Microcebus ravelobensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Microcebo bruno e dorato
Immagine di Microcebus ravelobensis mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
(clade) Glires
Ordine Primates
Sottordine Strepsirrhini
Infraordine Lemuriformes
Superfamiglia Cheirogaleoidea
Famiglia Cheirogaleidae
Genere Microcebus
Specie M. ravelobensis
Nomenclatura binomiale
Microcebus ravelobensis
Zimmerman et al., 1998

Il microcebo bruno e dorato o microcebo di Ravelobe (Microcebus ravelobensis Zimmerman et al., 1998) è un lemure della famiglia Cheirogaleidae, endemico del Madagascar.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

È assai simile come aspetto al simpatrico e congenere microcebo murino, rispetto al quale è più aggressivo ed ha in proporzione la coda più lunga e sottile. Il pelo è grigio-arancio sul dorso, giallastro sul ventre. Caratteristica della specie è una banda bianca che va dalla fronte alla punta del muso.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

È un animale notturno ed onnivoro, che di giorno riposa in nidi sferici che costruisce intrecciando con perizia ramoscelli e foglie secche: si nutre di insetti, frutti e fiori. A differenza delle altre specie del genere Microcebus, questi animali non accumulano riserve adipose nella coda.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

È diffuso nel Madagascar nord-occidentale. Il locus typicus della specie è rappresentato dal lago Ravelobe, da cui deriva l'epiteto specifico. Lo si può osservare all'interno del Parco nazionale di Ankarafantsika, nella foresta di Ampijoroa ed anche nella foreste di Bongolava e di Mariarano.

Preferisce la zona alta della foresta decidua secca.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

I bioritmi di questi animali sono assai simili a quelli del congenere microcebo murino, anche se le femmine di microcebo bruno e dorato vanno in estro fra agosto e settembre, circa un mese prima, cioè, rispetto alle femmine di M. murinus.

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN red list classifica questa specie come in pericolo di estinzione, in quanto ha un areale molto frammentato, inferiore ai 5.000 km², con qualità dell'habitat in continuo declino.
Il Parco nazionale di Ankarafantsika è l'unica area naturale protetta del Madagascar in cui è segnalata la sua presenza.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]