Michiel van Mierevelt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto di Jacob Cats (1634)

Michiel Jansz. van Mierevelt o Miereveld o Miereveldt (Delft, 1º maggio 1566Delft, 27 giugno 1641) è stato un pittore e disegnatore olandese del secolo d'oro.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ritratto di Maurizio di Nassau

Figlio di un orafo di Delft[1] e allievo dei pittori locali Willem Willemsz. e Augustijn tra il 1578 e il 1581[1][2] e successivamente di Anthonie Blocklandt van Montfoort a Utrecht tra il 1581 e il 1583[1][2][3][4], operò soprattutto a Delft e, occasionalmente, all'Aia su richiesta della corte[2]: divenne infatti ritrattista della Casa d'Orange-Nassau[3][5] dal 1607[5]. La presenza dello Stadtholder e della sua corte alternativamente a Delft e all'Aia, fecero di queste città i centri principali della pittura ritrattistica olandese nei primi anni del XVII° secolo[6].

Nel periodo 1583-1585 Miereveld divenne membro della Corporazione di San Luca della sua città natale[2] e nel 1589 si sposò[3]. Tra il 1625 e il 1634 fu all'Aia, dove nel 1625 entrò a far parte della locale Gilda[2][4], pur vivendo soprattutto a Delft dove si risposò nel 1633[3].

Dopo essersi inizialmente dedicato alla rappresentazione di soggetti mitologici, si specializzò nella pittura di ritratti eseguiti spesso a busto e senza mani, con una resa estremamente precisa dei dettagli dell'abbigliamento e giocando sul contrasto tra i pizzi bianchi e gli abiti neri[3]. Queste opere furono spesso riprodotte in più copie nel suo atelier, anche sotto forma di incisione, in particolare dal genero Willem Jacobsz Delff[3]. Fu anche autore di composizioni a soggetto storico e manieriste[4], ma fu noto soprattutto per i suoi ritratti, divenendo uno dei più importanti ritrattisti olandesi del XVII° secolo[4]. La sua notorietà, enfatizzata anche dal suo ruolo di pittore di corte, gli portò commissioni non solo dalla nobiltà olandese, ma anche da visitatori stranieri, tra cui eminenti cittadini inglesi[5]. Autore estremamente prolifico ed apprezzato, si stima abbia eseguito circa 10.000 ritratti[7]. Le sue opere rivelano l'influenza di Hendrick Goltzius, Bartholomäus Spranger e Anthonie Blocklandt van Montfoort[1].

Ebbe molti allievi, tra cui David Beck, Pieter Dircksz Cluyt, Jan Daemen Cool, Jacob Willemsz Delff II, Nicolaes Cornelisz van Delff, John Hayls[2], Jan van Mierevelt, Pieter Michielsz van Mierevelt[2][3], Daniel Mytens[2], Paulus Moreelse[2][3], Johan Dircksz van Nes, Cornelius Neve II[2], Anthonie Palamedes e Hendrick Cornelisz van Vliet[2][3].

Furono suoi seguaci Jan Daemen Cool, Laurens van der Plas e Jan Antonisz van Ravesteyn. Subirono la sua influenza Nathaniel Bacon[2], Paulus Moreelse, Gerrit van Honthorst, Willem van der Vliet e Boetius Bolswert[1].

Alcune Opere[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 51961814 LCCN: no99091021