Michel Chion

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Michel Chion (Creil, 1947) è un critico, compositore, regista di film e video e teorico dell'ascolto e dell'audiovisione francese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Michel Chion è nato nel 1947 a Creil in Francia. Dopo studi letterari all'università di Paris-Nanterre e musicali al Conservatoires de Versailles et Paris, inizia a lavorare nel 1970 accanto a Pierre Schaeffer all'ORTF (organizzazione francese della televisione e della radio). In particolare, dal '71 al '76, è membro del Groupe de Recherches Musicales del Service de la Recherche, ed è responsabile dei programmi radio e delle pubblicazioni del Gruppo. Dal 1981 al 1986 fa parte della redazione dei Cahiers du Cinéma. A partire dal 1993 è professore associato all'università Paris III.

Teorico del cinema[modifica | modifica sorgente]

Ha scritto circa 25 saggi, la metà dei quali dedicati al suono (sia in ambito musicale che in quello cinematografico/multimediale). Nel 1995 il Syndicat français de la Critique ha premiato il saggio La Musique au Cinéma come "Miglior Libro di Cinema" dell'anno. In vari saggi pubblicati tra il 1981 e il 1994, Chion ha coniato diversi neologismi (acusma, suono on the air, supercampo) sono presto diventati d'uso comune negli studi sul cinema. Chion ha inoltre dedicato importanti saggi a registi particolarmente attenti alla dimensione "audiovisuale" del cinema: David Lynch, Stanley Kubrick, Jacques Tati). Il punto di partenza della teoria di Chion è il concetto di oggetto sonoro, elaborato originariamente dal suo maestro Pierre Schaeffer. Questa particolare concezione del suono lo spinge a preferire il rumore quale elemento di partenza della sua analisi: da qui il suo interesse per registi come Jacques Tati e David Lynch.

Compositore[modifica | modifica sorgente]

Chion è un importante esponente della musica concreta. Ha composto un numero considerevole di suite concrete, opere musicali e colonne sonore:

  • Le Prisonnier du Son, 1972
  • Tu, 1977
  • Diktat, 1979
  • La Tentation de saint Antoine, d'après Flaubert, 1984
  • L'Isle sonante, 1998
  • On n'arrête pas le regret, 1975
  • La Ronde, 1982
  • Vingt-quatre Préludes à la vie, 1990
  • Dix études de musique concrète, 1988
  • Variations, 1989
  • Crayonnés ferroviaires, 1992
  • Dix-sept minutes, 2000
  • Requiem, 1973 (Grand Prix du Disque de l'Académie du Disque Français nel 1978)
  • Credo Mambo, 1992
  • Gloria, 1994
  • Missa obscura, 2000
  • La messe de terre, 2003

Lionel Marchetti ha pubblicato un saggio sulla sua opera musicale La musique concrète de Michel Chion (éd. Metamkine, 1997).

Bibliografia selezionata[modifica | modifica sorgente]

  • Michel Chion, Les musiques électroacustiques, Ina-Grm / Edisud, 1976 (con Guy Reibel)
  • Michel Chion, La voix au cinéma, Cahiérs du Cinéma, Editions de l'Etoile, Paris, 1981. [trad.it. La voce al cinema, Pratiche, Parma, 1990.]
  • Michel Chion, Guide des Objets sonores, INA-Buchet-Chastel, Paris, 1983
  • Michel Chion, Le son au cinema, Cahiérs du Cinéma, Editions de l'Etoile, Paris, 1985
  • Michel Chion, La toile trouee, Cahiérs du Cinéma, Editions de l'Etoile, Paris, 1985
  • Michel Chion, L'audiovision, Nathan, Paris, 1994. [trad. it. L'audiovisione, Lindau, Torino, 1997]
  • Michel Chion, La Musique au Cinéma, Fayard, Paris, 1995
  • Michel Chion, David Lynch, Lindau, Torino, 1995
  • Michel Chion, Musica, media e tecnologia, Il Saggiatore-Flammarion, Milano, Parigi, 1996
  • Michel Chion, Un'odissea del cinema. 2001 di Kubrick, Lindau, Torino, 2000 (pubblicato in italiano e francese, inedito in francese)
  • Michel Chion, L'arte dei suoni fissati o la musica concretamente. Con CD Audio, Edizioni Interculturali, 2004

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Audiovisione
Acusma
acusmatico
Supercampo

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 39566344