Mike Posner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Mike Posner
Fotografia di Mike Posner
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Synth pop
Dance
Alternative rap
Periodo di attività 2009 – in attività
Etichetta J Records
Album pubblicati 1
Studio 1
Live 1
Raccolte 0
Sito web

Michael Mike Posner (Detroit, 12 febbraio 1988) è un cantautore e produttore discografico statunitense. Ha pubblicato il suo album di debutto, 31 Minutes to Takeoff il 10 agosto 2010, da cui sono stati estratti i singoli Cooler Than Me, di grande fortuna negli Stati Uniti per aver avuto accesso tra le prime dieci posizioni della Billboard Hot 100, e Please Don't Go.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Detroit, nel Michigan, è cresciuto a Southfield.[1] Suo padre è un procuratore legale ebreo e sua madre una farmacista di religione cattolica.[2][3] Posner ha frequentato la Groves High School di Beverly Hills e l'Università Duke.[1] In quest'ultimo centro di studi, è entrato a far parte della confraternita Sigma Nu,[4] e si è diplomato nel 2010 in sociologia e affari con un punteggio di 3.59.[1][5]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Affiancato dal produttore Don Cannon e da DJ Benzi, Posner ha registrato il suo primo mixtape, intitolato A Matter of Time, nel dormitorio dell'Università Duke e l'ha messo in commercio nel marzo 2009.[6] Nel luglio 2009, firma il suo primo contratto discografico con l'etichetta J Records (RCA/Sony).[7] Nonostante il suo impegno con la casa musicale, sceglie di tornare a studiare all'Università, che continua a frequentare nei fine settimana, mentre nei restanti giorni si mette al lavoro sul suo album d'esordio.[8][9][10] Posner mette in commercio il suo secondo mixtape, One Foot Out the Door, presentato da Clinton Sparks, il 27 ottobre 2009. Il lavoro esce accompagnato da diversi siti web omonimi che iniziano a formarsi ogni settimana dal 30 settembre al dicembre 2009. In questo periodo di preparazione al debutto, Posner seleziona il suo manager, Daniel Weisman di Elitaste Inc., noto per aver già lavorato con il rapper Wale.

31 Minutes to Takeoff, l'album di debutto di Posner, è distribuito il 10 agosto 2010.[11] Il primo singolo estratto, intitolato Cooler Than Me, prodotto da Eric Barker, riscuote un ampio successo negli Stati Uniti e si muove agilmente nella classifica americana, piazzandosi alla posizione numero 6 nella Billboard Hot 100.[12] Il cantante lo promuove eseguendolo dal vivo in diverse cerimonie estive, tra cui il Bonnaroo Music Festival e il Warped Tour 2010. Il rilascio di un secondo singolo, Please Don't Go è annunciato per il 20 luglio 2010.

Posner ha fatto la sua prima apparizione televisiva nel talk show americano Last Call with Carson Daly martedì 27 ottobre 2009. Ha cantato il suo brano di successo, Cooler Than Me il 28 luglio 2010 ad America's Got Talent. Ha eseguito il brano anche al John Barleycorn a Schaumburg il 31 luglio 2010, al Live with Regis and Kelly il 3 agosto 2010 e al Late Night with Jimmy Fallon il 4 agosto 2010. È tornato a cantarlo dal vivo al The Wendy Williams Show il 5 agosto 2010 e al The Tonight Show, condotto da Jay Leno, il 9 agosto 2010. In Italia, Mike Posner è conosciuto grazie alle promozioni di MTV Push.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

Mixtape[modifica | modifica sorgente]

  • 2009: A Matter of Time
  • 2009: One Foot Out the Door
  • 2011: The Layover

Singoli[modifica | modifica sorgente]

Collaborazioni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Brian McCollum, Groves graduate and was very good friends with Kristen Lazzel (later metioned in one of his and pop star Mike Posner heads to the D for the Warped Tour in Detroit Free Press, 9 luglio 2010. URL consultato il 20 agosto 2010.
  2. ^ (EN) Z, Mike Posner Interview in DJBooth.net, 16 febbraio 2010. URL consultato l'8 settembre 2010.
  3. ^ (EN) Rod Copeland, Fly for a White Guy in The Chronicle (Duke), 6 dicembre 2006. URL consultato l'8 settembre 2010.
  4. ^ (EN) 3 Questions with Rising Music Star Mike Posner in Coed, 8 dicembre 2009. URL consultato il 20 agosto 2010.
  5. ^ (EN) Nick Williams, Mike Posner’s meteoric rise to stardom in Vox, 22 aprile 2010. URL consultato il 20 agosto 2010.
  6. ^ (EN) Invalid Friend ID, Myspace.com. URL consultato l'8 settembre 2010.
  7. ^ (EN) The Music Industry's Leading A&R Site, Crazed Hits, 23 luglio 2010. URL consultato l'8 settembre 2010.
  8. ^ Marty Bandier of Sony/ATV, a Guru of Music Publishing - NYTimes.com
  9. ^ (EN) Watch now: Get to know Mike Posner | The Volume | Time Out New York, .timeoutny.com, 29 settembre 2009. URL consultato il 31 agosto 2010.
  10. ^ (EN) The Brain Child � Mike Posner | The Chronicle, Dukechronicle.com, 30 giugno 2009. URL consultato l'8 settembre 2010.
  11. ^ (EN) Thank You, Musicblips.dailyradar.com. URL consultato il 31 agosto 2010.
  12. ^ http://www.billboard.com/#/charts/hot-100?tag=chscr1

Controllo di autorità VIAF: 164256903 LCCN: no2010127257

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica