Michele Nicoletti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
on. Michele Nicoletti
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
[[File:Michele Nicoletti daticamera.jpg|none|200px|]]
Luogo nascita Trento
Data nascita 19 novembre 1956
Titolo di studio Laurea in Filosofia
Professione docente e politico
Partito Partito Democratico
Legislatura XVII
Gruppo Partito Democratico
Coalizione Italia. Bene Comune
Circoscrizione VI (Trentino-Alto Adige)

Michele Nicoletti (Trento, 19 novembre 1956) è un docente e politico italiano.

Nel febbraio 2013 è stato eletto deputato nella lista del Partito Democratico.

Il 6 agosto 2014, dopo che Sandro Gozi ha lasciato l'incarico, è stata annunciata la nomina a presidente della delegazione parlamentare presso il Consiglio d'Europa[1].

Dal 2009 al marzo 2014 è stato segretario provinciale del PD del Trentino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si è laureato in filosofia all'Università di Bologna nel 1980.

Dal 2001 è docente ordinario di filosofia politica presso la facoltà di lettere e filosofia e la Scuola di studi internazionali dell'Università di Trento. Dal 2011 è direttore del Centro studi e ricerche "Antonio Rosmini" di Rovereto.[2]

Nel dicembre 2012 ha partecipato ed ha vinto le primarie del Partito Democratico del Trentino per la Camera dei Deputati con 3633 voti.[3]

Alle elezioni politiche del 2013 è stato candidato in seconda posizione nelle liste del Partito Democratico nella circoscrizione Trentino-Alto Adige[4] ed è stato eletto deputato.[5]

Il 6 aprile 2014 è stata annunciata la nomina a presidente della delegazione parlamentare italiana[6] presso il Consiglio d'Europa[7].

Attualmente vive e lavora tra Trento e Roma, è sposato, con tre figli.

Attività parlamentare[modifica | modifica wikitesto]

In data 30 maggio 2013 ha presentato come primo firmatario la proposta di modifica della legge elettorale, che è stata annunciata il 3 giugno 2013: "Modifiche al testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 marzo 1957, n. 361, e al testo unico di cui aldecreto legislativo 20 dicembre 1993, n. 533. Introduzione del doppio turno di coalizione per l'elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica".[8]

Incarichi politici e istituzionali[modifica | modifica wikitesto]

Premi ed altri riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2001 - Menzione speciale della giuria all'VIII premio internazionale "Salvatore Valitutti" al libro La politica e il male.

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • M. Nicoletti, S. Zucal, F. Olivetti (a cura di), Da che parte dobbiamo stare: il personalismo di Paul Ludwig Landsberg, Soveria Mannelli: Rubbettino, 2007;
  • M. Nicoletti, La politica e il male, Brescia: Morcelliana, 2000.

Le pubblicazioni complete si trovano elencate sul sito dell’Università degli Studi di Trento[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ SguardoEuropeo, Nicoletti Presidente della Delegazione Italiana presso l’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa. URL consultato il 4 settembre 2014.
  2. ^ Padri Rosminiani, 10 marzo 2013, http://www.rosmini.it/Objects/Home1.asp. URL consultato il 10-3-2013.
  3. ^ Primarie Pd: vince Nicoletti, trentinocorrierealpi, 10 marzo 2013. URL consultato il 10-3-2013.
  4. ^ Elezioni politiche 2013 Trento - Michele Nicoletti, PD - CIDA L'Italia che vogliamo, CIDA, 10 marzo 2013. URL consultato il 10-3-2013.
  5. ^ Paolo Micheletto, Elezioni regionali, vince l'idea di coalizione, L'Adige, 10 marzo 2013. URL consultato il 10-3-2013.
  6. ^ Parlamento Italiano, Delegazione parlamentare italiana presso l'Assemblea del Consiglio d'Europa. URL consultato il 4 settembre 2014.
  7. ^ SguardoEuropeo, NICOLETTI Presidente della Delegazione Italiana presso l’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa. URL consultato il 4 settembre 2014.
  8. ^ Camera.it - XVII Legislatura - Lavori - Progetti di legge - Scheda del progetto di legge
  9. ^ Pagina Università degli Studi di Trento, Università degli Studi di Trento, 10 marzo 2013. URL consultato il 10-3-2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]