Michel Sabbah

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Bisogna credere nella nostra capacità di amare, noi tutti, israeliani e palestinesi.

Noi siamo capaci di amare e di fabbricare la giustizia, per noi e per gli altri »

(Michel Sabbah, 11 aprile 2006)
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Michel Sabbah
patriarca della Chiesa cattolica
Bethlehem Christmas3.JPG
PatriarchNonCardinal PioM.svg
Titolo Gerusalemme
Incarichi attuali Patriarca emerito di Gerusalemme dei Latini
Nato 19 marzo 1933 a Nazaret
Ordinato presbitero 29 giugno 1955 dal patriarca Alberto Gori
Consacrato patriarca 6 gennaio 1988 da papa Giovanni Paolo II

Michel Sabbah (in arabo ميشيل صباح) (Nazaret, 19 marzo 1933) è un patriarca cattolico palestinese. È il primo arabo a essere stato nominato patriarca latino di Gerusalemme.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Nazaret il 19 marzo 1933, entrò nel 1943 nel Seminario Minore di Beit Jala. Fu ordinato sacerdote il 29 giugno 1955, a 22 anni.

Conseguì la laurea in filologia della lingua araba a Beirut e il dottorato in filosofia alla Sorbona di Parigi. È stato preside di Facoltà all'Università di Betlemme.

Parroco dal 1971 ad Amman alla Chiesa di Cristo Re, fu consacrato Patriarca di Gerusalemme dei Latini il 6 gennaio 1988 da Giovanni Paolo II, primo palestinese a essere nominato a tale carica.

Più volte in Italia per motivi culturali e pastorali, il 26 febbraio 2006 visitò la città di Sansepolcro, sostando in preghiera nell'oratorio di San Rocco, dove si conserva una riproduzione del Santo Sepolcro di Gerusalemme, e presiedendo la celebrazione eucaristica nella Basilica Cattedrale. La visita avviò un dialogo tra la Chiesa locale e quella di Gerusalemme, sfociato poi nella stipula di un formale atto di gemellaggio nel settembre 2010.

Tra gli incarichi religiosi:

  • Presidente della Conferenza episcopale dei vescovi latini della regione araba;
  • Presidente dell'Assemblea degli ordinari cattolici della Terra santa;
  • Presidente di Pax Christi International (1999-2007).

Monsignor Sabbah è stato anche Gran Priore dell'Ordine Cavalleresco del Santo Sepolcro

Il 19 marzo 2008 ha rassegnato le dimissioni per sopraggiunti limiti d'età ed è divenuto Patriarca emerito. Gli è succeduto l'arcivescovo coadiutore Fouad Twal.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Gran Priore e Commendatore con placca dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme - nastrino per uniforme ordinaria Gran Priore e Commendatore con placca dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme
Grand'Ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore
— 2006

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Voce che grida dal deserto, Edizione Paoline, Milano 2008.
  • Umberto Lorenzetti, Cristina Belli Montanari, L'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme. Tradizione e rinnovamento all'alba del Terzo Millennio, Fano (PU), settembre 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Patriarca di Gerusalemme Successore PatriarchNonCardinal PioM.svg
Giacomo Giuseppe Beltritti 11 dicembre 1987 - 21 giugno 2008 Fouad Twal
Predecessore Presidente della Conferenza dei vescovi latini nelle regioni arabe Successore Mitra heráldica.svg
Giacomo Giuseppe Beltritti 1987 - 2008 Fouad Twal

Controllo di autorità VIAF: 98172873 LCCN: n2002116837