Michail Čiaureli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Michail Edišerovič Čiaureli (rus. Михаил Эдишерович Чиаурели; Tblisi, 6 febbraio 189431 ottobre 1974) è stato un regista cinematografico e scrittore sovietico.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Michail Chiaureli ha diretto 25 film tra il 1928 e il 1974.

Dopo aver compiuto studi di arti figurative e svolto attività filodrammatica, iniziò la carriera di attore nel 1921, recitando in vari copioni di I. Perestiani.

Nel 1928 esordì come coregista al fianco di E. Dzigan in Pervyi kornet Strešnëv ("Il tenente di cavalleria Strešnëv"), cui seguì il film inchiesta sull'alcolismo Saba del 1929, Poslednij maskarad ("L'ultima mascherata") del 1933, una satira politica sui menscevichi georgiani.

L'opera che gli consentì di raggiunsere un notevole successo fu il riquadro storico Velikoe zarevo ("La grande aurora") del 1938, tendente sia al gusto epico e sia alle scene spettacolari; il film, certamente non privo di elementi propagandistici, rese il regista uno degli artisti ufficiali del regime staliniano più apprezzati.[1]

Tra le ultime opere più significative, va annoverato Nezabyvaemyi 1919 god ("L'indimenticabile 1919") del 1952.

Complessivamente vinse 6 volte il premio Stalin, nel 1941, 1943, 1946, 1947, 1950.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Le muse, De Agostini, Novara, 1965, Vol.III, pag.277


Controllo di autorità VIAF: 35498359 LCCN: nr2002025185