Mihhail Lotman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mihhail Lotman nel 2010

Mihhail Lotman (Leningrado, 2 settembre 1952) è un semiologo e politico estone, figlio di Jurij Michajlovič Lotman e Zara Mints.

I campi di ricerca di Mihhail Lotman includono semiotica generale e semiotica della cultura così come la teoria del testo e storia della letteratura russa. È stato membro del consiglio di amministrazione della Società della Cultura Russa in Estonia dal 1988 al 1994. Attualmente è professore di semiotica e teoria letteraria presso l'Università di Tallinn e anche un membro di un gruppo di ricerca sulla semiotica dell'Università di Tartu.

Lotman ha ricevuto la medaglia dell'Ordine della Stella Bianca il 2 febbraio, 2001.[1] Negli ultimi anni è stato attivo politicamente, svolgendo il ruolo di membro del Riigikogu per il partito conservatore Res Publica.

Nel 2010 ha preso le difese del romanzo di Sofi Oksanen La Purga contro gli attivisti anti-Oksanen in Estonia.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Estonian State Decorations: Bearers of decorations in president.ee. URL consultato il 1º dicembre 2010.
  2. ^ : Sofi Oksanen ja nõukanostalgia - Eesti Päevaleht

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]