Mick Harvey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mick Harvey
Nazionalità Australia Australia
Genere Alternative rock[1]
Post-punk[1]
Gothic rock
No wave
Periodo di attività 1973 – in attività
Strumento Chitarra elettrica
Basso elettrico
Pianoforte
Gruppi The Boys Next Door
The Birthday Party
Nick Cave and the Bad Seeds
Crime and the City Solution
Studio 6
Colonne sonore 8
Gruppi e artisti correlati Nick Cave
Blixa Bargeld
Sito web

Michael John Harvey, noto come Mick Harvey (Rochester, 29 settembre 1958), è un musicista, compositore, arrangiatore e produttore discografico australiano, noto soprattutto per essere stato membro della rock band Nick Cave and the Bad Seeds[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Michael John Harvey nacque a Rochester, in Australia, da cui si trasferì a Melbourne. A scuola conobbe il cantante Nick Cave con cui fondò i The Boys Next Door, che cambiarono nome in The Birthday Party nel 1980.

In seguito allo scioglimento dei The Birthday Party, si aggiunse alla nuova band di Nick Cave, i Nick Cave and the Bad Seeds, con cui rimase fino al 2008. Il suo ruolo all'interno dei The Bad Seeds fu di primaria importanza, in quanto Harvey, oltre ad essere polistrumentista, ha anche spesso curato gli arrangiamenti dei brani.

Contemporaneamente all'attività con Cave, suonò nei Crime and the City Solution, oltre ad aver avviato la carriera da solista.

Insieme a Cave, inoltre, ha collaborato alla scrittura di diverse colonne sonore per il cinema.[1][2]

Ha collaborato negli anni con molti artisti, tra cui PJ Harvey, Lydia Lunch e Scott Walker.[2]

L'11 giugno 2013 ha pubblicato il suo sesto album da solista Four (Acts of Love), uscito per la Mute Records.[3]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Solista[modifica | modifica wikitesto]

Con i Nick Cave and the Bad Seeds[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Mick Harvey in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 4 luglio 2013.
  2. ^ a b I Bad Seeds: Mick Harvey, Nick Cave.it. URL consultato il 4 luglio 2013.
  3. ^ (EN) Four (Acts of Love) in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 4 luglio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 2659759