boris Akunin. Le sue pièce, messe in scena da vari teatri georgiani, sono state presentate anche in versioni radiofoniche e televisive. Alcune delle sue opere sono tradotte in inglese[3], tedesco, armeno[4] e russo[5].

La sua opera principale, il romanzo picaresco Il volo senza una botte, è uno dei bestsellers della narrativa georgiana contemporanea.

Il libro biografico di Mikho Mossulishvili su Vazha-Pshavela presenta una nuova visione della vita del poeta e del suo stile unico. Il libro è fondamentalmente fatto di riflessioni dell’autore su cinque opere del poeta (Aluda Ketelauri (1888), Bakhtrioni (1892), L'ospite (1893), La vendetta (1897), Il mangiatore di serpente (1901)) e sono basate sul principio della sezione aurea). Mikho Mossulishvili cerca le origini della profondità e del fascino del pensiero di Vazha-Pshavela nella mitologia georgiana, il che fa dell’opera del poeta un fenomeno del tutto particolare per la letteratura mondiale.

Mikho Mossulishvili è sposato e ha una figlia.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi scritti in georgiano[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte di racconti[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiature[modifica | modifica wikitesto]

Traduzioni in georgiano[modifica | modifica wikitesto]

Per la televisione georgiana[modifica | modifica wikitesto]

  • Il mio Amico Hitler, coautore della sceneggiatura con Andro Enukidze (dall'omonima opera di Yukio Mishima), per il primo canale della televisione georgiana, regia di Andro Enukidze - 1999
  • La notte delle piccole stelle (una fiction televisiva in 45 puntate), coautore della sceneggiatura, per il primo canale della televisione georgiana, regia di Andro Enukidze - 2000

Per la radio georgiana[modifica | modifica wikitesto]

  • L’uomo del bosco, (1987), regia di Badri Mikashavidze
  • Il ragno, (1988), regia di Badri Mikashavidze
  • La morte di Guaram Mampali, (1989), regia di Badri Mikashavidze
  • Il ballo con i morti (un thriller comico), (2010), regia di Zurab Kandelaki

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Il tredicesimo sperimentale (coautore Andro Enukidze), (tragicommedia) — Teatro dei non vedenti di Tbilisi “Avtandil Tsikhishvili”, regia di Alexander Labadze, 2002
  • Esercito bianco (tragicommedia) — Teatro Onda Bianca di Sokhumi, regia di George Ratiani, 2005
  • Fiaba rubata di Capodanno - Teatro statale “Akaki Tsereteli” (Chiatura, Georgia), regia di Soso Nemssadze, 2008. realizzata con sostegno di SOCO[12], fondazione di Sandra Roelofs
  • Enki-Benki (La rivoltella allegra) - Teatro per bambini, Tbilisi, regia di Natia Kavssadze, 2008
  • L'oca di Natale alle mele (thriller comico) – “La Cantina Teatrale in Vake”, Tbilisi, regia di Guram Bregadze, 2009

Premi e riconoscimenti internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d’Onore della Georgia - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d’Onore della Georgia
— Tbilisi, Georgia, 7 marzo 1998
  • 1998 — Medaglia d’Onore[13] (assegnata a cittadini georgiani per un contributo rilevante nella vita sociale e culturale del paese).
  • 2005 — Secondo premio del Concorso Internazionale di Letteratura di Mosca 'Bekar'[14] (lavori letterari sulla musica) nella categoria "Jazz e Rock: prosa"; per il racconto Urakparaki[15] (traduzione in russo di Maja Biriukova)
  • 2006 — Premio del Concorso Internazionale di Letteratura, Atene
  • 2007 — Khertvisi (il premio letterario)[16] per racconto Ieri sera sulla Battaglia di Didgori
  • 2011 — Gala (premio letterario) per il libro biografico Vazha-Pshavela[17]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Erlom Akhvlediani - IMDb
  2. ^ Davit Agiashvili - IMDb
  3. ^ http://www.freewebs.com/archanda/beforeacockcrow.htm
  4. ^ Mikho Mosulishvili - Միխո Մոսուլիշվիլի: Գարուն, 1999, # 2
  5. ^ Точка . Зрения - Lito.ru. Михо Мосулишвили - биография, стихи, проза, публицистика, стихи о любви. Поэты, писатели, современная литература
  6. ^ Užamo žamis raindi : romani-menipea (Book, 1999) [WorldCat.org]
  7. ^ Mtʻvariani dġis pʻreskebi (Book, 1990) [WorldCat.org]
  8. ^ Mixo Mosulišvili, Sivr'ce vertikalshi, Tbilisi, Georgia, Merani, 1997.
  9. ^ Mixo Mosulišvili, Gedebi tovlqvesh, Tbilisi, Georgia, Saari, 2004.
  10. ^ Точка . Зрения - Lito.ru. Михо Мосулишвили: Сияние снежного дня (Рассказ).. Поэты, писатели, современная литература
  11. ^ George Ovashvili - IMDb
  12. ^ Home
  13. ^ http://www.president.gov.ge/index.php?lang_id=ENG&sec_id=240
  14. ^ Ошибка: обслуживание сайта было приостановлено
  15. ^ Ошибка: обслуживание сайта было приостановлено
  16. ^ About - Archanda
  17. ^ Vazha-Pshavela (Open Library)

Bibliografia critica[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 72625919 LCCN: n00049610