Mike Riley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michael Anthony Riley
Mike riley.jpg
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Nome Michael Anthony Riley
Federazione Inghilterra Inghilterra
Altezza 185 cm
Peso 78 kg
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
1989 - 1994
1994 - 1996
1996 - 2009
Football League
Football League
Premier League
Assistente
Arbitro
Arbitro
Attività internazionale
1999 - 2009 UEFA e FIFA Arbitro
Esordio Bulgaria - Islanda 2 - 1
24 marzo 2001

Michael Anthony Riley (Rotherham, 17 dicembre 1964) è un arbitro di calcio inglese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Riley è diventato arbitro nel 1980 nella regione di Rotherham. Nel 1994 debutta come arbitro nella Football League e due anni dopo, nel 1996, arriva in Premier League. Nel 1999 diviene internazionale e nel 2003 venne promosso nella categoria Elite degli arbitri UEFA. In ambito nazionale ha arbitrato la finale della FA Cup del 2002, della Carling Cup del 2004 e quella dei playoff della Football League nel 2005.

In ambito internazionale invece ha partecipato al Campionato europeo di calcio 2004 dirigendo due gare della fase a gironi (Svezia-Bulgaria e Germania-Lettonia).

Nel marzo 2006 è protagonista, suo malgrado, di una polemica: all'indomani della partita dei quarti di finale di Coppa UEFA tra Levski Sofia e Schalke 04, il dirigente bulgaro Todor Batkov, scontento per l'arbitraggio di Riley, lo evoca bollandolo come "quell'omosessuale inglese". Immediate arrivano le difese della Federazione calcio britannica a tutela del proprio associato.[1]

Nel 2007 Riley è stato invitato a dirigere la finale della Hong Kong FA Cup South China-Happy Valley. È stata vinta dal South China per 3-1, che grazie a questa vittoria ha fatto il tris avendo vinto: First Division League, Senior Shield e la FA Cup.

Da settembre 2009 è diventato manager degli arbitri della Premier League inglese, appendendo quindi il fischietto al chiodo.[2]. Dal 1º gennaio 2012 entra a far parte della Commissione Arbitrale FIFA e si occuperà di sviluppo e formazione degli arbitri.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) FA acts to defend referee Riley, news.bbc.co.uk, 1-4-2006. URL consultato il 3-4-2010.
  2. ^ PGMOL appoint Mike Riley as General Manager, refworld.com, 26-6-2009. [collegamento interrotto]
  3. ^ Referees Committee, fifa.com. URL consultato il 20 aprile 2014.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]