Michail Nechem'evič Tal'

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Ci sono due tipi di sacrifici: quelli corretti e i miei. »
(Michail Tal)
Michail Tal (a destra) contro Bobby Fischer
alle olimpiadi di Lipsia 1960

Michail Nechem'evič Tal' (in russo: Михаил Нехемьевич Таль?; Riga, 9 novembre 1936Mosca, 28 giugno 1992) è stato uno scacchista sovietico, ottavo campione del mondo di scacchi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Michail Tal' si appassionò agli scacchi vedendoli giocare nella sala d'attesa dello studio del padre medico, iniziando a studiarli seriamente verso i dieci anni d'età.

Noto nel mondo degli scacchi come "Il Mago di Riga", Tal' è tuttora considerato da molti il più grande attaccante della storia degli scacchi. Il suo naturale talento per il gioco combinativo gli consentì di strappare il titolo mondiale a Michail Botvinnik nel 1960, all'età di ventiquattro anni (solo Garry Kasparov fece di meglio, all'età di ventidue anni). Tra l'altro, mai in precedenza si era battuto con il detentore e il primo incontro del match lo vinse con grande sorpresa del mondo scacchistico.

In contrasto con l'approccio scientifico degli altri grandi maestri sovietici, Tal' sosteneva che gli scacchi sono prima di tutto un'arte e solo in un secondo momento una scienza, da qui la supremazia del gioco combinativo rispetto a quello posizionale. Di lui Botvinnik disse al termine della sfida persa: "Rimasi sorpreso della sua capacità di immaginare e inventare complessissime varianti". Per Tigran Petrosjan, Tal' è stato "il giocatore che ha prodotto il maggior numero di partite spettacolari nello scacchismo del Novecento. Uno dei più grandi di tutti i tempi". E David Bronštejn: "Misha non ha eguali nell'abilità e velocità di calcolo non superficiale. Inoltre, nessuno sa complicare finanche le posizioni più normali, in modo da mettere in crisi l'avversario". Un modo di intendere gli scacchi, e di affrontarli, "che richiedeva una vigoria fisica enorme; che non aveva. Per questo ha spesso dovuto abbandonare a metà tanti tornei e lasciar perdere tanti altri": è la constatazione del campione italiano Giorgio Porreca.

Michail Tal', 1961

Tal' fu tra i pochissimi Grandi Maestri (forse l'unico) ad aver ottenuto questo titolo senza essere prima passato dal livello intermedio di Maestro Internazionale. Infatti la FIDE decise di soprassedere alle regole e gli concesse il titolo subito dopo la sua vittoria nel 24° Campionato Sovietico di Mosca 1957: a quel momento, il più giovane campione nella storia dei Campionati dell'URSS.

La carriera scacchistica di Tal' venne influenzata dalla sua salute, sin dall'epoca del match di rivincita con Botvinnik. Fu afflitto ripetutamente da problemi ai reni (probabilmente esacerbati dal vizio del fumo) che gli tolsero molte opportunità. Ma la malattia non influenzò il suo approccio positivo alla vita e il suo senso dell'umorismo; commentando una delle sue vittorie, ottenute poco dopo essere uscito dall'ospedale, disse una volta: "Il cadavere ha giocato bene".

Tal' partecipò a ben 21 campionati sovietici (ne vinse 6); solo Geller e Tajmanov lo superarono, con 23 partecipazioni.

Era un formidabile giocatore lampo: nel fortissimo torneo blitz di Herceg Novi (Jugoslavia) del 1970 si classificò 2° dietro a Fischer, davanti a Korčnoj, Petrosjan, Smyslov, Bronštejn, Reshevsky e altri. Nel Campionato del Mondo lampo di Saint John (Canada) del 1988 ottenne all'età di cinquantadue anni un clamoroso successo: vinse davanti a Kasparov, Karpov, Vaganian e altri fortissimi Grandi Maestri.[1]

Tal' si cimentò qualche volta anche nel gioco alla cieca. Nel 1968 tenne una simultanea alla cieca su 10 scacchiere, col risultato di +6 =4, della quale è disponibile su YouTube un bellissimo filmato di 10', commentato su Chessbase[2]

È stato probabilmente l'unico giocatore al mondo, con Efim Geller, a poter vantare un bilancio positivo nei confronti di Bobby Fischer: +4 –2 =5 (secco 4-0 nel 1959 in Jugoslavia). A proposito dei suoi rapporti con Fischer, sul piano umano furono sempre all'insegna del rispetto e della reciproca stima, tant'è che quando, in occasione di un ennesimo attacco renale, Misha venne ricoverato in ospedale, mentre nessuno scacchista sovietico si ricordò di andarlo a trovare, Bobby Fischer lo fece.

Dal 2006 si disputa a Mosca il Mikhail Tal Memorial, un forte torneo a lui intitolato.

Tornei e match vinti[modifica | modifica wikitesto]

Tornei e match nei quali Tal si classificò 1° oppure = 1°.

Anno Torneo / Match Ris.
 1950  Riga, Campionato della Lettonia junior
 1953  Riga, Campionato assoluto della Lettonia
 1955  Riga, Semifinale 23° Camp. sovietico
 1956  Uppsala, Campionato del mondo studenti
6 / 7
 1957  Mosca, 24º Campionato sovietico
 Reykjavík, Camp. mondo studenti

8,5 / 10
 1958  Torneo Interzonale di Portorose
  Riga, 25° URS-ch Riga
 Olimpiadi di Monaco
 Varna Wch-team studenti


13,5 / 15
8,5 / 10
 1959  Torneo dei Candidati Jugoslavia
 Torneo di Zurigo

 1960  Match per il titolo mondiale con Botvinnik
+6 –2 =13
 1961  Torneo di Stoccolma
 Torneo di Bled

 1962  Olimpiadi di Varna
10 / 13
 1963  Torneo di Miskolc
 1964  Torneo di Kislovodsk
 Torneo di Hastings 1963-64
 Interzonale di Amsterdam
 Torneo di Reykjavik


1°-4°
 1965  Match con Lajos Portisch
 Match con Bent Larsen
 Riga, Campionato della Lettonia
+4 –1 =3
+3 –2 =5
 1966  Torneo di Palma di Majorca
 Olimpiadi dell'Avana
 Torneo di Sarajevo

12 / 13
1°- 2°
 1967  Kharkov, 35º Campionato sovietico
1°- 2°
 1968  Torneo di Gori
 Match con Svetozar Gligorić

+3 –1 =5
 1969  Torneo di Tbilisi
1°- 2°
 1970  Soči, Chigorin Memorial
 Campionato europeo a squadre

5 / 6
 1971  Torneo di Tallinn
1°- 2°
 1972  Baku, 40º Campionato sovietico
 Torneo di Sukhumi
 Olimpiadi di Skopje


14 / 16
Anno Torneo / Match Ris.
 1973  Torneo di Wijk aan Zee
 Torneo di Tallinn
 Soči, Chigorin memorial
 Torneo di Hastings 1973-74
 Torneo di Dubna



1°- 4°
1°- 2°
 1974  Leningrado, 42º Campionato sovietico
 Torneo di Novi Sad
 Torneo di Lublino
 Torneo di Halle
 Olimpiadi di Nizza
1°- 2°



11,5 / 15
 1977  Tallinn, Keres Memorial
 Leningrado, 60° Riv. d'Ottobre
 Soči, Chigorin memorial

1°- 2°
 1978  Tbilisi, 46º Campionato sovietico
 1979  Torneo interzonale di Riga
 Torneo di Montréal

1°- 2°
 1981  Tallinn, Keres memorial
 Torneo di Malaga
 Torneo di Riga
 Torneo di Porz
 Torneo di Leopoli




1°- 2°
 1982  Mosca, Alechin Memorial
 Torneo di Erevan
 Soči, Chigorin memorial
 Torneo di Pforzheim




 1983  Tallinn, Keres memorial
 1984  Torneo di Albena
1°- 2°
 1985  Torneo di Jurmala
 1986  Torneo open di Berlino Ovest
 Tbilisi, Goglidze memorial
1°- 2°
1°- 2°
 1987  Torneo di Termas de Río Hondo
 Torneo di Jurmala

1°- 4°
 1988  Torneo open di Chicago
 Campionato del mondo blitz di St. John

 1991  Buenos Aires, Najdorf memorial
 Porz open

Risultati con alcuni Grandi Maestri[modifica | modifica wikitesto]

  • Nota: sono considerate solo le partite ufficiali (di torneo o match).
Michail Botvinnik: + 11 – 12 = 20 Vasilij Smyslov: + 3 – 4 = 21 David Bronštejn: + 8 – 5 = 18 Paul Keres: + 4 – 8 = 20
Tigran Petrosjan: + 6 – 9 = 27 Boris Spasskij: + 6 – 9 = 25 Bobby Fischer: + 4 – 2 = 5 Viktor Korčnoj: + 7 – 11 = 5
Efim Geller: + 6 – 6 = 23 Lajos Portisch: + 9 – 5 = 18 Bent Larsen: +12 – 7 = 18 Anatolij Karpov: + 0 – 1 = 19

Primati di Tal'[modifica | modifica wikitesto]

Tal detiene tuttora alcuni notevoli primati scacchistici:

  • Campionati sovietici vinti: 6 dal 1957 al 1978 (alla pari con Michail Botvinnik).
  • Il più giovane vincitore di un campionato sovietico: 20 anni (Mosca 1957).
  • Miglior risultato individuale complessivo alle Olimpiadi: 81,2 % (+65 =34 -2), davanti a Karpov (80,1 %) e Petrosjan (78,8 %).
  • Primato di imbattibilità: 93 partite consecutive senza sconfitte (dal 23 ottobre 1973 al 16 ottobre 1974).

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

la tomba di Tal a Riga

Lo scrittore italiano Raul Montanari ha dedicato a Tal uno dei suoi racconti della raccolta Un bacio al mondo, in cui vengono rappresentati gli stati d'animo del campione lettone durante l'arco della sua carriera, dagli inizi ai trionfi, fino all'incombere della malattia. Il suo gioco è definito offensiva pedonale, in quanto era solito attaccare tramite il movimento dei pedoni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il match finale con Vaganian lo vide vincitore per 3 ½ a ½.
  2. ^ ChessBase.com - Chess News - A genial genius at work – Tal blindfold simul in video

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Chicco, Porreca, Dizionario enciclopedico degli scacchi, Mursia, 1971.
  • Mikhail Tal e J. Damskij, Tal, magia dell'attacco, Prisma Editori, Roma 1997.
  • Mikhail Tal e N. Zhuravlev, Il primo manuale degli scacchi, ed. Caissa Italia, Roma 2008.
  • Mikhail Tal, '"Botvinnik-Tal 1960, da Mago di Riga a Re degli scacchi, ed. Caissa Italia, Roma 2006.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Campione del mondo di scacchi Successore
Michail Botvinnik 1960 - 1961 Michail Botvinnik

Controllo di autorità VIAF: 40173847 LCCN: n81075879