Mike Comrie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mike Comrie
Mike Comrie in 2009.jpg
Dati biografici
Nome Michael William Comrie
Nazionalità Canada Canada
Altezza 178 cm
Peso 84 kg
Hockey su ghiaccio Ice hockey pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centro
Tiro Sinistro
Ritirato 13 febbraio 2012
Carriera
Periodo Squadra PG G A Pt
Giovanili
1996-1998 600px Rosso Giallo e Bianco.png St. Albert Saints 140 121 143 264
1998-2000 Michigan Wolverines Michigan Wolverines 82 43 60 103
2000 Kootenay Ice Kootenay Ice 37 39 40 79
Squadre di club0
2000-2003 Edmonton Oilers Edmonton Oilers 204 63 74 137
2003 Philadelphia Flyers Philadelphia Flyers 21 4 5 9
2003-2004 Phoenix Coyotes Phoenix Coyotes 28 8 7 15
2004-2005 Färjestad Färjestad 10 1 6 7
2005-2006 Phoenix Coyotes Phoenix Coyotes 104 37 43 80
2006-2007 Ottawa Senators Ottawa Senators 61 15 16 31
2007-2009 NY Islanders NY Islanders 117 28 41 69
2009 Ottawa Senators Ottawa Senators 22 3 4 7
2009-2010 Edmonton Oilers Edmonton Oilers 43 13 8 21
2010-2011 Pittsburgh Penguins Pittsburgh Penguins 21 1 5 6
Nazionale
2002-2006 Canada Canada 25 7 5 12
NHL Draft
1999 Edmonton Oilers Edmonton Oilers 91a scelta ass.
Palmarès
Campionato mondiale 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
0 Dati relativi al campionato e ai playoff.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 23 aprile 2013

Michael William Comrie (Edmonton, 11 settembre 1980) è un ex hockeista su ghiaccio canadese di ruolo centro. Si è ritirato il 13 febbraio 2012, dopo il terzo intervento chirurgico all’anca in cinque anni. Nei suoi 13 anni di carriera in NHL, ha giocato con gli Edmonton Oilers, Philadelphia Flyers, Phoenix Coyotes, Färjestad BK, Ottawa Senators, New York Islanders e Pittsburgh Penguins. Dal 2010 al 2014 è stato sposato con la cantante e attrice Hilary Duff e nel 2012 è nato il loro primo figlio, Luca Cruz Comrie.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Mike Comrie è nato e cresciuto a Edmonton, Alberta e ha frequentato la Jasper Place High School. Nel 1999, quando Comrie stava giocando con i Michigan Wolverines, è stato scelto al terzo giro dagli Edmonton Oilers (la squadra della sua città) come 91o assoluto per l'NHL Entry Draft di quell'anno.

Edmonton Oilers[modifica | modifica sorgente]

Durante la stagione 2000-01, Comrie lascia i Kootenay Ice, importante squadra giovanile della Western Hockey League (WHL), e firma un contratto triennale da 10 milioni di dollari con gli Edmonton Oilers,[1] Si trattava di una cifra ben al di sopra del valore massimo imposto dalla Lega, di 1.13 milioni di dollari all'anno, che è stata resa possibile grazie ad una scappatoia individuata da Mike Van Ryn.[2] A Edmonton, Comrie diventa subito un beniamino per i tifosi e un eroe per la città.[3] Nelle sue prime stagioni con la squadra, è una vera e propria minaccia offensiva, totalizzando 133 punti in 192 partite dal 2001 al 2003.

Partenza da Edmonton[modifica | modifica sorgente]

Dopo un ritiro pre-stagionale poco brillante, lo status di Comrie di eroe locale inizia a venire meno,[4] in seguito a una disputa contrattuale durante la stagione 2003–04. Kevin Lowe, poi general manager degli Oilers, propone il trasferimento di Comrie agli Anaheim Ducks, in cambio di Corey Perry e di una scelta al primo turno del draft, ma l’accordo prevede anche che Comrie rimborsi la squadra di 2.5 milioni di dollari,[5] cifra che era una parte del bonus guadagnato dal giocatore, come previsto dal suo contratto.[6] Così, Comrie rifiuta e nel dicembre 2003 viene venduto ai Philadelphia Flyers, in cambio di Jeff Woywitka, una scelta al primo giro nell’NHL Entry Draft 2004 e una scelta al terzo giro nel nell’NHL Entry Draft 2005.

Philadelphia Flyers e Phoenix Coyotes[modifica | modifica sorgente]

Comrie gioca solo 21 partite con i Philadelphia, prima di essere venduto ai Phoenix Coyotes in cambio di Sean Burke, Branko Radivojevič e Ben Eager. Qui gioca 28 partite e totalizza sette gol e otto assist. Ma nel 2005 si verifica un lockout e l’intera stagione NHL viene cancellata.

Così, Comrie firma un contratto con i Färjestads BK, squadra europea dell'Elitserien, in cui l'hockeista gioca 10 partite, prima di andare via nel dicembre 2004.[7] A seguito dell'accordo stipulato nel luglio 2005, fra la lega (l'NHL) ed il sindacato dei giocatori (l'NHLPA), per riprendere le operazioni di gioco dopo il lockout, Comrie ritorna nei Coyotes per la stagione 2005–06, dove registra per la seconda volta ben 30 gol in una stagione. Così il 4 agosto 2006, i Coyotes rinnovano il contratto a Comrie per un anno, per la cifra di 3 milioni di dollari.[8]

Il 3 gennaio 2007, Comrie viene venduto agli Ottawa Senators in cambio dell'attaccante russo Alexei Kaigorodov.

Ottawa Senators e New York Islanders[modifica | modifica sorgente]

Comrie segna il suo primo gol con i Senators il 9 gennaio 2007 in occasione della partita con i Boston Bruins al Scotiabank Place di Ottawa, Ontario. Da quel giorno, ogni volta che segnava al Scotiabank Place, il gol veniva accompagnato dalla canzone "Black Gloves" dei Goose, una band electrorock belga. Comrie aiuta la squadra nel corso di tutti i playoff, nonostante abbia una lesione alla spalla, che gli impedisce perfino di legarsi i pattini da solo. I Senators, campioni della Eastern Conference, arrivano così alla finale della Stanley Cup 2007, sfidandosi contro gli Anaheim Ducksmade, che vincono per 4 a 1. Prima della sconfitta, i Senators sconfissero ed eliminarono, in sole cinque partite, i Pittsburgh Penguins, i New Jersey Devils e i Buffalo Sabres.

Il 5 luglio 2007, Mike Comrie, in quanto unrestricted free agent, firma un contratto di un anno dal valore di $3.375 milioni con i New York Islanders.[9] Prima della scadenza del contratto, il 26 febbraio 2008, i New York Islanders rinnovano l'accordo per un altro anno, per un valore di $4 milioni. Il 20 febbraio 2009, Comrie sarebbe rientrato nei Senators, insieme a Chris Campoli, in cambio di Dean McAmmond e di una scelta al primo giro dei San Jose Sharks.[10]

Ritorno agli Oilers[modifica | modifica sorgente]

Mike Comrie con la maglia degli Edmonton Oilers

Per la stagione 2009-2010, Mike Comrie firma un contratto di un anno dal valore di $1.125 milioni con la sua prima squadra, gli Edmonton Oilers, che 9 anni prima avevano dato inizio alla sua carriera nella National Hockey League.[11] Comrie sceglie di indossare sulla maglia il No. 91 (in onore della numero di selezione con cui ha partecipato al Draft nel 1999), mentre il No. 89 (che aveva indossato nel corso del primo round con la squadra), viene assegnato a Sam Gagner.

La partita di debutto del ritorno di Comrie agli Edmonton, giocata il 18 settembre 2009, è memorabile: si tratta di una prestagionale in cui gli Oilers battono i Florida Panthers per 4–0. Tutti e 4 i gol vengono segnati su assist di Comrie, che si rivela cruciale per la vittoria. Nell'ultima frazione di gioco, si toglie i guanti e inizia un combattimento con l'avversario Eric Himelfarb per avergli rubato il posto in area di rigore. Lo scontro scatena tutti i tifosi presenti al Rexall Place in una standing ovation per Comrie.[12]

Il 17 novembre, dopo aver realizzato 5 gol e 8 punti in 16 partite, Comrie entra nella lista degli infortunati a lungo termine per una mononucleosi, che lo costringe ad una pausa fino a fine gennaio. Fa ritorno in squadra da titolare il 1º febbraio 2010, registrando un assist nella vittoria con i Carolina Hurricanes per 4–2. Conclude il resto della stagione totalizzando 13 gol e 21 punti in 43 partite.

Dal 1º luglio 2010, Mike Comrie è un unrestricted free agent, non avendo rinnovato il contratto con gli Oilers per la stagione 2010–11.[13]

Pittsburgh Penguins[modifica | modifica sorgente]

Il 3 settembre 2010, Mike Comrie trova un'intesa, sancita da un contratto di un anno di $500,000, con i Pittsburgh Penguins,[14] unendosi alla franchigia che nel 1973 aveva scelto lo zio Fred Comrie.[15] Il 22 settembre 2010, Comrie segna il suo primo gol nel nuovissimo Consol Energy Center a soli 81 secondi dall'inizio, portando i Penguins' alla vittoria sui Detroit Red Wings per 5-1.[16] Ma, a causa di un brutto infortunio all'anca, Comrie non gioca gran parte della restante stagione. Segna un gol nel corso dell'82a e ultima partita di stagione, in trasferta contro gli Atlanta Thrashers. Quello contro i Penguins fu l'ultimo match della storia dei Thrashers, prima del trasferimento a Winnipeg.

Ritiro[modifica | modifica sorgente]

Dopo il terzo intervento chirurgico all'anca, il 13 febbraio 2012 Comrie annuncia il ritiro dall'attività professionistica.[17]

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Il padre di Comrie, William (Bill), e i suoi zii, Fred e John, sono i fondatori di The Brick, un'importante azienda d'arredamento canadese. Per questo motivo, il soprannome di Mike è "The Brick". Sia Bill che Fred Comrie sono stati entrambi giocatori di hockey. La madre di Comrie, Theresa, morì di cancro nel 1990. Comrie ha due fratelli maggiori: una sorella, Cathy, e un fratello, Paul, anche lui giocatore di hockey. Ha anche due fratellastri, nati dal secondo matrimonio di suo padre: Eric e Ty, due aspiranti hockeisti su ghiaccio. In particolare, il più giovane dei due, Eric Comrie (nato il 6 luglio 1995), gioca a livello agonistico ed è tra le prospettive più quotate per una selezione all'NHL Entry Draft 2013.[18]

Nell'estate del 2007, Comrie ha iniziato una relazione con la cantante e attrice americana Hilary Duff. La coppia ha annunciato il fidanzamento ufficiale nel febbraio 2010[19][20] e si è sposata il 14 agosto 2010 presso la Mediterranean Villa La Quinta a Santa Barbara.[21] Un anno dopo, il 14 agosto 2011, hanno annunciato con un comunicato ufficiale di aspettare un bambino. Il 20 marzo 2012 nasce il loro primo figlio, Luca Cruz Comrie.[22]

Nel gennaio 2014 ha annunciato la separazione da Hilary Duff[23]

Palmarès[24][modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

St. Albert: 1997-1998

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Finlandia 2003

Individuale[modifica | modifica sorgente]

Rookie of the Year: 1996-1997
Most Valuable Player: 1997-1998
All-Rookie Team: 1998-1999
First All-Star Team: 1998-1999
Rookie of the Year: 1998-1999
First All-Star Team: 1999-2000
Second All-American Team: 1999-2000
Svezia 2005

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Nel 2006, Comrie ha recitato nel lungometraggio In the Crease, insieme ad altri importanti giocatori della NHL, tra cui Scott Niedermayer, Joe Thornton, Scott Gomez e Brendan Shanahan.[25] Il film, prodotto e diretto da Matthew Gannon e Michael Sarner, è incentrato sulla vera storia di una giovanissima squadra di hockey che ambisce a vincere il campionato nazionale. Nel corso del lungometraggio, gli hockeysti raccontano la loro esperienza personale e i loro trionfi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Adrian Wyld, Comrie nets OT goal, Oilers even series with Stars, Associated Press, 18 aprile 2001. URL consultato il 21 aprile 2013.
  2. ^ Michael Farber, Skating Through A Loophole, Sports Illustrated, 4 dicembre 2000. URL consultato il 21 aprile 2013.
  3. ^ Edmonton Oilers Heritage Website, Mike Comrie—Hometown Hero, Edmonton Oilers Heritage Website, 2001. URL consultato il 21 aprile 2013.
  4. ^ Robert Tychkowski, He's public enemy No. 2, Edmonton Sun, 2003. URL consultato il 25 maggio 2013.
  5. ^ CBC Sports, Oilers' Comrie must pay for trade, CBC Sports, 11 dicembre 2001. URL consultato il 25 maggio 2013.
  6. ^ Tim Panaccio, Comrie, once a Flyer, has found his niche Bumped around, he's settled in with Ottawa. Comrie finds his niche in Ottawa, Philly.com, 30 maggio 2007. URL consultato il 25 maggio 2013.
  7. ^ Eric Duhatschek, Souray stays in Sweden for long haul, The Globe and Mail, 5 aprile 2005. URL consultato il 25 maggio 2013.
  8. ^ TSN.ca Staff, Coyotes sign Comrie to one-year deal, TSN, 4 agosto 2006. URL consultato il 25 maggio 2013.
  9. ^ Ken Warren, Islanders land Comrie, Guerin, The Ottawa Citizen, 6 luglio 2007. URL consultato il 25 maggio 2013.
  10. ^ Associated Press, Islanders trade Comrie to Ottawa, NHL.com, 20 febbraio 2009. URL consultato il 25 maggio 2013.
  11. ^ Edmonton Oilers Press Release, Oilers sign Mike Comrie, Edmonton Oilers Official Web Site, 9 ottobre 2009. URL consultato il 25 maggio 2013.
  12. ^ Jen Sharpe, Comrie, Khaby help Oilers slay Panthers 4-0, Edmonton Oilers Official Web Site, 18 settembre 2009. URL consultato il 25 maggio 2013.
  13. ^ Mike Brophy, Oilers not planning on re-signing Comrie, Sportsnet.ca, 28 agosto 2010. URL consultato il 25 maggio 2013.
  14. ^ Pittsburgh Penguins, Penguins Sign Forward Mike Comrie, The Official Site of the Pittsburgh Penguins, 3 settembre 2010. URL consultato il 25 maggio 2013.
  15. ^ Fred Comrie - 1973 NHL Amateur Draft - 8th Round, NHL. URL consultato il 25 maggio 2013.
  16. ^ Rob Rossi, Penguins open Consol Energy Center with 5-1 exhibition win, TribLIVE, 23 settembre 2010. URL consultato il 25 maggio 2013.
  17. ^ The Canadian Press, Former Oiler, senator Comrie retires after 10 NHL seasons, TSN, 13 febbraio 2012. URL consultato il 25 maggio 2013.
  18. ^ Mike G. Morreale, Seth Jones tops Central Scouting final rankings, NHL, 24 aprile 2013. URL consultato il 25 maggio 2013.
  19. ^ Catherine Donaldson-Evans, Hilary Duff Engaged to Hockey Player Beau, People, 19 febbraio 2010. URL consultato il 25 maggio 2013.
  20. ^ QMI Agency, Hilary Duff engaged to NHLer, Toronto Sun, 19 febbraio 2010. URL consultato il 25 maggio 2013.
  21. ^ Gena Oppenheim, OK! Exclusive: Hilary Duff & Mike Comrie Tie the Knot, OK! Magazine, 15 agosto 2010. URL consultato il 25 maggio 2013.
  22. ^ Hilary Duff, Welcome to the World Luca Cruz Comrie, Hilary Duff - Official Website, 22 marzo 2012. URL consultato il 25 maggio 2013.
  23. ^ Hilary Duff e Mike Comrie si sono lasciati, vanityfair.it. URL consultato il 12 gennaio 2014.
  24. ^ Elite Prospects, Mike Comrie. URL consultato il 25 maggio 2013.
  25. ^ IMDb, In the Crease (TV 2006). URL consultato il 25 maggio 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]