Michel Eugène Chevreul

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Michel Eugene Chevreul)
Michel Eugène Chevreul.

Michel Eugène Chevreul (Angers, 31 agosto 1786Parigi, 9 aprile 1889) è stato un chimico francese che ha lungamente condotto studi sugli acidi grassi e sulle loro applicazioni nell'arte e nella scienza. È riconosciuto come l'inventore delle margarine ed è considerato anche uno dei pionieri della gerontologia.

Il suo nome è inciso sulla Torre Eiffel.

Vita[modifica | modifica sorgente]

Nato ad Angers, suo padre era un medico e fisiologo. Nel suo certificato di nascita compaiono le firme di numerosi parenti, quali il padre, nonno e un pro-zio, tutti chirurghi.

Chevreul nel 1886 a 100 anni d'età

All'età di 17 anni si recò a Parigi ed entrò nel laboratorio chimico di Louis Nicolas Vauquelin, diventando poco dopo suo assistente al Museo nazionale di storia naturale di Francia.

Nel 1830 successe a Vauquelin alla cattedra di chimica organica al museo di storia naturale.

Nel 1839 pubblicò i suoi studi sulla colorazione tessile e sulla luce e il colore (disegnando il famoso cerchio cromatico che avrebbe preso in seguito il suo nome). In questi studi veniva esposto il principio del "contrasto simultaneo", ovvero l'aumento di luminosità dovuto all'accostamento di due colori complementari. Chevreul aveva notato che ogni colore steso su un foglio bianco presentava ai lati un'aura del suo colore complementare, così se si accostano due colori complementari l'aura di uno rafforza quella dell'altro aumentandone la luminosità. I suoi studi sono stati ripresi verso il 1885 da Signac, che diede vita al movimento artistico postimpressionista del Puntinismo (corredato delle sue ricerche sul punto e la sovrapposizione del colore).

Chevreul è considerato un pioniere nel campo della gerontologia: infatti cominciò i propri studi sugli effetti dell'invecchiamento del corpo umano poco prima della propria morte, avvenuta a Parigi alla ragguardevole età di quasi 103 anni.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 100196127 LCCN: n79121689