Miguel di Braganza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Principe Miguel
Prince Miguel of Braganza.jpg
Duca di Viseu
Nome completo Miguel Maria Sebastiao Maximiliano Rafael Gabriel Gonzaga Francisco D'Assis e de Paula Eustachio Carlos Afonso José Henrique Alberto Clemente lgnacio Martinho Antonio Gerardo Jorge Emmeric Mauricio de Bragança
Nascita Reichenau an der Rax, Austria-Ungheria, 22 settembre 1878
Morte New York, Stati Uniti, 21 febbraio 1923
Padre Miguel, Duca di Braganza
Madre Principessa Elisabetta di Thurn und Taxis
Consorte Anita Stewart
Figli Nadejda de Bragança
John de Bragança
Miguel de Bragança

Principe Miguel di Braganza, Duca di Viseu (Portoghese: Príncipe Miguel de Bragança, Duque de Viseu), (22 settembre 1878 - 21 febbraio 1923) era un membro del ramo in esilio della Casa di Braganza. Il figlio primogenito di Michele II duca di Braganza, pretendente al trono del Portogallo, sposò un'ereditiera americana nel 1909 e nel 1920 rinunciò ai suoi diritti al trono. Il suo nome completo era: Miguel Maria Sebastiao Maximiliano Rafael Gabriel Gonzaga Francisco D'Assis e de Paula Eustachio Carlos Afonso José Henrique Alberto Clemente lgnacio Martinho Antonio Gerardo Jorge Emmeric Mauricio.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Miguel nacque a Reichenau an der Rax, in Austria-Ungheria. Era il figlio e l'erede di Michele, pretendente al trono portoghese, duca di Braganza e della sua prima moglie, la principessa Elisabetta di Thurn und Taxis. Il nonno di Miguel era il capo del ramo non regnante della Casa Reale portoghese che era stato esiliato dal Portogallo. L'esilio fu il risultato della legge portoghese del bando del 1834 e della costituzione del 1838, che fu applicato in quanto nel 1828 il nonno Michele usurpò il trono del Portogallo alla nipote, la regina Maria II. Suo nonno ha regnato come re fino al 1834 quando il regno di Maria II fu restaurato.

Come suo padre, Miguel seguì una carriera nell'esercito e servì nel reggimento di cavalleria sassone. Il 16 settembre 1900, in seguito a un incidente dove perse la vita il principe Alberto di Sassonia, figlio del principe ereditario Giorgio e nipote del re Alberto I, fu costretto a rinunciare al suo incarico nell'esercito e lasciare il paese.

Un anno dopo provocò ancora più polemiche la scoperta che, mentre il re Carlo I del Portogallo era in visita nel Regno Unito, Miguel era entrato in Portogallo con l'obiettivo di suscitare una rivolta contro il re. Dopo questa scoperta, divenne un reietto della società.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Anita Stewart, principessa di Braganza.

Il 9 luglio 1909 si fidanzò con l'ereditiera americana, Anita Stewart. Anita era la figlia di William Rhinelander Stewart e Annie Armstrong. Dopo che i suoi genitori divorziarono, nel mese di agosto 1906, sua madre sposò il miliardario James Henry Smith.

Miguel e Anita si sono sposati a Tulloch Castle vicino a Dingwall in Scozia, il 15 settembre 1909. Questo fu il primo matrimonio tra reali in Scozia fin dai tempi degli Stuart. Poco prima del matrimonio Anita era stata creata principessa di Braganza dall'imperatore d'Austria Francesco Giuseppe. Dopo il suo matrimonio, Miguel fu in grado di mantenere il suo posto nella linea di successione al trono portoghese dal momento che i matrimoni morganatici non esistevano nella legislazione portoghese.

Dal loro matrimonio, Miguel e sua moglie ebbero tre figli:

  • Nadejda di Braganza (28 giugno 1910 - 13 giugno 1946), sposò in prime nozze nel 1930 Wlodzimierz Dorozynski con il quale ebbe un figlio prima di divorziare nel 1932. È stata sposata in seconde nozze, a Londra, il 29 gennaio 1942 con René Millet. Morì dopo una caduta che fu poi giudicata un suicidio.
  • Giovanni di Braganza (7 settembre 1912 - 12 marzo 1991), si laureò ad Harvard e prese servizio nella Marina degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale, per poi diventare vice presidente e tesoriere della Società Immobiliare Rhinelander. Fu sposato in prime nozze, a New York, il 21 maggio 1948 con Winifred Dodge Seyburn con il quale ebbe un figlio prima di divorziare nel 1953. Sposò, in seconde nozze, il 15 maggio 1971, Katherine King.
  • Michele di Braganza (8 febbraio 1915 - 7 febbraio 1996), ha lavorato come pilota civile, e ha sposato, a Miami il 18 novembre 1946, Anne Hughson con la quale ha avuto due figlie.

Ultimi anni e morte[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il suo matrimonio a Miguel fu concesso il titolo di duca di Viseu dal padre, anche se il re in carica, Manuele II, non lo riconobbe ed è questo che lo portò esso stesso[non chiaro]. Poco dopo il suo matrimonio, Miguel affrontò un'azione legale da parte di un sindacato che gli aveva prestato dei soldi qualche anno prima del suo matrimonio, quando era in difficoltà finanziarie. Dopo aver promesso di pagare al sindacato un quinto della dote ottenuta dalle nozze, in seguito cercò di ripagare solo quello che aveva inizialmente preso in prestito. Anche se pagò la maggior parte dei suoi creditori, dopo il suo matrimonio una parte di loro fece causa e sequestò i suoi mobili e altri oggetti che furono venduti in una casa d'aste.

Dopo la guerra, il 21 luglio 1920 Miguel rinunciò per sé e per i suoi discendenti ai suoi diritti di successione al trono portoghese. Suo padre rinunciò ai suoi diritti dieci giorni dopo in favore del proprio figlio di secondo letto Duarte Nuno.

Il principe Miguel, in seguito si trasferì a New York, dove visse vendendo assicurazioni sulla vita prima di morire di polmonite in seguito ad un attacco di influenza.

Titoli[modifica | modifica wikitesto]

  • Sua Altezza Reale il Principe Miguel di Braganza, Infante del Portogallo
  • Sua Altezza Reale il Duca di Viseu

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Principe Miguel, Duca di Viseu Padre:
Miguel, Duca di Braganza
Nonno paterno:
Michele I del Portogallo
Bisnonno paterno:
Giovanni VI del Portogallo
Trisnonno paterno:
Pietro III del Portogallo
Trisnonna paterna:
Maria I del Portogallo
Bisnonna paterna:
Infanta Carlotta Gioacchina di Spagna
Trisnonno paterno:
Carlo IV di Spagna
Trisnonna paterna:
Maria Luisa di Parma
Nonna paterna:
Adelaide di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg
Bisnonno paterno:
Costantino, Principe Ereditario di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg
Trisnonno paterno:
Carlo Tommaso di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg
Trisnonna paterna:
Sofia di Windisch-Grätz
Bisnonna paterna:
Agnese di Hohenlohe-Langenburg
Trisnonno paterno:
Carlo Ludovico I di Hohenlohe-Langenburg
Trisnonna paterna:
Amalia Enrichetta di Solms-Baruth
Madre:
Elisabetta di Thurn und Taxis
Nonno materno:
Massimiliano Antonio, Principe Ereditario di Thurn und Taxis
Bisnonno materno:
Massimiliano Carlo di Thurn und Taxis
Trisnonno materno:
Carlo Alessandro di Thurn und Taxis
Trisnonna materna:
Teresa di Meclemburgo-Strelitz
Bisnonna materna:
Baronessa Guglielmina di Dörnberg
Trisnonno materno:
Ernesto di Dörnberg
Trisnonna materna:
Wilhelmine Henriette Maximiliane von Glauburg
Nonna materna:
Elena di Baviera
Bisnonno materno:
Massimiliano Giuseppe in Baviera
Trisnonno materno:
Pio Augusto in Baviera
Trisnonna materna:
Amalia Luisa di Arenberg
Bisnonna materna:
Ludovica di Baviera
Trisnonno materno:
Massimiliano I Giuseppe di Baviera
Trisnonna materna:
Carolina di Baden

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]