Michele I Rangabe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Michele I di Bisanzio)
Michele I su una moneta dell'epoca.

Michele I Rangabe (... – 11 gennaio 844) era un nobiluomo che aveva sposato Procopia, figlia di Niceforo I il Logoteta, ed era stato Maestro di Palazzo; divenne imperatore bizantino in seguito all'abdicazione di Stauracio nell'ottobre 811..

Regno[modifica | modifica wikitesto]

Michele I rappresentato sconfitto nella battaglia di Versinikia dell'813.

Eletto con l'appoggio del partito ortodosso della Chiesa, Michele perseguì diligentemente gli iconoclasti sulle frontiere settentrionali e occidentali dell'Impero, ma nel frattempo permise ai Bulgari di depredare gran parte della Macedonia e della Tracia.

Nell'812 l'imperatore Michele I riconobbe il sacro romano impero come stato sovrano, che aveva gli stessi diritti dell'impero bizantino, ed egli gli riconosceva anche i suoi domini territoriali.

Essendo sceso in battaglia nella primavera dell'813, venne sconfitto nella battaglia di Versinikia e Leone l'Armeno venne acclamato imperatore al suo posto l'estate successiva.

Michele riuscì a sopravvivere alle menomazioni fisiche che venivano impartite agli sconfitti in quel periodo storico (specificatamente il taglio del naso) ma venne esiliato come monaco sull'Isola di Prote, dove visse fino alla sua morte, avvenuta l'11 gennaio dell'844.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Michele I ebbe dalla moglie Procopia cinque figli:

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Georg Ostrogorsky, Storia dell'Impero bizantino, Milano, Einaudi, 1968, ISBN 88-06-17362-6.
  • Gerhard Herm, I bizantini, Milano, Garzanti, 1985.
  • John Julius Norwich, Bisanzio, Milano, Mondadori, 2000, ISBN 88-04-48185-4.
  • Silvia Ronchey, Lo stato bizantino, Torino, Einaudi, 2002, ISBN 88-06-16255-1.
  • Alexander P Kazhdan, Bisanzio e la sua civiltà, 2a ed, Bari, Laterza, 2004, ISBN 88-420-4691-4.
  • Giorgio Ravegnani, La storia di Bisanzio, Roma, Jouvence, 2004, ISBN 88-7801-353-6.
  • Giorgio Ravegnani, I bizantini in Italia, Bologna, il Mulino, 2004.
  • Ralph-Johannes Lilie, Bisanzio la seconda Roma, Roma, Newton & Compton, 2005, ISBN 88-541-0286-5.
  • Alain Ducellier, Michel Kapla, Bisanzio (IV-XV secolo), Milano, San Paolo, 2005, ISBN 88-215-5366-3.
  • Giorgio Ravegnani, Bisanzio e Venezia, Bologna, il Mulino, 2006.
  • Giorgio Ravegnani, Introduzione alla storia bizantina, Bologna, il Mulino, 2006.
  • Giorgio Ravegnani, Imperatori di Bisanzio, Bologna, Il Mulino, 2008, ISBN 978-88-15-12174-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Successioni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Imperatore bizantino Successore Double-headed eagle of the Greek Orthodox Church.svg
Stauracio 811-813 Leone V