Miguel Febres Cordero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Michele Febres Cordero
Febrescordero.jpg

Religioso

Nascita 7 novembre 1854
Morte 9 febbraio 1910
Venerato da Chiesa cattolica
Beatificazione 1977
Canonizzazione 1984
Ricorrenza 9 febbraio

Miguel Febres Cordero, al secolo Francisco Luis Florencio Febres-Cordero Muñoz (Cuenca, 7 novembre 1854Premià de Mar, 9 febbraio 1910), è stato un religioso della congregazione dei Fratelli delle Scuole Cristiane (Lasalliani); svolse il suo apostolato prevalentemente nel campo dell'insegnamento; è venerato come santo dalla Chiesa cattolica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Francisco nacque storpio da una famiglia ecuadoriana della ricca borghesia e non fu in grado di stare in piedi fino all'età di cinque anni. Nel 1864 entrò in una scuola lasalliana e successivamente entrò nel noviziato il 24 marzo 1868; fu il primo ecuadoriano ad essere ricevuto nell'Istituto.

Miguel, il nome che assunse dopo essere diventato un frate lasalliano, decise di perseguire l'insegnamento come una carriera. Svolse anche attività di ricerca e di studio sulla letteratura e sulla linguistica, che gli valse l'iscrizione all'Accademia ecuadoriana di lettere nel 1892, seguita dalle Accademie di Spagna, Francia e Venezuela.

Nel 1907 frate Miguel fu inviato in Europa per tradurre testi in spagnolo, che dovevano essere utilizzati da Fratelli delle Scuole Cristiane che erano stati esiliati dalla Francia. Dopo essersi ammalato in Belgio, nel 1909 fu trasferito al noviziato Premià de Mar.

Poco dopo, morì di polmonite a Premia.

Culto[modifica | modifica wikitesto]

Beatificato da papa Paolo VI il 30 ottobre 1977, papa Giovanni Paolo II lo ha proclamato santo il 21 ottobre 1984.

Il suo elogio si legge nel Martirologio Romano al 9 febbraio

« A Premiá de Mar presso Barcellona in Spagna, san Michele (Francesco Luigi) Febres Cordero, religioso dei Fratelli delle Scuole Cristiane, che nella città di Cuenca in Ecuador per circa quarant’anni promosse gli studi letterari e poi in Spagna si applicò con semplicità d’animo alla piena osservanza della regola. »
(Martirologio Romano)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 8767231 LCCN: n83181814