Micoproteina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le micoproteine [dette anche proteine fungine] sono gli albuminoidi che compongono il costituente principale del protopalsma della cellula dei funghi. Il termine deriva dal greco "mykos" che significa per l'appunto fungo ed indica le proteine derivate dai funghi, compresi lieviti e muffe.

La principale micoproteina venduta in Europa e Nord America è conosciuta con il marchio commerciale di Quorn, originariamente concepito come fonte alimentare per combattere i periodi di carestia. [1]

La fonte principale di micoproteine per il quorn è il Fusarium venenatum, una muffa cresciuta in vasche riempite di sciroppo di glucosio che respira aerobicamente. Perciò per permettere una crescita ottimale, le colture sono arricchite di ossigeno. Per aumentare la quantità di proteine prodotte, viene aggiunto azoto (sotto forma di ammonio), assieme a vitamine e minerali importanti per la crescita cellulare. Le vasche sono mantenute a temperatura costante e il fungo può raddoppiare la sua massa ogni cinque ore.

Il fermentatore è riempito prima con il substrato, dopodiché vengono incoulate le spore. Quando la quantità desiderata di micoproteine viene raggiunta, un foro sul fondo fa fuoriuscire il substrato liquido. Le micoproteine sono poi separate e purificate. Il risultato è un solido giallo pallido con un leggero gusto di funghi. Differenti aspetti e sapori possono essere aggiunti per aumentare la varietà.

La proteina è un tipo di proteine da singola cellula (SCP) e venne prodotta per la prima volta agli inizi degli anni '80.

Circa uno su 140,000 consumatori è sensibile in maniera allergica alle micoproteine.[2][3] Il Centro per la Scienza nell'Interesse Pubblico ritiene che ciò può risultare in "vomito, nausea, diarrea, orticaria e potenzialmente fatali reazioni anafilattiche"[4]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Mycoprotein Story
  2. ^ M Hoff, RM Trüeb, BK Ballmer-Weber, S Vieths e B Wuethrich, Immediate-type hypersensitivity reaction to ingestion of mycoprotein (Quorn) in a patient allergic to molds caused by acidic ribosomal protein P2 in The Journal of allergy and clinical immunology, vol. 111, nº 5, 2003, pp. 1106–10, PMID 12743577.
  3. ^ SJ Katona e ER Kaminski, Sensitivity to Quorn mycoprotein (Fusarium venenatum) in a mould allergic patient in Journal of clinical pathology, vol. 55, nº 11, 2002, pp. 876–7, PMC 1769805, PMID 12401831.
  4. ^ Chemical Cuisine: Learn about Food Additives, Center for Science in the Public Interest

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]