Microfibra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Microfibra è il termine utilizzato nel settore tessile per definire tecnofibre aventi un titolo uguale o minore di 1 Dtex. La definizione è ripresa da una norma UNI 10714 dell'aprile 1999 sui "Mobili imbottiti - Materiali di rivestimento di non tessuto a base di microfibre. Requisiti e metodi di prova".

Titolazione[modifica | modifica wikitesto]

Il sistema di titolazione dtex indica che quando diecimila metri di una fibra pesano un grammo abbiamo 1 Dtex. Le microfibre sono quindi fibre molto fini che possono essere impiegate in diversi settori dall'arredamento all'abbigliamento. La loro caratteristica base è quella di avere una mano molto morbida rispetto ad analoghi prodotti tessili realizzati con fibre sintetiche normali.

Etichettatura[modifica | modifica wikitesto]

Il termine di "microfibra" non indica una fibra tessile in particolare. In base alla legge di etichettatura tessile n°194 del 1999, il termine non può essere usato singolarmente, ma solamente accompagnare il nome del polimero che la costituisce. Ad esempio 100% poliestere microfibra e non 100% microfibra. Questa seconda espressione è errata.

Trattandosi inoltre di una qualificazione delle fibre utilizzate per la realizzazione del prodotto, il produttore è tenuto a vigilare la correttezza dell'impiego della dicitura nella pubblicizzazione del prodotto stesso, controllando la natura delle fibre utilizzate per la realizzazione del prodotto.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]